Biblioteca Cantonale
Con il progetto Biblioteca digitale del Cantone Ticino la Divisione della cultura e degli studi universitari mette a disposizione la versione digitale di opere pubblicate dagli istituti culturali
CANTONE
21.03.19 - 11:150

In rete 16’500 pagine della Biblioteca digitale del Cantone Ticino

Da oggi è online la piattaforma realizzata in collaborazione con il Centro sistemi informativi (CSI) dell’Amministrazione Cantonale

BELLINZONA - Il progetto di Biblioteca digitale del Cantone Ticino – online dal 21 marzo con una prima tornata di 16'500 pagine in formato pdf – permetterà di consultare liberamente i titoli delle collane Testi per la storia della cultura della Svizzera italiana, TicinoLettura, Castelli di carta, Il Cannocchiale, Gli innesti, Le riproposte e Inventario delle decorazioni pittoriche nel Cantone Ticino, collane edite dagli istituti culturali che fanno capo alla DCSU.

La collana Testi per la storia della cultura della Svizzera italiana offre un contributo alla promozione e alla diffusione della cultura tramite la pubblicazione di testimonianze di valore letterario e storico.

TicinoLettura focalizza l’attenzione sul tema del libro e della trasmissione del sapere, dalle sue manifestazioni tradizionali fino alle più recenti legate alle nuove tecnologie. La collana fornisce spunti di riflessione legati a proposte curate dalle Biblioteche cantonali.

Castelli di carta è il titolo del concorso letterario ideato e indetto dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona, all’indirizzo di adulti e alunni della scuola elementare e della scuola media. Ogni anno vengono premiati dodici racconti brevi, quattro di adulti e otto di ragazzi.

La collana Il cannocchiale raccoglie i risultati delle ricerche e delle indagini svolte dall’Osservatorio linguistico della Svizzera italiana e offre un panorama sociolinguistico della realtà dell’area linguistica indagata, fornendo strumenti di descrizione e analisi sia delle varietà tradizionali sia delle nuove varietà di italiano.

La collana Gli innesti ospita scritti di vario genere che si inseriscono nel solco principale dei progetti del Centro di dialettologia e di etnografia della Svizzera italiana, affiancandosi alle altre iniziative.

Le riproposte, serie pubblicata a cura del Centro di dialettologia e di etnografia, è nata dal desiderio di riportare alla luce testi di carattere dialettologico ed etnografico che oggi risultano rari o addirittura introvabili e che hanno conosciuto una diffusione circoscritta.

L’Inventario delle decorazioni pittoriche nel Cantone Ticino documenta il ricco patrimonio di edifici civili con facciate decorate, testimonianza degli intrecci fra le piccole realtà locali e le grandi correnti artistiche di Otto e Novecento.

La ricerca di testi all’interno della Biblioteca digitale funziona per parola chiave e può essere perfezionata grazie alle opzioni di ricerca avanzata. Si può anche impostare la ricerca all’interno della singola collana. Il portale sarà alimentato regolarmente con nuove collane e pubblicazioni.

Parallelamente a questa iniziativa il sito http://sàmara.ti.ch mette a disposizione dell’utenza una quantità crescente di dati riguardanti i patrimoni culturali custoditi negli istituti. Dal mese di febbraio 2019 è possibile consultare la totalità delle schede del Monetario Cantonale, collezione custodita dall’Ufficio dei beni culturali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / GRIGIONI
1 ora

Il Passo del Lucomagno è stato riaperto

Sono stati sgomberati i grossi massi caduti sulla strada settimana scorsa. E per Corpus Domini, dopo un lungo letargo invernale, tornerà transitabile anche la Novena

VIDEO
CAPRIASCA
4 ore

Cade da un muretto, interviene la Rega

Al momento non sono note le condizioni del ferito

CAMPIONE D'ITALIA
4 ore

«I debiti di Campione li paghi l'Italia»

Ignazio Cassis ha risposto a una domanda di Marco Romano specificando come non sussista alcun legame tra i debiti che l'enclave ha con il Ticino e i ristorni. «Sono due dossier diversi»

CANTONE
5 ore

«La dott.ssa Lesmo non è contraria ai vaccini. Ha vaccinato i suoi figli»

Il medico replica dopo l'interrogazione di Galeazzi sui dottori contrari ai vaccini: «Queste terapie di massa non tengono conto del rapporto rischio/beneficio»

BIDOGNO
8 ore

Il parcheggiatore abusivo è stato estradato in Italia

Fine della corsa per il 42enne, ricercato dal 2016 per questioni legate al traffico di stupefacenti. Qualche mese fa aveva piazzato le sue macchine senza targhe in una proprietà privata del Luganese

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report