NOVAZZANO
13.03.19 - 06:130

Dritta in casa anziani sulle pompe funebri… Il direttore: «Lo escludo»

La frase di un’infermiera lascia di stucco i parenti. Ma la direzione afferma di non suggerire nessuna ditta: «Consegnamo la lista. Poi scelgono i familiari». Sul tema pende sempre un’interrogazione

NOVAZZANO - Il terreno è minato. Nelle case anziani, come pure negli ospedali, è tassativamente vietato suggerire ai parenti del defunto una ditta di pompe funebri piuttosto che un’altra. Sul tema è pendente anche un’interrogazione della deputata Sara Beretta Piccoli dal titolo allusivo  “Chi… bara?”. Nel settore, inutile girarci attorno, c’è forte tensione e basta mezza parola per riattizzare la polemica.

Suggerimento o constatazione? - «Da noi normalmente è la ditta Coltamai». Sarebbero state queste, letteralmente, le parole usate da un’infermiera della casa anziani consortile Girotondo a Novazzano. L’episodio risale ad alcuni mesi fa ed è successivo all’atto parlamentare che chiedeva lumi sul monopolio di una ditta che gestisce nel Mendrisiotto sette funerali su dieci. A riferire la frase a Tio/20Minuti sono i due parenti della defunta presenti nella struttura poco dopo il decesso. «E ora cosa dobbiamo fare?» avrebbe chiesto il familiare. «Adesso bisogna chiamare le pompe funebri. Da noi normalmente è la ditta Coltamai. Però ci sono anche queste» avrebbe risposto l’infermiera porgendo la lista con elencati in ordine alfabetico gli indirizzi delle onoranze della zona.

Il direttore: «Lo escludo al 100%» - «Non è possibile che qualcuno dei nostri dipendenti abbia detto, devi andare dal Coltamai. Questo lo escludo al 100 per cento. È impossibile che sia stato detto» dice, da noi interpellato, Fulvio Tavecchio, direttore del Girotondo. Il direttore è consapevole della tensione esistente tra le varie imprese. «Lo escludo categoricamente perché le infermiere dicono sempre “queste sono le pompe funebri. Scegliete voi chi volete”. Posso garantire che noi non imponiamo nessuna ditta. Presentiamo solo la lista».

«Scegliete voi!» - In occasione di un recente decesso, ricorda il direttore, i parenti erano un po’ disorientati: «"Signori - abbiamo detto loro - questo è l’elenco. Scegliete voi chi volete". Ci mancherebbe che imponiamo le pompe funebri». Ma neanche dire "qui lavora di solito questa ditta"? «Ripeto, escludo categoricamente che gli abbiamo suggerito Coltamai, piuttosto che Soldini, Ceresio o altri. Ma se anche l’avessero detto, e lo escludo, non è sicuramente un’imposizione: prendete questo!». Se poi una ditta lavora meglio di un’altra? «Non è un problema nostro».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
30 min

Cocaina e marijuana durante il blitz al Fashion

La Polizia rende noto l'esito del discusso controllo avvenuto 10 giorni fa. Sono 102 le persone controllate di cui 30 minorenni

LUGANO
1 ora

L’animalismo non urla (quasi) più, ma oggi è più vivo che mai

Dalla protesta davanti ai circhi alla discussione in piazza, oggi prevale l'approccio dialettico su cui Atra punta da sempre: «L’interesse è cresciuto enormemente tra i giovani»

LUGANO/LOCARNO
2 ore

I ticinesi non rubano (quasi mai) le biciclette condivise 

Il bike sharing galoppa a tutta velocità nel Locarnese e nel Luganese. Con qualche piccolo problema

FOTO E VIDEO
MASSAGNO
4 ore

Incendio in uno scantinato, evacuati in 24

Diversi gli intossicati, uno dei quali è stato rianimato dai soccorritori. Fermata una persona

CANTONE
14 ore

Nel tunnel Alptransit a 200 km/h: «È troppo!»

Lo dicono i macchinisti, secondo cui una riduzione della velocità permetterebbe di consumare meno energia e aumentare la capacità per i treni merci

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report