Keystone
LUGANO
12.03.19 - 16:250

Droni, al via i test per la concessione delle autorizzazioni di volo

Assieme al Canton Ginevra, Lugano sarà teatro delle prove in vista dell'autorizzazione digitale e automatizzata dell'accesso allo spazio aereo, le prime a livello mondiale al di fuori degli USA

GINEVRA - La città di Lugano e il canton Ginevra sono il teatro di prove, le prime a livello mondiale al di fuori degli Stati Uniti, in vista della concessione automatica delle autorizzazioni di volo per droni. Ai test parteciperanno operatori di questi veicoli volanti senza pilota selezionati in Svizzera.

«L'autorizzazione digitale e automatizzata dell'accesso allo spazio aereo è un fattore primordiale per operazioni di droni ad alto valore aggiunto», dice, citato in un comunicato odierno, Ben Marcus, cofondatore e presidente di AirMap, prima piattaforma mondiale di gestione dello spazio aereo per droni, che procede alle prove assieme a skyguide, la società anonima svizzera per il controllo del traffico aereo civile e militare.

Durante la fase di test, gli operatori selezionati potranno richiedere l'autorizzazione automatica e manuale per sorvolare i due spazi aerei di prova attraverso l'applicazione mobile U-Space fornita da AirMap, indica la nota di skyguide.

Il servizio di autorizzazione automatica di volo in prova, acquisito da skyguide, si fonda sull'esperienza maturata nel quadro di un programma dell'agenzia statunitense dell'aviazione civile FAA (Federal Aviation Administration). "La fase di test annunciata oggi rappresenta la prima implementazione di un servizio di autorizzazione digitale completamente automatizzato per i voli di droni al di fuori degli Stati Uniti".

Uno degli operatori che partecipano ai test è Matternet, il primo ad aver sviluppato una piattaforma logistica autonoma di droni a livello planetario. Fino a gennaio la società e La Posta utilizzavano droni per il trasporto di campioni di laboratorio medico tra due ospedali di Lugano. I loro voli BVLOS, ossia effettuati al di fuori del campo visivo dei piloti, si affidavano ai servizi dell'U-Space svizzero.

Per ora La Posta non utilizza più questi droni da trasporto, che hanno compiuto con successo oltre 3000 voli a Lugano, Berna e Zurigo. L'interruzione è stata decisa alla fine di gennaio dopo che un robot volante è caduto nel lago di Zurigo, a 200 metri dalla riva, per motivi sconosciuti, mentre trasportava un campione "non rilevante" di sangue tra un ospedale e un laboratorio, aveva indicato il gigante giallo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
10 ore

Radar a Camorino, pizzicata anche l'auto che trasportava Gobbi

Il tanto criticato controllo della velocità avrebbe "colpito" anche l'auto sulla quale sedeva il Consigliere di Stato. Ma a guidare era il suo autista

TORRICELLA-TAVERNE
11 ore

Auto sottosopra in autostrada, disagi al traffico

L'incidente è avvenuto in direzione sud e ha visto coinvolti due veicoli

LUGANO
12 ore

Due svolte a sinistra per salvare Corso Elvezia

Partirà il prossimo 29 settembre la fase sperimentale di tre mesi per le modifiche viarie in Piazza Castello. Non mancano i timori per il trasporto pubblico. Il sindaco: «Oggi è un inferno»

BELLINZONA
13 ore

Radar a Camorino: «Un'auto su tre andava troppo forte. 160 multe in un'ora»

Il Comandante Ivano Beltraminelli sulla polemica: «Quel radar rilevava la velocità a ben 60 metri dal cartello. Abbiamo agito nella legalità»

CANTONE
13 ore

L'estate si congeda tra nuvole e qualche goccia di pioggia

Cieli coperti e qualche possibile parentesi di maltempo nelle previsioni per il fine settimana. Temperature sotto i 20 gradi domenica e lunedì

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile