Ti Press (archivio)
LUGANO
14.03.19 - 16:390
Aggiornamento : 17:22

Oltre mezzo milione per Cornaredo. Ma anche bikesharing e tecnologia Led

Il Municipio di Lugano, nella sua seduta odierna, ha preso alcune importanti decisioni per il futuro della città

LUGANO - Il Municipio di Lugano, nella sua seduta odierna, ha approvato un credito di investimento urgente di 575'000 franchi, destinati al rifacimento totale del campo principale di Cornaredo e all'adeguamento dei mezzi tecnici di manutenzione. Inoltre, ha deciso di ampliare la sua rete di bikesharing e ha adottato un un concetto unitario per il risanamento dell’illuminazione degli stabili di proprietà della Città mediante l'impiego della tecnologia LED. 

Cornaredo - La decisione municipale di licenziare il messaggio con la richiesta di un credito urgente di 575'000 franchi per rinnovare il manto erboso e adeguare il parco veicoli della
manutenzione deriva dalla necessità di intervenire entro la fine di luglio per sanare la situazione di degrado del campo principale, segnalata dall’Associazione Svizzera Football (ASF) al Football Club (FC) Lugano quale misura necessaria per l’ottenimento della licenza per la stagione 2019/2020.

Considerati i deboli valori di permeabilità del terreno di Cornaredo, infatti, le misure di manutenzione ordinaria non sono più in grado di migliorare le condizioni attuali in modo sensibile. Conseguenze: pessime condizioni di gioco e pericoli per l’incolumità dei giocatori a causa dell’instabilità della superficie.

Bikesharing - Verranno allestite sul territorio cittadino sei ulteriori stazioni: in Piazza Manzoni, via Beltramina, via Ceresio, via Crocetta, via Ferri e presso l’Ospedale Italiano. Saranno inoltre messe a disposizione degli utenti 58 bici supplementari, di cui la metà elettriche. Con questo nuovo potenziamento il sistema bike sharing di Lugano raggiunge le 37 postazioni con 208 biciclette, di cui 104 elettriche.

LED negli edifici e autosili comunali - I benefici economici e ambientali del passaggio alla tecnologia LED sono stati dimostrati dal monitoraggio avviato dopo la sostituzione
dell’illuminazione tradizionale in tre autosili cittadini. Il potenziale di risparmio energetico insito nell’adozione di nuovi sistemi di illuminazione è rilevante sia dal punto di vista economico (da 178'289 franchi nel 2015 a 120'334 franchi nel 2018) sia da quello ambientale (un’emissione globale per i tre autosili nel 2015 pari a 169 t di CO2, nel 2018 si è scesi a 108 t di CO2)

Commenti
 
ctu67 1 mese fa su tio
Finalmente. ci piantiamo le patate
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report