Foto Fotolia (archivio)
Sono quasi un milione le persone in Svizzera che vivono delle difficoltà nel decifrare il contenuto di un testo
CANTONE
22.03.19 - 15:160

Quando la scrittura apre le porte dell’inclusione

Pro Infirmis ha inaugurato anche in Ticino il Servizio di Lingua facile

LUGANO - Sono quasi un milione le persone in Svizzera che vivono delle difficoltà nel decifrare il contenuto di un testo. I motivi possono essere diversi: deficit cognitivo, conoscenza parziale della nostra lingua, lo sviluppo di una demenza senile, ecc.

Pro Infirmis ha inaugurato anche in Ticino il Servizio di Lingua facile, una nuova prestazione che si impegna affinché le persone possano usufruire di documenti scritti in maniera accessibile.

La scrittura può manifestarsi come un ostacolo laddove non vengono rispettate le caratteristiche di chi ne fruisce, nel contempo ha la capacità di rivelarsi come uno strumento facilitante che permette di muoversi all’interno della società.

Hanno preso parte alla conferenza stampa:

  • Danilo Forini, Direttore cantonale Pro Infirmis
  • Flora Amalia Franciolli, Coordinatrice Servizio Lingua facile di Pro Infirmis
  • Michele Mainardi, Responsabile del Centro di competenze Bisogni educativi scuola e Società e Professore SUPSI
  • Maria Chiara Janner, Ricercatrice dell’Osservatorio linguistico della Svizzera italiana

Gli interventi hanno presentato il tema del linguaggio semplificato attraverso uno sguardo sociale, pedagogico e linguistico, favorendo nuove riflessioni a sostegno di uno strumento comunicativo inclusivo che promuove la cittadinanza attiva di tutte le persone.

Il Servizio di Lingua facile collabora con delle traduttrici professioniste che redigono i testi confacendosi alle regole europee per rendere le informazioni facili da leggere. Flora Amalia Franciolli ha evidenziato il fatto che ogni documento tradotto viene verificato per certificarne la chiarezza da un gruppo di persone con difficoltà di lettura, una tappa fondamentale per garantire un valido risultato. Per questo lavoro di rilettura, il servizio si avvale della collaborazione con la Fondazione Diamante che ha costituito appositamente un’équipe di rilettura.

Danilo Forini ha ricordato che i testi elaborati non sostituiscono i documenti originali, bensì sono da intendersi come uno strumento comunicativo supplementare che supporta, elaborando e modificando dei passaggi, le stesse informazioni affinché possano essere accessibili al maggior numero di persone.

Questo maggior numero di persone, ha sottolineato Michele Mainardi, ha il diritto di vivere in modo autodeterminato in seno alla società. Affinché questo accada, è necessario che determinati svantaggi di situazione non precludano loro di partecipare, di prendere parte, di cogliere opportunità e doveri. Riducendo gli ostacoli e favorendo le “piccole rampe” cognitive e culturali si da accessibilità.

Dal punto di vista linguistico Maria Chiara Janner ha osservato che spinte alla semplificazione agiscono in molti ambiti della comunicazione umana, in maniera più o meno consapevole: è naturale, infatti, adattarsi all’interlocutore. Dal punto di vista puramente linguistico la domanda è se si perda un valore estetico traducendo in lingua facile. Da un lato è vero che l’attenzione alla forma passa in secondo piano, ma dall’altro lato capire è bello e farsi capire è un dovere di chi si esprime, oltre che una forma di rispetto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
1 ora
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
1 ora
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
11 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
LOCARNO
12 ore
Licenziamento illegittimo: «Il Municipio chieda scusa e reintegri l’operaio»
Per il TRAM il licenziamento di un dipendente è ingiustificato. Sirica: «Scandaloso da parte di un ente pubblico!»
CANTONE
14 ore
Coronavirus: arriva il test in Ticino
Nei prossimi giorni sarà possibile fare un esame specifico "in loco". «Prima o poi ci saranno casi anche da noi».
CANTONE
16 ore
Coronavirus, mascherine e disinfettanti introvabili anche in Ticino
Diverse farmacie del Luganese li avevano finiti già questa mattina. E non è dato sapere quando arriveranno nuove scorte
BERNA / TICINO
18 ore
Coronavirus: la Svizzera prende provvedimenti supplementari
Le misure dovranno servire ad impedire o ritardare il più possibile un'ondata della malattia nella Confederazione
FOTO E VIDEO
LOCARNO
18 ore
Schianto all'incrocio. Disagi e un ferito
Sul posto Polizia e un'ambulanza del Salva
FOTO
CANTONE
19 ore
Lugano 2040: ci sposteremo con droni e bus su richiesta
È una riflessione che si pone come punto di partenza per definire il futuro del nostro territorio
LUGANO
20 ore
Mettono in scena un incidente per truffare l'assicurazione
Quattro persone sono finite in manette. Una di loro deve rispondere pure di falsità in documenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile