Keystone (archivio)
La situazione di Bondo un anno dopo la terribile frana.
BREGAGLIA (GR)
02.04.19 - 11:520

Oltre 14 milioni per Bondo

La colletta avviata per aiutare la popolazione colpita dalle colate detritiche nell'agosto del 2017 è stata un successo. «Finora sono stati distribuiti 2.1 milioni»

BREGAGLIA - Oltre 14 milioni di franchi sono stati raccolti nell'ambito della colletta avviata in tutta la Svizzera per aiutare le persone danneggiate dalle colate detritiche abbattutesi nell'agosto 2017 sul villaggio di Bondo e sui vicini abitati di Spino e Sottoponte, in Valle Bregaglia. Finora ne sono stati distribuiti 2,1 milioni, indica oggi in una nota l'Ufficio per i comuni grigionese, che pubblica un rapporto intermedio.

La Catena della solidarietà ha raccolto 5,9 milioni, il conto donazioni del Comune di Bregaglia 4,8 milioni, il Patronato svizzero per i comuni di montagna 2,4 milioni, Caritas Svizzera 1,3 milioni.

Queste donazioni - indica una nota dell'Ufficio per i comuni - vengono impiegate in via sussidiaria. Vale a dire che dapprima vengono erogate sovvenzioni di enti pubblici e le prestazioni da parte di assicurazioni.

Commissione ad hoc - Le donazioni saranno distribuite soltanto in una seconda fase. A tale fine è stata istituita una commissione ad hoc composta da rappresentanti degli enti assistenziali, del Comune, dell'Assicurazione fabbricati e del Cantone. Questa commissione valuta le domande di sostegno degli interessati, garantisce «una distribuzione equa» delle donazioni e documenta l'impiego dei fondi.

Gli accertamenti effettuati dalla commissione e l'esame delle domande richiedono molto tempo, si rileva nel comunicato. Le donazioni - che in parte sono a destinazione vincolata - vengono impiegate in primo luogo per garantire il sostentamento o in caso di oneri straordinariamente elevati.

Finora il Comune di Bregaglia ha investito circa 15 milioni di franchi per misure immediate e per il ripristino delle proprie infrastrutture. Le sovvenzioni di Confederazione e Cantone ammontano a 9,9 milioni di franchi. L'assicurazione privata del Comune e l'Assicurazione fabbricati dei Grigioni hanno versato 2,9 milioni. Le donazioni possono essere impiegate anche per coprire i costi residui a carico del Comune.

Costi effettivi non ancora noti - I costi effettivi causati dall'evento naturale e dalle sue conseguenze non sono tuttora noti in via definitiva, poiché dipendono dall'andamento della ricostruzione a Bondo. Nel periodo 2019-2023 il Comune dovrà far fronte a costi stimati in circa 30 milioni di franchi per la ricostruzione delle infrastrutture, per le misure di protezione, nonché per nuovi ponti, strade e sentieri escursionistici. I costi saranno sovvenzionati da Confederazione e Cantone. Le donazioni saranno impiegate in via complementare per attenuare il carico dovuto ai costi residui.

Il 23 agosto 2017, tre milioni di metri cubi di roccia si erano staccati dal Pizzo Cengalo ed erano rovinati nella sottostante Val Bondasca che sfocia a Bondo. La frana, una delle più massicce avvenute in Svizzera negli ultimi 130 anni, aveva causato la morte di otto persone in escursione nella valle, mentre le colate di detriti e fango che erano seguite alla frana hanno provocato ingenti danni e gravi disagi al villaggio di Bondo e ai vicini abitati di Spino e Sottoponte. I danni alle costruzioni sono stati successivamente valutati a circa 41 milioni di franchi.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Meno drammi nei laghi e fiumi ticinesi
La campagna di prevenzione "Acque sicure" sembra aver dato buoni frutti: i decessi registrati quest'anno sono stati "solo" due
CANTONE
2 ore
L'improbabile corsa del fisco per tappare il buco del petroliere
Le autorità fiscali intimano al nigeriano Kola Aluko il versamento di 1,5 milioni per imposte non versate. Lo scoperto della Città è di 450mila franchi. Ma il 50enne è da tre anni uccel di bosco
FOTO
CANTONE
3 ore
Nel Verbano le isole ora sono... ticinesi
A Brissago è stato ufficialmente siglato il passaggio di proprietà dell'Isola Grande e dell'Isola Piccola al Cantone
CANTONE
4 ore
Medacta lancia un avvertimento: «Crescita 2019 inferiore al previsto»
Negli Stati Uniti e in altri mercati minori la domanda si è sorprendentemente indebolita
VIDEO
BELLINZONA
7 ore
Addio Peter Pan: il responsabile è in lacrime
Il Ticino perde un locale storico. “Serata nostalgia” con ex collaboratori e clienti. Sul palco lo Swiss Elvis. Gianni Morici: «Qui dentro ho messo l’anima. Spiace per le nuove generazioni»
BELLINZONA
18 ore
Il compito sul seno: «Ecco come è andata»
L'insegnante 60enne licenziato a Bellinzona racconta la sua versione dei fatti. E punta il dito contro il Decs
MENDRISIO
21 ore
Caos viario, l’SOS di cinque sindaci: «Siamo al limite della sopportazione»
L’appello lanciato dai sindaci del distretto ai colleghi del Luganese: «Ancora molto può essere fatto sul vostro territorio contro i posteggi selvaggi e per promuovere la mobilità aziendale»
LUGANO
21 ore
Arriva la tassa sul sacco: tutto quello che dovete sapere
Il prezzo dei sacchi. Le novità degli ecocentri. Quelli che il sacco possono averlo a un prezzo agevolato. Lugano si prepara alla rivoluzione dei rifiuti.
FOTO E VIDEO
AROGNO
21 ore
Cade per 20 metri e si ferisce gravemente
Un uomo di 82 anni è stato vittima di un serio infortunio mentre stava effettuando dei lavori di disboscamento in zona Devoggio ad Arogno
BREGGIA
21 ore
Dopo 20 giorni l'acqua torna potabile
A Cabbio e Muggio l'acqua è rimasta troppo torbida per settimane. Ma in attesa del rinnovamento degli impianti il Comune ha le mani legate
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile