MENDRISIO
22.02.19 - 06:000

Città dell'energia: al via la procedura per il rinnovo

È stata la prima in Ticino ad ottenere il Label nel 2003 con un punteggio del 54%, marchio che è poi stato rinnovato periodicamente

MENDRISIO - Il Municipio di Mendrisio ha deciso di inoltrare, per la quinta volta dal 2003, la nuova richiesta di rinnovo del Label Città dell’energia. La prima con il marchio GOLD che è gestita a livello europeo tramite l’European Energy Award (EEA). Nell’ambito della procedura ha pure ratificato il Programma di politica energetica 2020-2024, che è destinato a consolidare e dare continuità ai risultati sin qui raggiunti, ma coinvolgendo sempre di più la popolazione e l’economia.

La procedura internazionale di re-audit avrà luogo nel corso dell’estate e la decisione della Commissione federale del Label e di quella europea del marchio eea dovrebbe verosimilmente arrivare entro la fine del corrente anno.

Che cos’è una Città dell’Energia? - Una Città dell’energia è un Comune o una Città che s’impegna in modo continuativo a favore di un utilizzo efficiente dell’energia, delle energie rinnovabili e della protezione del clima, nonché di una mobilità sostenibile. A tal fine, sin dal 1992, l’Associazione Città dell’energia conferisce, ogni quattro anni, l’omonimo Label. I criteri da soddisfare sono ambiziosi, condizione che a lungo termine assicura standard elevati e rende il Label un prezioso strumento di pianificazione e attuazione. Le Città dell’energia, a fine 2018, erano più di 437 di cui 48 con marchio gold eea (in allegato Città dell’energia, Facts & Figures 2018).

Perché diventare una Città dell’energia? - Il Label Città dell’energia è l’attestazione di una politica energetica e climatica coerente e orientata ai risultati. Le Città e i Comuni che hanno ottenuto il Label, attraversano un processo globale, costituito da diverse fasi, che li conduce verso una politica energetica e climatica sostenibile. Da Ayent a Zurigo, dalla Svizzera romanda attraverso quella tedesca fino in Ticino, le misure e le idee di Città dell’energia vengono attuate con successo ogni giorno.

Il Label Città dell’energia viene conferito da una commissione indipendente dell’Associazione Città dell’energia. Il marchio è registrato nelle quattro lingue nazionali e in tutti i Paesi europei. L’essere Città dell’energia garantisce l’attuazione costante di misure di politica energetica e climatica – oltre le legislature e gli avvicendamenti di personale. È un modo per fare un bilancio della situazione e funge da strumento di controlling, in quanto evidenzia i risultati dell’impegno di politica energetica e li rende confrontabili negli anni. Una gestione intelligente delle risorse energetiche ripaga in franchi e centesimi, porta un guadagno in termini di immagine e vantaggi per l’economia locale: le Città dell’energia agiscono per il futuro concretizzando sul proprio territorio una politica energetica e climatica innovativa.

Mendrisio e il Label - La Città di Mendrisio è stata la prima in Ticino ad ottenere il Label nel 2003 con un punteggio del 54%, marchio che è poi stato rinnovato periodicamente. L’ultima certificazione è stata rilasciata alla Città di Mendrisio nel 2015, con un punteggio pari al 71%. Nel contempo la Città aveva fissato, nelle Strategie Mendrisio 2030, come obiettivo strategico, il raggiungimento del Label Città dell’energia “Gold”, per il quale occorre superare la soglia del 75% dei punti disponibili, in relazione all’attuazione di tutte le misure ritenute fattibili per la Città.

Il Municipio aveva anche ratificato, a questo scopo, il proprio Programma di Politica energetica 2015-2019, che doveva fungere da guida orientativa per le misure da mettere in campo per mantenere e migliorare, dove possibile, le performance energetiche e ambientali della Città. Con il supporto della Commissione Energia e Ambiente (CEnAm), nel gennaio del 2016, sono state scelte le misure ritenute prioritarie per raggiungere gli obietti prefissati “Misure prioritarie marchio Città dell’energia Gold”. Queste proposte sono state condivise con tutti gli altri attori coinvolti nella loro attuazione ed in particolare con il Dicastero Aziende Industriali di Mendrisio (AIM).

Aggiornamento situazione al 2019 - Negli ultimi anni è progredito il lavoro di attuazione delle misure, tra le quali figurano, ad esempio, il Piano dell’Illuminazione pubblica (PIP) con il Risanamento a tappe dei corpi illuminanti, la realizzazione dell’impianto di Cogenerazione presso l’IDA di Mendrisio, la realizzazione di impianti fotovoltaici e la partenza di un programma per ulteriormente istallarne e il miglioramento del mix energetico dell’energia elettrica fornita per il servizio universale AIM. E numerose altre misure collaterali comunque legate alle attività delle Aziende Industriali di Mendrisio (AIM) e alla loro clientela domestica (ad es. il portale MYAIM) e industriale (ad es. consulenza modello PMI dell’AEnEC); è pure in fase di valutazione un programma di introduzione di reti di teleriscaldamento.

Dal canto suo, anche il Dicastero Ambiente ha messo in vigore il Regolamento sugli incentivi in materia di efficienza energetica, energie rinnovabili e mobilità sostenibili e, con le numerose azioni di carattere ambientale ed energetico proposte alla cittadinanza, ha promosso il gruppo di acquisto per gli impianti fotovoltaici, le azioni per promuovere le analisi energetiche sugli edifici di proprietà privata (CECE Plus), la consulenza tramite lo sportello energia o ancora la messa online del portale energetico. Senza dimenticare l’avvio del comprensorio per la mobilità aziendale del comparto sociosanitario (MoMoSan) e in generale il sostegno alle varie forme di mobilità sostenibile. Sono inoltre stati avviati dei nuovi progetti come quello pilota con la SUPSI nel quadro delle Smart-City o Carvelo2go in collaborazione con l’Accademia della mobilità del TCS.

Altre misure, già decise negli anni scorsi, cominciano a influire nel punteggio come ad esempio nel settore degli edifici e delle infrastrutture con la messa in esercizio della prima tappa del Centro di Pronto Intervento (CPI), il cantiere per la seconda tappa, entrambe con Standard MINERGIE-P o il risanamento dello stabile ex Filanda MINERGIE. In questo settore viene segnalata anche la domanda di costruzione inoltrata della nuova sede AIM con standard MINERGIE-A e impianto fotovoltaico.

Allo stato attuale, in base alle decisioni già prese, il Tool online ha permesso di calcolare un punteggio indicativo del 79.4% circa, che è ben oltre l’asticella richiesta per il Label “Gold” posta al 75%.

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora

Imposta di circolazione: il nuovo calcolo è più leggero, anche per le tasche

Semplicità, allineamento alla media svizzera e svolta ecologista per il nuovo sistema di calcolo dell’imposta di circolazione approvato dal Governo

BELLINZONA
4 ore

In Italia era ricercato, in Ticino prendeva l’assistenza

Ecco il vergognoso retroscena riguardante il 42enne “parcheggiatore abusivo” estradato negli scorsi giorni. L’uomo in passato spacciava cocaina, nascondendola nelle mozzarelle

MELIDE
5 ore

«Io, donna non vedente, cerco qualcuno che venga in tandem con me»

È diventata completamente cieca in seguito al degenerarsi di un’operazione al braccio andata male. Ecco il curioso appello della 65enne Irma Roesch. Il suo è un inno alla positività

LUGANO
6 ore

Tokyo? No, Lugano all'ora di punta

Treni sovraffollati e pendolari stipati. Le Ffs: «Nessun problema di sicurezza»

SANT’ANTONINO
7 ore

Prezzi italiani in Ticino: «Il test sta dando buoni frutti»

La strategia messa in atto da Decathlon piace. E si valuta l’apertura di altri punti vendita nel nostro Cantone

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report