+52
BELLINZONA
15.03.19 - 15:220
Aggiornamento : 19:44

"Se il nostro pianeta fosse una banca, lo avrebbero già salvato". Tutti gli slogan dei ragazzi

La raccolta di firme in sostegno alla petizione “Ticino: fai la tua parte per salvare il clima!” indirizzata al Gran Consiglio proseguirà nel pomeriggio

BELLINZONA - Dopo una mattinata di sciopero, gli studenti ticinesi hanno invaso nel pomeriggio le strade di Bellinzona, con l’obiettivo di fare sentire la loro voce in favore del clima.

L’appuntamento era alle 14 in Largo Elvezia e la prima tappa è stata la Piazza Collegiata, dove un corteo di giovani muniti di coloratissimi cartelloni si sono radunati per fare letteralmente sentire la loro voce e hanno urlato slogan. 4000 i ragazzi presenti.

Sui cartelloni hanno scritto le loro idee, messaggi per la politica e l’economia «che ancora rimangono immobili di fronte all’emergenza climatica»: “Vogliamo respirare”, “siete ladri del nostro futuro”, “make love not CO2”, “combatto per il nostro futuro”, “tempo scaduto”, “non esiste un pianeta B”, “anche i dinosauri pensavano di avere tempo”, “I’m not sorry for the inconvenience, we are trying to change the world”, “la terra non è usa e getta”, “ci sono le soluzioni, fermate le emissioni”.

Il folto corteo si è poi diretto verso Piazza Governo, per mandare un messaggio chiaro e forte ai politici ticinesi. Sono state raccolte quasi 4'400 firme in sostegno alla petizione “Ticino: fai la tua parte per salvare il clima!” indirizzata al Gran Consiglio. La petizione - lo ricordiamo - chiede al Parlamento ticinese di agire al più presto per rendere i trasporti pubblici  gratuiti per i giovani, ridurre le emissioni delle imprese ticinesi, ridurre l’impatto ambientale degli enti pubblici e trasferire il traffico merci su rotaia

 

TiPress
Guarda tutte le 47 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
GAMBAROGNO
27 min
Con l'auto elettrica contro un muro, donna ferita a Magadino
L'incidente è avvenuto questa mattina in via Orgnana. La strada è rimasta chiusa per circa un'ora.
FOTO
CANTONE
3 ore
Ajla va come un treno
L'atleta ticinese scelta come testimonial della Ferrovia Centovallina.
CANTONE
4 ore
Altri 214 contagi e cinque morti in Ticino
L'andamento della pandemia nel nostro cantone rimane «seria», ma abbastanza stabile.
FOTO
CANTONE
7 ore
«Quella volta che incontrai Diego a Buenos Aires»
Nel cuore di Maradona c’è sempre stato uno spazio di riguardo per il nostro paese, dove ha soggiornato con le sue figlie.
CANTONE
8 ore
«Solo il 5.7% dei soccorritori ha contratto la malattia»
Il direttore sanitario della Croce Verde luganese ci ha indicato i protocolli per garantire la sicurezza degli operatori
CANTONE / SVIZZERA
15 ore
I coltelli finiranno sotto chiave?
L'attacco di ieri a Lugano è avvenuto con un coltello preso direttamente dagli scaffali della Manor
CANTONE
17 ore
Aggressione alla Manor, l'accusa è di tentato omicidio e lesioni gravi
L'Imam Jelassi: «Condanniamo con forza ogni forma di violenza gratuita a prescindere da chi la commetta»
LUGANO
20 ore
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
CANTONE
21 ore
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
21 ore
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile