LUGANO
12.02.19 - 20:000

I ragazzi del Fogazzaro al Decs: «Lasciateci studiare»

Con una lettera a Manuele Bertoli i 46 studenti chiedono che le lezioni dell'istituto possano ripartire. Gli avvocati insistono che a decidere sia il Consiglio di Stato

LUGANO - «Ci sentiamo ingiustamente colpiti in prima persona da una decisione nei confronti dell'Istituto Fogazzaro». I tempi si allungano e gli studenti della scuola privata di Breganzona, cui il Decs ha sospeso l'autorizzazione, hanno deciso di uscire allo scoperto. Con una lettera indirizzata oggi al consigliere di Stato Manuele Bertoli, i 46 giovani e le rispettive famiglie chiedono di poter tornare a studiare: «La cosa che ci preme maggiormente è quella di poter tornare a fruire delle lezioni dei nostri docenti; gli esami di maturità si avvicinano. Non vediamo per quale ragione non possiamo continuare la nostra preparazione mentre il Decs continua le sue indagini nei confronti di chi ritiene più opportuno».

Non tranquillizza i giovani il ritmo con cui stanno procedendo i lavori della commissione d’inchiesta chiamata a far luce sulla vicenda degli esami di maturità napoletani. L’istituto Fogazzaro, scrivono gli studenti, «ci ha informato di essere stato ricevuto, venerdì 8 febbraio, per un’audizione presso l’apposita commissione istituita dal Decs a due settimane dalla sospensione delle lezioni. Dall’audizione sembra emergere che il Decs non ha nessuna intenzione di revocare il provvedimento...». In un passaggio della lettera viene inoltre sottolineato che tutte le sedi di esame da noi indicate dagli studenti «sono state confermate dal Ministero italiano dell’istruzione che le riconosce come idonee e qualificate allo svolgimento degli esami di Stato».

Questa la lettera degli studenti. Gli avvocati del Fogazzaro, da parte loro, insistono con il Consiglio di Stato affinché decida al posto del Decs e parlano di «una misura vessatoria che persiste ormai dal 25 gennaio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO / VIDEO
LUGANO
1 ora
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
2 ore
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
5 ore
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
5 ore
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
LUGANO
7 ore
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
CANTONE
8 ore
Poliziotti sotto tiro, il sindacato reagisce
Il sindacato Ocst funzionari di polizia segnala l'aumento di attacchi, fisici e verbali, contro le forze dell'ordine
GORDOLA
9 ore
Chi ha aiutato Aurèle sulla via dei Monti Motti?
La polizia è in cerca dell'uomo che aveva aiutato Aurèle a ritrovare la via. Si è smarrito di nuovo.
CANTONE
10 ore
Furbetti dei crediti Covid: denunciati in 10
In Ticino la Procura indaga su una serie di presunti abusi sui prestiti garantiti dalla Confederazione
LUGANO
10 ore
Spaccio di coca, quattro arresti
In manette anche un 75enne. Sequestrati alcune decine di grammi
CANTONE
12 ore
In Ticino due contagi, e un nuovo ricovero
Sale ancora (ma di poco) il numero dei positivi nel nostro cantone. I decessi stabili a 350
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile