Tipress
AGNO
24.02.19 - 19:150
Aggiornamento : 20:17

«I costi per il controllo aereo sono molto importanti»

Attualmente lo scalo luganese non è però in contatto con le società estere che puntano al mercato elvetico. Parla il presidente LASA Marco Borradori

AGNO - «L’impegno finanziario sarebbe più contenuto, ma si dovrebbe temere la perdita di posti di lavoro». È questo lo scenario che si potrebbe verificare se all’aeroporto di Lugano si decidesse di rinunciare a Skyguide per affidare il controllo dello spazio aereo a una società concorrente. Lo dice Marco Borradori, presidente del Consiglio d’amministrazione di Lugano Airport, da noi contattato in merito alla recente liberalizzazione del settore per gli scali regionali.

«I costi di Skyguide sono importanti» ammette Borradori. Ma quella in corso con la società elvetica, quasi completamente nelle mani della Confederazione, «è una buona collaborazione, anche per la definizione dell’attuale e della futura procedura di avvicinamento» assicura.

Attualmente, come scrive oggi la SonntagsZeitung, quattro fornitori stranieri avrebbero mostrato interesse per il mercato elvetico, che dall'inizio di quest'anno è aperto alla concorrenza nell'ambito degli scali regionali. Si tratterebbe di Austro Control dall’Austria, DFS Aviation Services dalla Germania, Aviation Capacity Resources dalla Svezia e Avinor Air Navigation dalla Norvegia. Ma non c'è al momento nessun contatto con Lugano Airport, conclude Borradori.

6 mesi fa Gli scali regionali nel mirino di quattro concorrenti di Skyguide
Commenti
 
Esse 6 mesi fa su tio
Il controllore di volo è uno dei pochissimi mestieri ad altissima responsabilità pagati conseguentemente. Pf. evitiamo di introdurre ragionamenti volti al dumping anche in questo settore che di stress proprio non ne hanno bisogno.. (Überlingen insegna)
Esse 6 mesi fa su tio
Che i leghisti assumano personale esterno e guardino ai vantaggi del pagare oltrefrontiera non è nulla di nuovo..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CANTONE
54 min

Fungiatt dispersi in valle Morobbia, ma è un'esercitazione

Positiva la collaborazione tra la colonna di soccorso di Bellinzona e l'unità cinofila SAS

CONFINE / SVIZZERA
2 ore

Svizzero truffato. Il falso intermediario sparisce con la provvigione per lo chalet

L'anziano è rimasto con in mano un pugno di mosche, e una valigetta piena di denaro falso

BELLINZONA
5 ore

Schiume sul Lago Maggiore: «Un fenomeno naturale»

Numerose segnalazioni tra Muralto e Brissago. Il Dipartimento del territorio tranquillizza: «Non si tratta di inquinamento, ma di alghe che risalgono in superficie»

LUGANO
7 ore

«Mio figlio parla solo tramite video»

Il mutismo selettivo è un problema per (almeno) una ventina di bambini in Ticino. L'associazione Atimuse: «Abbiamo fatto passi avanti»

CADENAZZO
7 ore

Cadenazzo pensa alla videosorveglianza per bloccare i furbetti

Il traffico parassitario è un problema in alcune strade residenziali del Comune. Il vicesindaco: «Entro metà-fine ottobre metteremo due telecamere»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile