LUGANO
12.02.19 - 20:000

I ragazzi del Fogazzaro al Decs: «Lasciateci studiare»

Con una lettera a Manuele Bertoli i 46 studenti chiedono che le lezioni dell'istituto possano ripartire. Gli avvocati insistono che a decidere sia il Consiglio di Stato

LUGANO - «Ci sentiamo ingiustamente colpiti in prima persona da una decisione nei confronti dell'Istituto Fogazzaro». I tempi si allungano e gli studenti della scuola privata di Breganzona, cui il Decs ha sospeso l'autorizzazione, hanno deciso di uscire allo scoperto. Con una lettera indirizzata oggi al consigliere di Stato Manuele Bertoli, i 46 giovani e le rispettive famiglie chiedono di poter tornare a studiare: «La cosa che ci preme maggiormente è quella di poter tornare a fruire delle lezioni dei nostri docenti; gli esami di maturità si avvicinano. Non vediamo per quale ragione non possiamo continuare la nostra preparazione mentre il Decs continua le sue indagini nei confronti di chi ritiene più opportuno».

Non tranquillizza i giovani il ritmo con cui stanno procedendo i lavori della commissione d’inchiesta chiamata a far luce sulla vicenda degli esami di maturità napoletani. L’istituto Fogazzaro, scrivono gli studenti, «ci ha informato di essere stato ricevuto, venerdì 8 febbraio, per un’audizione presso l’apposita commissione istituita dal Decs a due settimane dalla sospensione delle lezioni. Dall’audizione sembra emergere che il Decs non ha nessuna intenzione di revocare il provvedimento...». In un passaggio della lettera viene inoltre sottolineato che tutte le sedi di esame da noi indicate dagli studenti «sono state confermate dal Ministero italiano dell’istruzione che le riconosce come idonee e qualificate allo svolgimento degli esami di Stato».

Questa la lettera degli studenti. Gli avvocati del Fogazzaro, da parte loro, insistono con il Consiglio di Stato affinché decida al posto del Decs e parlano di «una misura vessatoria che persiste ormai dal 25 gennaio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore
«Dobbiamo aggiornare la cartina», ma attenzione... è un contratto
Torna la modalità di vendita telefonica scorretta che ti fa sottoscrivere un servizio in abbonamento senza che te ne renda conto
GAMBAROGNO
7 ore
Casa per anziani Cinque Fonti: dopo tre mesi via il direttore
Bocche cucite sulle ragioni della scelta. L'uomo avrebbe ricevuto una disdetta ordinaria. Alla base dovrebbe esserci una nuova strategia
LUGANO
8 ore
Sussidio di centomila franchi per San Giorgio che si sgretola
Il Municipio è pronto ad aiutare finanziariamente il Consiglio parrocchiale di Castagnola, ma traccia anche una radiografia preoccupante sullo stato dell’edificio sacro
CANTONE / BERNA
10 ore
Negozi: in un anno sono 72 in meno
Commercio al dettaglio in fase di contrazione. In Ticino il dato era in controtendenza, ma non quest'anno
BELLINZONA
10 ore
Guardate cosa hanno “nascosto” nelle cantine dell’ex convento
A Monte Carasso, oltre 400 presepi provenienti da ogni parte del mondo. Uno scenario suggestivo immortalato in video. La coordinatrice Maria Elena Guidotti: «Qui ci sono piccoli “gioielli”»
CANTONE
11 ore
Eroina nello zaino, arrestato un 22enne
Il giovane è sospettato di aver spacciato un importante quantitativo di droga a consumatori locali
FOTO E VIDEO
CANTONE / ALBANIA
12 ore
I terremotati ringraziano i ticinesi
Ecco dove sono finiti i beni che avete donato con generosità dopo l'appello su Tio. «Grazie di cuore a tutti»
FOTO
BELLINZONA
14 ore
Neve, sbanda e finisce in un riale
Sul posto la Tre Valli Soccorso che ha provveduto al trasporto del ferito in ospedale
SAN VITTORE (GR)
16 ore
La presunta rapina si rivela una messinscena
La valigetta con un milione di franchi rubata a San Vittore non è mai transitata dai Grigioni. Ora l'uomo afferma di aver mentito sul luogo, ma non sulla rapina
FOTOGALLERY
CANTONE
16 ore
Dopo la neve il vento. Fino a 130 km/h
Neve in pianura ancora possibile fino alle 15 di oggi. Sole per il weekend
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile