tipress
Il centro giovani di Mendrisio, dove si svolgono gli incontri
MENDRISIO
20.03.19 - 06:000
Aggiornamento : 10:23

«Molti ci guardano con diffidenza»

La fondazione Pro Mente Sana ha lanciato il primo corso in Ticino per pazienti psichiatrici. Ma le difficoltà non mancano

MENDRISIO - I pazienti psichiatrici ticinesi sono 9300 – quelli che si rivolgono ogni anno alle strutture cantonali – ma Federica Giudici ha faticato molto per radunarne 14. «Di sicuro, qualcuno non si presenterà nemmeno in classe» mette in conto. Ma la 32enne del Mendrisiotto ha già raggiunto il suo primo obiettivo. 

Modello peer-to-peer - Le lezioni sono iniziate settimana scorsa. Per la prima volta approda in Ticino un corso “di vita” rivolto a persone con sofferenze psichiche, su un modello peer-to-peer già praticato da anni in Romandia e Svizzera tedesca. La classe formata da Giudici – un'assistente sociale – si ritrova due volte al mese al Centro Giovani di Mendrisio, a due passi dalla stazione e dalla clinica psichiatrica cantonale. Molti degli iscritti al corso vengono da lì: persone con problemi di depressione, bipolarismo, anche alcuni schizofrenici. 

«Guardati con diffidenza» - A differenza degli alcolisti anonimi, in psichiatria i gruppi di “pari” che seguono percorsi riabilitativi sono ancora da sdoganare. Le istituzioni sanitarie e molti professionisti guardano «con diffidenza» a progetti pilota come quello di Giudici, che invece sono promossi dalla fondazione Pro Mente Sana (specializzata in diritti dei pazienti).

Il corso pilota - In Ticino i pregiudizi «sono più radicati perché si tratta di qualcosa di totalmente nuovo» continua Giudici. «La medicina tradizionale si concentra sui ricoveri e la sedazione. Spesso trascurando la vita sociale e la capacità dei disabili psichici di gestirsi e realizzarsi in autonomia». Dopo mesi di sensibilizzazione presso associazioni ed enti del territorio – non sempre disponibili a collaborare – i primi 14 coraggiosi si sono fatti avanti. Nel corso-pilota impareranno «ad avere coscienza di sé e ad ascoltare i propri campanelli d'allarme» nella convinzione che «il disagio psichico può convivere con una vita attiva e piena». Il tentativo implica il rischio di una delusione. Ma vale la pena.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 min
"Securini" nel limbo, Gobbi: «Tutto è nelle mani delle Questure»
Il consigliere di Stato invita le agenzie di sicurezza e investigative a fare pressione sulle autorità italiane
CANTONE
2 ore
I cantoni latini invocano il mini-lockdown
Il Ticino e i cantoni francesi chiedono a Berna un inasprimento delle misure
FOTO E VIDEO
LUGANO
4 ore
Ecco i robot che prendono l'ascensore e portano i medicinali in tutto l'ospedale
Due mezzi autonomi della Posta sono entrati in servizio negli spazi del Civico di Lugano
VIDEO
BELLINZONA
5 ore
Tanto verde al posto delle Officine
È stato presentato questa mattina il progetto scelto quale base per la futura pianificazione del comparto.
CANTONE
6 ore
In Ticino superati i 5mila casi
Il bollettino giornaliero del medico cantonale. Sono 123 i nuovi positivi, 9 in più i ricoverati in ospedale
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
La Finma rivede al ribasso gli utili confiscati alla BSI
Dopo una rivalutazione più precisa, l'importo è stato ridotto da 95 a 70 milioni.
MENDRISIO
9 ore
Da Mendrisio a Catamayo per salvare le vite dei bimbi
Toglierli dalla strada, offrire loro una vita migliore grazie alla scuola e regalare dei sogni
FOTO
POLLEGIO
9 ore
Contro il muro con il furgone
L'incidente è avvenuto poco prima delle 23 di ieri sera a Pollegio, in via Cantonale
LUGANO
10 ore
Le sardine con la mascherina (a metà)
Mezzi pubblici affollati: a Lugano la situazione più problematica. Un 17enne con l'asma: «Ho paura»
MENDRISIO
10 ore
«Basta un codice QR e il cliente è tracciato»
Esercenti stufi di “perdere tempo” nel registrare gli avventori? Forse c’è una soluzione.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile