tipress (archivio)
CLARO
01.03.19 - 12:090

Contro la chiusura dell'ufficio postale di Claro arriva la petizione

L’Associazione di quartiere Claro Viva: «Ci adopereremo per per portare alla popolazione un servizio postale di qualità, collaborando con il Municipio»

CLARO - Dopo la serata pubblica del 13 febbraio indetta da La Posta, in cui è stata comunicata la trasformazione dell’ufficio postale di Claro in agenzia postale (o eventualmente in servizio a domicilio) l’Associazione di quartiere Claro Viva ha incontrato il Municipio di Bellinzona per discutere le possibilità future per il servizio postale.

«Malgrado questo - sottolinea oggi la stessa associazione in un comunicato - , per dare un segnale forte di malcontento generale sulle scelte del Gigante Giallo, era necessario fare di più». E così, con l’appoggio di alcuni Consiglieri comunali di Bellinzona è stata promossa una petizione che chiede il mantenimento del suddetto ufficio postale.

«Con questa azione - prosegue l'associazione - si vuole mostrare che la popolazione di Claro, malgrado i trend addotti dalla Posta quali motivi per la chiusura, apprezza sempre ancora di avere un ufficio postale che possa servire tutta la cintura nord del nuovo Comune di Bellinzona. Qualsiasi soluzione sarà proposta, l’Associazione di quartiere si adopererà per portare alla popolazione un servizio postale di qualità, collaborando con il Municipio, che ha peraltro già espresso disponibilità e apertura a riguardo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / GRIGIONI
14 min

Il Passo del Lucomagno è stato riaperto

Sono stati sgomberati i grossi massi caduti sulla strada settimana scorsa. E per Corpus Domini, dopo un lungo letargo invernale, tornerà transitabile anche la Novena

VIDEO
CAPRIASCA
3 ore

Cade da un muretto, interviene la Rega

Al momento non sono note le condizioni del ferito

CAMPIONE D'ITALIA
3 ore

«I debiti di Campione li paghi l'Italia»

Ignazio Cassis ha risposto a una domanda di Marco Romano specificando come non sussista alcun legame tra i debiti che l'enclave ha con il Ticino e i ristorni. «Sono due dossier diversi»

CANTONE
4 ore

«La dott.ssa Lesmo non è contraria ai vaccini. Ha vaccinato i suoi figli»

Il medico replica dopo l'interrogazione di Galeazzi sui dottori contrari ai vaccini: «Queste terapie di massa non tengono conto del rapporto rischio/beneficio»

BIDOGNO
7 ore

Il parcheggiatore abusivo è stato estradato in Italia

Fine della corsa per il 42enne, ricercato dal 2016 per questioni legate al traffico di stupefacenti. Qualche mese fa aveva piazzato le sue macchine senza targhe in una proprietà privata del Luganese

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report