Davide Giordano
CASLANO/PONTE TRESA
03.04.19 - 08:140
Aggiornamento : 11:18

Paura ad attraversare la strada: tre chilometri senza strisce pedonali

La popolazione si lamenta. E i punti di attraversamento pedonale protetto con le isole spartitraffico creano ulteriore confusione. Ecco il video tra gli abitanti della zona

CASLANO/PONTE TRESA – Circa tre chilometri di strada cantonale senza strisce pedonali. Tra Caslano e Ponte Tresa le strisce gialle sono tabù. E attraversare da una parte all’altra della carreggiata spesso è un’impresa. La popolazione, come si capisce dal video realizzato da tio/20minuti, si lamenta. E i punti di attraversamento pedonale protetto piazzati dal Cantone, in collaborazione coi Comuni, non hanno fatto altro che aumentare la confusione.

Una tratta trafficata – Le ultime vere strisce pedonali gialle sono all’altezza della rotonda di Magliaso. Quella tristemente nota per l’investimento del granconsigliere Bill Arigoni (era il 12 febbraio 2010). Poi il nulla. La maggior parte degli intervistati definisce questa situazione come un problema. E non riesce a capire come mai le autorità non intervengano. Soprattutto considerando che quella è una strada estremamente trafficata, anche a causa dei pendolari.

Quando la precedenza non va al pedone – Vittorio Menini, capo dell’Ufficio cantonale della segnaletica e degli impianti pubblicitari, tuttavia precisa: «Sulla tratta in questione, in particolare in territorio di Caslano, ci sono due punti di attraversamento pedonale protetto con le isole spartitraffico che permettono di attraversare in due fasi. Aspetto particolarmente importante in presenza di traffico intenso o colonne. La differenza rispetto a un passaggio pedonale classico, con le strisce gialle, è che in questo caso il pedone può attraversare la strada, ma non ha la precedenza».

Un velo di ambiguità – Attorno a queste strutture, piazzate ormai da anni, sembrano esserci tanti dubbi. Lo si capisce anche da alcune dichiarazioni dei residenti. «Non so bene a cosa servano – dice un’intervistata – non sono sicura che servano per attraversare. Ci provo. E vedo che le auto spesso si fermano».

Le direttive arrivano da Berna – Per evitare fraintendimenti non sarebbe stato meglio optare per le classiche strisce gialle? Menini cita le norme federali che illustrano come agire in determinate circostanze. «Le strisce gialle, che concedono la precedenza al pedone, si giustificano quando ci sono almeno cento pedoni nelle cinque ore più trafficate della giornata. Capisco che queste norme possano non piacere, ma noi ci dobbiamo limitare ad analizzare la situazione e ad applicarle».

Le statistiche (per ora) non mentono – Se si dimostrasse che c’è la frequenza pedonale minima richiesta dalle norme, anche a Caslano e Ponte Tresa si potrebbero dunque demarcare le strisce gialle sugli attuali punti di attraversamento pedonale protetto. «Non dimentichiamo però – conclude Menini – che nella zona di Ponte Tresa, spesso dall’altra parte della carreggiata non ci sono abitazioni. Noi siamo sempre a disposizione e collaboriamo con i Comuni».

Prevenzione e sicurezza stradale

Indipendentemente dalla presenza o meno delle strisce gialle, attraversare la strada necessita sempre di prudenza in quanto rappresenta un potenziale pericolo. È fondamentale che il pedone stabilisca sempre un contatto visivo con il conducente che si avvicina al punto di attraversamento. Prima di attraversare la strada occorre accertarsi che il veicolo che si sta avvicinando sia in grado di frenare per tempo. È consigliabile che i fanciulli fino ai dodici-tredici anni attraversino la strada con la supervisione di un adulto (maggiori informazioni su www.educazione-stradale.upi.ch).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Adriana Hugi 1 anno fa su fb
Anche a Rivera non è diverso, un flusso intenso di machina e solo davanti alla stazione abbiamo una striscia pedonale. Un vero pericolo.
Sandro Rennis 1 anno fa su fb
Di fatto c’è un esodo che chiamerei quasi pellegrinaggio per andare....ma dove?? Che diavolo c’è dall’altra parte? Distributori....denner....distributori....Sormani....distributori
Carlo Aiele 1 anno fa su fb
VIA SICURA AHAHAHAHAHA
vulpus 1 anno fa su tio
Suvvia ragazzi, arrivate tardi: la campagna elettorale è terminata e le promesse esaurite.Dovevate svegliarvi prima. Le risposte che arrivano ,sono ulteriormente una dimostrazione del potere dei funzionari che applicano delle disposizioni senza confrontarsi sul terreno. È vero che questi isolotti non hanno senso anche quando qualcuno cerca di giustificarli lo stesso.Cos cambia mettere ugualmente le striscie? Tutto più evidente e chiaro per gli utenti: il pedone che è il più debole attraversa sulle striscie, protetto ulteriormente dall'isolotto centrale. Più chiaro di così. Purtroppo si continua con la demenziale teoria che per rallentare il traffico bisogno buttare il pedone sulla strada: si eliminano le strisce gialle, le demarcazioni in mezzo e laterali, poi magari si mettono dei paletti...siamo in mano al funzionariato che non è il suo compito regolamentare la viabilità.
Lolly Rovere 1 anno fa su fb
Ma io non capisco... cosa costa alle persone fermarsi 10 secondi per lasciar passare?
Sandro Rennis 1 anno fa su fb
Lolly Rovere 10 secondi appunto 😐
Piera Mazzei 1 anno fa su fb
Pericolo scampato,hanno intervistato anche me ahahah
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
Gente che si lamenta per tutto senza sapere.... quelle isole spartitraffico che vedete sui dossi senza strisce pedonali sono a tutti gli effetti dei veri passaggi pedonali, non sono presenti le strisce per un semplice motivo... giornalmente non ci passano abbastanza persone, quindi legalmente non c'è l'obbligo di mettere la segnaletica gialla...
Riccardo Franchetti 1 anno fa su fb
eh ma hai presente lo svizzero medio, se gli fai il sentierino va, senno ha paura
Sofia Borioli 1 anno fa su fb
Alessandro Iacobucci le isole spartitraffico prive di segnaletica pedonale sono solo isole spartitraffico e non punti di attraversamento, chi attraversa li è come se attraversasse in mezzo alla strada! Il fatto che siano state messe e poi il cantone per mancanza di sicurezza non abbia fatto mettere la segnaletica, quello sì che è fuorviante e pericoloso..
Lolly Rovere 1 anno fa su fb
Riccardo Franchetti hai presente quelli che non si fermano nemmeno sulle strisce per lasciar passare i pedoni che hanno la precedenza?
Marcelo Da Costa 1 anno fa su fb
Sofia no.. non sbagli. Per essere strisce pedonali vere e proprie necessitano non solo la segnaletica orizzontale (ovvero le strisce gialle “disegnate” per terra), ma anche della segnaletica verticale (cartello blu con disegnato l’omino che attraversa sulle strisce). Quindi Alessandro, sei un po’ “fuori dalle strisce”.
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
Se vai a misurare le dimensioni vedrai che lo spazio tra le isole e giusto per inserirci le strisce pedonali, i paletti segnaletici sono già presenti, ma non presentano il cartello del passaggio, questa e una predisposizione e purtroppo non si ha precedenza, ma abbiamo il diritto di usarla
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
Riccardo Franchetti Immaginali a delhi, panico TOTALE :D
Riccardo Franchetti 1 anno fa su fb
Alessandro Iacobucci immaginali a delhi in motorino hahaha
Riccardo Franchetti 1 anno fa su fb
Lolly Rovere ho presente che anche io vorrei sto genere di problemi" grassi", non perche non ci sn problemi uno se li deve inventare
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
Di questi passaggi nel nostro cantone ce ne sono vari e ce ne sono vari che dopo la predisposizione sono diventati passaggi pedonali... Guardate per esempio tutta la tratta di strada cantonale che fa Mendrisio-Balerna, hanno iniziato con le predisposizione e poi quelli più frequentati sono stati demarcati... Quel dosso a cosa pensate che serve? Non l'hanno mica messo li cosi tanto per spendere dei soldi pubblici...serve a moderare la velocità dell'auto in arrivo in modo da favorire il passaggio del pedone...
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
Marcelo Da Costa se sicuro di quello che dici?
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
date un occhio al punto 2 di questo documento se avete voglia, cosi la smettiamo un po' di lamentarci!!! https://m4.ti.ch/fileadmin/DT/temi/spazio_stradale/documenti/LG_B7.pdf
Marcelo Da Costa 1 anno fa su fb
Alessandro mah.. diciamo che lavoro sulla strada da 8 anni.. a meno che non abbiano cambiato qualche norma della segnaletica di recente.. Un passaggio pedonale è tale se c’è la segnaletica. Tant’è che può essere inflitta una contravvenzione per chi non vede la precedenza ai pedoni. Su un luogo del genere, ovvero quelli da te menzionati, non si possono elevare contravvenzioni. Che poi gli spartitraffico, vengano messi così per farci le strisce pedonali è un conto.. ma io di certo non mi farei stirare (vabbè neanche sulle strisce) su un luogo così. Non so se sono stato chiaro, ma spero almeno comprensibile! 😅
Alessandro Iacobucci 1 anno fa su fb
Marcelo Da Costaanche io lavoro nel tuo stesso ambito e tutto giusto quello che dici tranne che "un passaggio pedonale è tale se c'è la seganletica" ti riporto il punto 2 del documento: "2. Attraversamenti senza precedenza al pedone Gli attraversamenti pedonali con precedenza al pedone sono ammessi solo se è data la condizione di frequenza minima. In caso contrario – in punti potenzialmente utilizzati dai pedoni e se larghezza della carreggiata è sufficiente – è possibile realizzare una struttura d’attraversamento protetta mediante isola spartitraffico, dove il pedone può comunque trovare condizioni di attraversamento adeguate (v. punto seguente relativo ai casi particolari). In questo caso l’attraversamento pedonale non è demarcato da strisce gialle e il pedone non beneficia della precedenza. La struttura d’attraversamento protetta deve comunque garantire i requisiti minimi di sicurezza fissati dalla norma VSS 640 241: distanza di visibilità; illuminazione; zone d’attesa non transitabili da veicoli; bordure abbassate."
Marcelo Da Costa 1 anno fa su fb
Alessandro ok.. in sostanza stiamo dicendo due cose diverse ma con un fine simile. Io parlavo di ciò che è considerato passaggio pedonale. Non luoghi di attraversamento protetto. In sostanza non hai detto nulla di sbagliato così come nemmeno io. Semplicemente ci sono dei termini diversi che fanno variare le circostanze anche se di poco.
lilla71 1 anno fa su tio
Tutte le strade cantonali negli abitati dovrebbero essere a 30km/h!!!
centauro 1 anno fa su tio
@lilla71 Buona idea.........già dobbiamo sopportare i rincoglioniti che viaggiano almeno 10 km/h sotto il limite, se dobbiamo circolare a 30 in centro urbano ci addormentiamo tutti alla guida e facciamo solo disastri.....ma per favore!!!!
Lore62 1 anno fa su tio
@centauro ESATTAMENTE!!! ;-)
Fabio Battaglia 1 anno fa su fb
Che tragedia, quando leggo queste notizie, da italiano mi vien da ridere, in Italia anche quando per miracolo le abbiamo... nessuno si ferma ugualmente, 😂😂😂 non so cosa è peggio!
Marcello Vaianella 1 anno fa su fb
Fabio Battaglia ma perché sempre questi paragoni del piffero? Cosa c'entrano?
Fabio Battaglia 1 anno fa su fb
Marcello Vaianella nulla mi è venuta spontanea la battuta, sarà l'invidia, sarà che vivo nella repubblica delle banane e rischio la vita ogni volta che attraverso la strada.(sulle strisce)😂
Marcello Vaianella 1 anno fa su fb
Fabio Battaglia ma non bastano già gli altri a parlare sempre male di noi? Nei paesi esteri fanno quadrato anche davanti ai loro difetti e/o problemi. Noi dobbiamo sempre tirarci il fango addosso da soli? Questo è un atteggiamento, con tutto il rispetto, che non capirò mai.
Fabio Battaglia 1 anno fa su fb
Marcello Vaianella mi dispiace ma non è parlar male, è la triste verità.
Lolly Rovere 1 anno fa su fb
Fabio Battaglia a me la tua battuta mi é piaciuta tantissimo, invece
Fabio Battaglia 1 anno fa su fb
Lolly Rovere ci rido, ma la cosa più divertente è che molto spesso nemmeno le forze dell'ordine qua rispettano le precedente agli attraversamenti pedonali! che rabbia!! 🤬🤬🤬
Desi Muaz Muaz 1 anno fa su fb
E giusto k ci siano strisce pedonali! In italia si sa k sono maleducati e non si fermano manco morti si vedono quando guidano qua pensano di essere in italia sapendo k qua e obbligatorio
Mila Roncoroni 1 anno fa su fb
Ragazzi li a due passi c'è il sottopasso... che pigrizia
Tarık Demircan 1 anno fa su fb
Se non c'è un marciapiede o un sottopassiaggio, alzi la mano per passare è giusto (a parte che ci sono, ma per pigrizia non le usano perchè sono lontani per loro)? a questo punto, alzate la mano anche in autostrada per attraversare, magari si fermano!
Paola Panzeri 1 anno fa su fb
si ma anche le strisce pedonali appena esci da una rotonda...chi è il genio ?🤔
Robin Inches 1 anno fa su fb
Paola Panzeri d'accordissimo, quanti rischiano perché non si vedono o si è concentrati nella rotonda (precedenze, punti morti, etc.)
albertolupo 1 anno fa su tio
Al di là dei km sbagliati e del fatto che alcuni passaggi pedonali ci sono, "indentro" è da decenni che anche per strade con traffico analogo fanno la striscia rossa multifunzionale in mezzo e mettono il 30 km/h. Funziona, ci sono meno incidenti e diminuiscono sia il tempo di percorrenza per le auto in transito che quello di attraversamento dei pedoni (test effettuati).
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Maaaaa prima che ci fossero tutti sti punti di attraversamento la gente non attraversava ??? Mz fatemi il piacere !!! Certo che se invece di restringere le strade le allargaste......
Nani Gaschi 1 anno fa su fb
Pensandoci bene e vero quella mancano le zabrate gialle
Sandra De Matteis 1 anno fa su fb
Beh...nemmeno a Rovio non ci sono passaggi pedonali a parte uno sotto le scuole( con pattugliatore quando escono i bimbi). E attraversare in piazza Fontana specie per anziani e bimbi è pericoloso.
Luca Paltenghi 1 anno fa su fb
In attesa di soluzioni vere, ci vorrebbe più conoscenza delle regole della circolazione stradale da parte degli automobilisti sugli attraversamenti protetti. Anche pochi km più in là, davanti alla Coop a Magliaso, ce n’è uno ma se cerchi di attraversare come minimo ti guardano storto...
casi89 1 anno fa su tio
in principio serve solo investire un governatore e vedrete che il medesimo giorno vengono piturati i passagi pedonali anche in colore di oltre frontiera.
GI 1 anno fa su tio
chissà mai che un qualche "illustre" non venga "toccato" .....per poi correre ai ripari...e sistemare una situazione nota da anni ??
albertolupo 1 anno fa su tio
@GI a dire il vero Bill Arigoni, qualche anno fa, ci è rimasto...
curzio 1 anno fa su tio
@albertolupo ...sulle strisce pedonali!
arminda armi 1 anno fa su tio
Si POTRBBERO fare delle passerelle sopraelevate ogni 600/ 700 metri. che tra altro sono piu sicure dell attraversamento sulle classiche strisce gialle. I costi non dovrebbero superare i duecento mila franchi l una.
miba 1 anno fa su tio
@arminda armi Sì, e con le persone anziane e/o le persone disabili come la mettiamo? Con le necessarie infrastrutture altro che 200'000 franchi l'una......
centauro 1 anno fa su tio
@arminda armi Costerebbe molto meno fare delle semplici strisce su dei dossi con segnalazioni luminose e cartelli bene in vista in modo che anziani, mamme con passeggini e disabili non debbano "affrontare" inutili scale!
Lore62 1 anno fa su tio
@miba Oltre 200.000 Fr per una sopraelevata in acciaio e lega di alluminio??...a beh con questi prezzi "svizzeri" fuori di testa, conviene pitturare 4 strisce gialle, magari a 10.000 fr l'una?? XD E nüm a pagum...
centauro 1 anno fa su tio
@Lore62 Sarebbe interessante disegnarle a effetto tridimensionale come sperimentato in Islanda, un tromp d'oeil che fa sembrare le strisce dei solidi sopraelevati rispetto l'asfalto, il guidatore alla vista tende a frenare scambiandoli per ostacoli sulla strada!
Lore62 1 anno fa su tio
@centauro Hahaha...bella! XD
centauro 1 anno fa su tio
@Lore62 Sul web puoi trovare qualche sito che descrive questo esperimento fatto in Islanda, desterebbe l'attenzione del guidatore a favore del pedone che attraversa grazie all'effetto 3D, anche se a mio parere bisognerebbe lavorare molto di più con le luci negli orari notturni, i fari delle auto tendono a confondere la sagoma del pedone rendendolo molto vulnerabile a causa dell'effetto luci/ombre.
Simone Canepa 1 anno fa su fb
Sottopassaggio o cavalcavia no? Uno o due in più non farebbero male
Luca Paltenghi 1 anno fa su fb
Simone Canepa a Caslano un sottopassaggio c’è ma non è sufficiente.
Samuele Gottardi 1 anno fa su fb
Luca Paltenghi anche a magliaso 👍
Luca Paltenghi 1 anno fa su fb
Samuele Gottardi Vero, infatti lo prediligo. Purtroppo però non è adatto per sedie a rotelle e passeggini e nemmeno è adattabile.
Lolly Rovere 1 anno fa su fb
Ma cosa costa fermarsi per lasciar attraversare??
curzio 1 anno fa su tio
I famosi "esperti del traffico"...
Mino Gabo 1 anno fa su fb
i sottopassaggi ? non li usate alla Magliasina c'è a Magliaso pure, eppure tutti "o quasi" attraversano sulla strada. Con questo non voglio sminuire il problema , che esiste e come ! Ci vorrebbe un po di educazione da parte di "Noi" automobilisti .
Samuele Gottardi 1 anno fa su fb
Mino Gabo purtroppo siamo pigri... meglio farsi investire che fare una rampa di scale a scendere e una a salire usando il sottopassaggio.. 🤔
Sandro Rennis 1 anno fa su fb
Mino Gabo vero!! Per altro ci sono altri passaggi (con cunette e isole)
Davor Safin 1 anno fa su fb
Perché dal dosso di Taverne alla stazione di Rivera quante strisce gialle ci sono??
Taty Safin 1 anno fa su fb
Davor Safin giustamente e in più è una tratta alquanto trafficata anche questa.
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Ah beh bell' esempio 😂😂😂😂 al max potete anche usufruire della pista ciclabile 🤣🤣🤣
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
18 sec
Delitto di Muralto: 30enne a processo per assassinio
È stato rinviato a giudizio il cittadino germanico che era stato fermato a seguito dei fatti del 9 aprile 2019
CANTONE
1 ora
Negli ospedali ci sono meno di 200 pazienti col coronavirus
Le autorità sanitarie cantonali segnalano altri 58 contagi e 6 nuovi decessi
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
Salt: «Problema tecnico risolto»
I primi disagi erano stati riscontrati attorno alle 15 di ieri. Il guasto è stato sistemato in tarda serata
FOTO E VIDEO
AIROLO
1 ora
Tampona un camion fermo sull'A2: è gravissimo
L'incidente è avvenuto questa mattina nei pressi dell'area di servizio di Stalvedro.
VIDEO
CANTONE
2 ore
In moto anche d'inverno: attenzione a ghiaccio e temperature!
Il TCS: «La guida di una due ruote esige, come per l'auto, una prudenza e un'attenzione permanente»
VIDEO
SEMENTINA
5 ore
«Gira poca gente, affari giù del 50%»
Crisi Covid: stare a casa equivale a usare poco l'auto. Sconforto tra i benzinai. Lo sfogo del 35enne Davide Ciaburri.
LUGANO
5 ore
La Moncucco chiude due reparti Covid
Si inizia a tirare il fiato alla Clinica impegnata nella lotta al virus. Il direttore: «Ultimi numeri incoraggianti».
CANTONE
15 ore
Pizzicato il consumo a ridosso dei take away
Tra assembramenti e clienti che mangiano sul posto non tutti i ristoratori rispettano le direttive anti Covid
CANTONE
16 ore
Sviluppato un anticorpo che protegge dal Covid e dalle sue varianti
La scoperta arriva dai ricercatori dell'IRB di Bellinzona.
CANTONE
17 ore
Cavalli: «Continuiamo a dormire. Dovremmo seguire l'esempio della Gran Bretagna»
La proposta dell'oncologo locarnese: «Pensiamo alla prima dose e copriamo più persone».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile