Depositphotos - foto d'archivio
CANTONE
14.03.19 - 16:370
Aggiornamento : 15.03.19 - 06:36

Listeria nel salmone, chi sono le persone a rischio

Il Laboratorio cantonale ha analizzato dei campioni di pesce affumicato. E mette in guardia alcune categorie di individui dal consumare questi prodotti

BELLINZONA - Il ritiro da parte di Coop e Migros di diversi prodotti a base di salmone annunciato lo scorso weekend, ha creato allarme tra i consumatori. In molti infatti si sono chiesti se il rischio di batteri che causano la listeriosi fosse un problema legato solo ad alcuni prodotti e confezioni, o se riguardasse il salmone in generale. 

A rispondere alle preoccupazioni, ora, è il Laboratorio cantonale, che raccomanda ai soggetti a rischio (anziani, donne in gravidanza, neonati, persone con deficit del sistema immunitario come coloro in terapia oncologica) di evitare di consumare cibi che possono rappresentare un veicolo di listeriosi. E il salmone affumicato è tra questi.

Perché è un prodotto rischioso - La lunga durata di conservazione e temperature di stoccaggio non idonee favoriscono la proliferazione batterica ed è pertanto importante conservare questi prodotti a temperature inferiori ai 4°C e consumarli il prima possibile. Va anche sottolineato che il processo di affumicatura a freddo del salmone, grazie alle proprietà anti-ossidanti e anti-microbiche del fumo, consente una lunga conservazione del prodotto ma non inattiva i batteri patogeni come L. monocytogenes.

Lontano da inutili allarmismi, il Laboratorio cantonale ricorda però che il rischio è basso per persone sane e che non esiste alcun pericolo nel consumare prodotti cotti. La cottura garantisce infatti l’inattivazione dei batteri, Listeria inclusa. Tuttavia, in caso di conservazione dell’alimento cotto, è necessario prestare attenzione a eventuali ricontaminazioni.

I rischi - Il salmone affumicato è un prodotto ittico crudo, pronto al consumo che, grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche, costituisce un terreno favorevole alla crescita di Listeria monocytogenes. L'Autorità per la sicurezza alimentare Europea (Efsa) e  il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) hanno prodotto di recente un rapporto che ha rivelato che i prodotti del salmone pronti al consumo - come il salmone affumicato a freddo e quello marinato - sono stati la fonte di un focolaio epidemico che ha interessato diversi paesi europei a partire dal 2015. Inoltre, il salmone e altri pesci affumicati si confermano fra le derrate più frequentemente notificate al Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff).

La campagna del Laboratorio cantonale - Il Laboratorio cantonale ha organizzato già nel 2018 una campagna specifica sulla presenza di Listeria monocytogenes in salmoni e salmonidi: è stata riscontrata in due campioni di salmone affumicato e in un campione di filetto di salmone da cuocere, tuttavia in quantità inferiore al valore limite di 100 UFC/g. 

In questi casi, il produttore deve essere in grado di dimostrare che la derrata non supererà il limite di 100 UFC/g durante il periodo di conservabilità. Come? Con un Challenge Test: una simulazione effettuata in laboratorio di ciò che accade a un prodotto durante la produzione, la distribuzione e la manipolazione. Per entrambi i campioni di salmone affumicato non è stato possibile ottenere una dimostrazione soddisfacente e gli stessi sono stati contestati.

I dati ottenuti confermano quindi che il salmone affumicato è un alimento che può costituire un rischio per la salute del consumatore. I soggetti più a rischio restano gli immuno-compromessi, le donne in gravidanza, gli anziani e i bambini in età neonatale.

Guarda il video prodotto dall’Autorità per la sicurezza alimentare Europea (Efsa)

2 mesi fa Listeria nel salmone, Coop e Migros ritirano i prodotti
Commenti
 
Mattia Palmeri 2 mesi fa su fb
Se dovessero controllare la filiera produttiva di tutti i cibi svuoterebbero i supermercati..
Patricia Widy 2 mesi fa su fb
Mangiate sushi 🤬
Cecilia Gadoni 2 mesi fa su fb
Maurizio Roggero
Maurizio Roggero 2 mesi fa su fb
Cecilia Gadoni e dimmi in quale delle categorie a rischio saresti tu?
Marilena Decarli 2 mesi fa su fb
Tra un po' non si può più mangiare niente
Anthony Carilli 2 mesi fa su fb
Giusy Solomita Carilli
Giusy Solomita Carilli 2 mesi fa su fb
Anthony Carilli si l'ho sentito... È il salmone di coop e Migros... 🙈
ciapp 2 mesi fa su tio
ma ce qualcosa che si può ancora mangiare ?
casi89 2 mesi fa su tio
e cosa ne è con il prelibato salmone indigeno di lostallo?
briciola68 2 mesi fa su tio
@casi89 A chilometro 0 magari vale la pena e corri meno rischi! Credo..
Ivan Sailer 2 mesi fa su fb
Listeria gratis? Come faccio a prenderla?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
29 min

L’abbattimento degli alberi in stazione suscita indignazione sui social

Ma il Municipio rassicura: «Necessario toglierli. Hanno difetti strutturali». Tranquilli, arriveranno i bagolari

FOTO
CANTONE
1 ora

Alfred Escher attraversa la "sua" galleria per la prima volta

Per il 200esimo anniversario dalla nascita gli verrà fatto un originale regalo: una sua scultura verrà posizionata sul Gotthard Panorama Express

BRISSAGO
3 ore

Disabile licenziato dalle isole, il Decs: «Una sconfitta»

Il caso di Mattia Fenini, dipendente cantonale con un disturbo autistico. Bertoli: «Vicenda triste per il Cantone»

BELLINZONA
5 ore

Non solo zanzare tigri: occhio alle liane che “ingoiano” gli scooter

L’albero che divora l’asfalto. Il gambero che distrugge la catena alimentare. Globalizzazione e cambio delle abitudini di viaggio alla base di un Ticino sempre più esotico. Parla l’esperto

FOTO E VIDEO
CUREGLIA
13 ore

Scontro a Cureglia, ferito un centauro

Avvenuto questa sera sulla cantonale, l'incidente ha coinvolto un'automobile e una moto

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report