tio/20min
Gli occhi di J.F.
RIVIERA
25.01.19 - 13:330
Aggiornamento : 14:33

Gli occhi che la cassa malati non vuole guardare

Il sindacato Unia denuncia il caso di un 21enne delle Tre Valli: ha una rara malattia alla vista, ma dovrà pagarsi l'intervento di tasca propria

RIVIERA - È la denuncia più forte che J.F. potesse fare. Lo sguardo fisso, verso l'obiettivo: «Vorrei che i responsabili mi guardassero negli occhi, e si sentissero un po' in colpa» spiega. 

Detto fatto. Il caso del 21enne delle Tre Valli è stato portato alla luce ieri da Unia. Il suo sguardo - immortalato nella foto inviata dal giovane a tio/20minuti - rischia di diventare insostenibile per un'importante compagnia assicurativa con sede in Romandia. 

J.F. è affetto da una grave malattia degenerativa agli occhi, diagnosticatagli un anno fa. Esiste una soluzione chirurgica, ma costa 3mila franchi per occhio. Quando interpella la cassa malati, il 21enne scopre che «l'intervento non è coperto» e rimane di stucco. Il giovane si è rivolto al sindacato Unia che, però, non riceve risposta dalla compagnia, e denuncia il fatto su Facebook. 

«Ho pagato di tasca mia l'operazione al primo occhio, ma i soldi per il secondo semplicemente non li ho» racconta il giovane neo-diplomato, al momento senza lavoro. Il problema è che «se non curato, rischia di dover fare un’operazione molto più seria e rischiosa tra qualche anno, questa sì coperta dalla cassa malati» spiega il sindacato.

La speranza del giovane è che la sua storia inneschi una mobilitazione, come quella scatenatasi quest'estate per un bambino malato di cancro. Il caso aveva fatto partire una raccolta fondi, e la cassa malati, alla fine, aveva accettato di pagare le cure alla famiglia. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
12 min
I casi ticinesi tornano in doppia cifra
Non si verificavano così tante infezioni dal 21 maggio. Invariati i decessi che sono fermi a quota 350 dall'11 giugno.
FOTO E VIDEO
LUGANO
31 min
20 minuti ha distribuito 25mila mascherine gratuite
Distribuzione di mascherine stamane in alcune stazioni svizzere assieme a una copia di 20 minuti.
GAMBAROGNO
1 ora
Dal sogno all’incubo: «Il mio terreno non vale più nulla»
Aveva un progetto da favola: ora si ritrova con un pugno di mosche. Il “dramma” dell’architetto Federico Peter.
CONFINE
2 ore
"Bella vita" a Como, immobile sequestrato a una società svizzera
Attiva nel settore bancario, non aveva la necessaria autorizzazione.
CANTONE
3 ore
Mascherine sui treni, l'A2 ne subisce le conseguenze
Alle 6 del mattino le code raggiungevano i cinque chilometri.
SAVOSA
3 ore
Mascherine per tutti i gusti: «Così ho dato gioia ai bimbi»
Il medico Anna Sekulovski produce protezioni facciali esclusive per i suoi pazienti
CANTONE
12 ore
Tutti (o quasi) promossi dal Covid: «Ma non è stato facile»
Due bocciati e oltre mille diplomati. È finito l'anno scolastico più pazzo di sempre. Il racconto dei ragazzi
LUGANO
15 ore
Risse e assembramenti alla foce di Lugano
La polizia comunale è dovuta intervenire più volte, sia ieri sera sia venerdì
FOTO E VIDEO
ROBASACCO
16 ore
Incidente sull'A2, ferite una donna e una bambina
Sul posto la Polizia e la Croce Verde di Bellinzona
CANTONE
19 ore
Giocatore positivo dopo la vacanza, una squadra in quarantena
Una compagine sottocenerina che milita nel calcio regionale dovrà stare ai box fino a giovedì prossimo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile