CANTONE
07.03.19 - 11:510
Aggiornamento : 15:16

In Ticino saltate 3'702 patenti, soprattutto per eccesso di velocità

Anche nel nostro cantone nel 2018 è sceso il numero delle revoche della licenza di condurre

BELLINZONA - Il numero di patenti revocate in Svizzera nel 2018 si è attestato a 80’077, registrando un calo di quasi 4’700 unità rispetto all’anno precedente (84’727). Un andamento, questo, che si osserva anche in Ticino: se nel 2017 le autorità avevano ritirato 4’478 patenti, lo scorso anno erano 3’702, con una diminuzione pari al 17%. Lo mostrano le più recenti statistiche dell’Ufficio federale delle strade.

Nel nostro cantone i principali motivi alla base della revoca sono gli eccessi di velocità (1’087 casi) e l’alcol (935). Lo stesso vale comunque a livello nazionale, dove per il superamento dei limiti di velocità e la guida in stato di ebbrezza sono stati registrati rispettivamente 27’503 e 13’090 episodi. Entrambi in calo di pochi punti percentuali nel confronto con il 2017. Più marcata invece la diminuzione delle sospensioni dovute all’alcolemia (-26%). In Ticino lo scorso anno sono stati nove i casi legati all’alcolemia. Più numerosi, invece, quelli relativi a disattenzioni (381) e alla non idoneità alla guida dovuta a malattia o infermità (299).

Tornando al dato nazionale, si riscontra che i casi di guida sotto l’influsso di sostanze stupefacenti sanzionati con la revoca, dopo il record di 5’047 toccato nel 2017, l’anno scorso sono scesi a 4’661 (-8%). Mentre le revoche per tossicodipendenza hanno registrato una diminuzione del 22%.

Oltre alle 80’077 licenze svizzere, lo scorso anno sono state invalidate anche 19’747 patenti estere, pari a una flessione del 5% rispetto all'anno precedente. Il motivo più frequente del provvedimento è stato la violazione dei limiti di velocità (9’903 casi).

Nel 2018 in Svizzera si registravano circa 5,9 milioni di patenti per automobili (categoria B), fra licenze in prova o di durata illimitata, pari a un aumento di 62'000 unità ovvero un buon 1 rispetto all'anno precedente. L'incremento è riconducibile all'evoluzione demografica, ai nuovi conseguimenti e alla conversione di patenti straniere. Circa il 54% dei titolari sono uomini, il 46% donne.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 min
La difesa: «Quella notte ha reagito per rabbia e frustrazione»
Il legale del ventiquattrenne a processo per il delitto di Caslano si è battuto per una pena non superiore agli undici anni
CANTONE
1 ora
Uccise la nonna «per vendetta»
L’accusa ha chiesto una condanna di sedici anni, sospesa a favore di un trattamento stazionario, nei confronti dell'autore del delitto di Caslano
CANTONE
1 ora
Pronzini sbotta contro Gobbi: «Non si permetta di paragonarmi alla Stasi»
«Ribadisco a tutti di rimanere nei limiti del rispetto delle persone», ha detto Claudio Franscella rivolgendosi a entrambi e all'aula
FOTO E VIDEO
LUGANO
2 ore
I bambini davanti a un quadro di Van Gogh. Le loro reazioni
Stupore e incredulità dei più piccoli di fronte alla mostra virtuale che ha già registrato 10.000 visitatori. Le risposte più divertenti dei bimbi
FOTO E VIDEO
BELLINZONA/ANCONA
4 ore
Scontro burocratico al porto: resta a terra con la merce per i terremotati
Il viaggio umanitario di Besnik H., classe 1976, partito dal Ticino subisce una brusca frenata nelle Marche. Ecco il video che mostra ciò che è successo
CANTONE / BERNA
5 ore
Il Governo ticinese si congratula con Cassis
«L’auspicio è che la sua presenza continui ad aiutare a comprendere meglio le sfide alle quali è confrontato il Ticino e porti un contributo alla coesione nazionale»
CANTONE
5 ore
«L'avanzata dei Verdi non stravolge la formula magica»
IL PLRT applaude la conferma di Cassis e critica Verdi e socialisti per aver «voltato le spalle all’unico rappresentante della Svizzera che parla e pensa in italiano»
CANTONE
6 ore
Il nipote che uccise la nonna: «Volevo solo minacciarla, ma poi l’ho colpita»
Si è aperto il processo per il delitto di Caslano del luglio 2018. Fu un gesto premeditato?
CANTONE
8 ore
Ogni giorno da Novazzano a Milano «pur di lavorare»
Architetti in fuga dal Ticino. La storia di Chiara Bernasconi, 33enne di Novazzano, è il simbolo di un settore in affanno
CANTONE
9 ore
Uccise la nonna e poi le diede fuoco
Il 6 luglio 2018 un delitto scosse la comunità di Caslano. Il nipote a processo per assassinio
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile