Tipress
AGNO
23.01.19 - 06:050
Aggiornamento : 08:50

Aeroporto, nel 2018 meno di centomila passeggeri

L’interruzione del collegamento su Ginevra e dei voli stagionali per la Sardegna ha portato a un calo del 34,6%. Il direttore: «È un momento delicato»

AGNO - C’era da aspettarselo: per l’aeroporto di Lugano il 2018 è un anno da dimenticare, perlomeno per il numero dei viaggiatori nel traffico di linea. Senza il collegamento con Ginevra e i voli estivi per la Sardegna, lo scorso anno dallo scalo sono passate 88’602 persone. Si è così scesi sotto i centomila passeggeri. Con un calo del 34,6% rispetto al 2017, quando ne erano ancora stati registrati 135’534. Questo è quanto si evince dai più recenti e ancora inediti dati statistici dello scalo.

Se il fallimento di Darwin Airline e il mancato ripristino della rotta su Ginevra hanno pesato sul traffico di linea, si osserva però un andamento positivo per la General Aviation (+4,4% di movimenti) e per la scuola di aviazione (+17,8%). E anche sul fronte delle cancellazioni dei voli di linea il dato è migliorato: tra luglio e dicembre sono scese al 4,8%, rispetto all’11,75% del primo semestre.

La direzione dello scalo non nasconde una certa preoccupazione. «Dopo il fallimento di Darwin e poi quello di Skywork, in Svizzera non si tratta di un bel periodo per l’aviazione» ci dice il direttore Maurizio Merlo, che aggiunge: «È un momento particolare, delicato. Il mondo dell’aviazione è comunque fatto di alti e bassi. Ma è chiaro che bisogna darsi da fare per Lugano».

Direttore Maurizio Merlo, i numeri mostrano che il collegamento con Ginevra e quelli stagionali sono fondamentali per risollevare lo scalo. Su questo fronte a che punto siamo?
«Per il ripristino del volo su Ginevra, ci limita il fatto che la rotta debba essere operata da una compagnia aerea svizzera. Al momento siamo comunque in stand by, perché ci sono in ballo la ricapitalizzazione dell’aeroporto e anche lo studio dell’Università di San Gallo».

Lei come vede il futuro dell’aeroporto di Lugano?
«Sicuramente vedo un futuro, ne sono convinto. Innanzi tutto con lo sviluppo dell’aviazione generale. Ma anche con un consolidamento della rotta Lugano-Zurigo, che con Adria ha inoltre visto un miglioramento dell’affidabilità. Poi dobbiamo ritrovare il collegamento con Ginevra e i charter».

Quindi ad Agno il traffico di linea ha ancora senso?
«Sì! Basti pensare che anche con l’apertura della galleria Alptransit, la rotta Lugano-Zurigo non ha perso passeggeri. Chi va a Zurigo non sceglie l’aereo, ma questo avveniva già prima di Alptransit. Il collegamento viene utilizzato per proseguire il viaggio dall'aeroporto di Zurigo. E poi ci sono la tratta Lugano-Ginevra e i charter. È però chiaro che con l’attuale infrastruttura e lunghezza della pista, il volo di linea è un po’ limitato».

E per quanto riguarda le cancellazioni, cosa si sta facendo per migliorare l’affidabilità dello scalo?
«Non potremo arrivare ai livelli dei grandi aeroporti, anche per via della situazione topografica del nostro scalo. Stiamo lavorando su nuovi sistemi di avvicinamento, ma ci vorrà del tempo».

Commenti
 
Eva Ghiringhelli 9 mesi fa su fb
Incomprensibile gestione di questo aereo porto dove quello che funziona non solo non si cambia ma si sopprime ?
Roby Cipriano 9 mesi fa su fb
cle72 9 mesi fa su tio
Ho abitato ad Agno quando la croissair volava a gonfie vele e lo scalo era attrattivo perché c'era l'hotel La Perla a ridosso. Uno viveva per l'altro. Fallita la croissair dopo pochi anni ha chiuso anche l'hotel...ergo ben venga il nuovo progetto che aiuterà al rilancio dello scalo,senza di questo meglio chiudere. Il comune deve svegliarsi quanto prima.
Guja Bettschen 9 mesi fa su fb
Hanno tolto la tratta Ginevra che era la più comoda ? In treno sono 5h e in auto 4h 30 se non ci sono cose al Gottardo o non sia chiusa la Nufenen!
Lella Losa 9 mesi fa su fb
Era gia da chiudere 20 anni fa ...
Nadia Masdonati 9 mesi fa su fb
E da un'anno che il Signor Borradori doveva presentare un piano B per i voli per Ginevra! Meglio chiudere questo aeroporto!
nordico 9 mesi fa su tio
I comuni della zona non vogliono rumori, a nessuno interessa che il trenino FLP abbia una fermata vicino all'aeroporto, vi sono troppi paletti che non permettono l'allungamento della pista ...... ma allora come mai si discute ancora di un rilancio della struttura?
Giampi Petrillo 9 mesi fa su fb
Fate una bella cosa ... CLOSED
nessuno 9 mesi fa su tio
speriamo che i voli per zurigo rimangano. per ginevra si può sempre rimediare via zurigo. l'importante è diminuire i costi d'esercizio dell'aeroporto per far si che possa continuare ad operare. chiuderlo sarebbe una perdita secca e basta.
elvicity 9 mesi fa su tio
@nessuno Conosco qualcuno che recentemente ha fatto Lugano - ZH - ZH - Lugano ... 5 persone sull'aereo ! quale compagnia secondo voi sarebbe disposta a investire per un fallimento assicurato ?
elvicity 9 mesi fa su tio
@nessuno dimenticavo.. l'anno scorso ho fatto la tratta in treno... andata e ritorno a Fr. 42.50.. biglietto ridotto a metà prezzo.
bananasplit 9 mesi fa su tio
...davvero ... a pagare tasse su tasse x migliorare l' aria : - (( alptransit - sbocchi ferroviari a sud - incentivi per trasporto ecosostenibile .... ma chiudetelo sto aeroporto per pochi "paperoni" ... sveglia illusi del pro !!!
GIGETTO 9 mesi fa su tio
Basta!! Chiudere il più presto possibile.
seo56 9 mesi fa su tio
Basta megalomania in Ticino. Struttura ormai inutile e che grava sulle spalle dei contribuenti. L’aeroporto di Agno va chiuso
Cesare Giocondo 9 mesi fa su fb
Speriamo che finalmente decidano di chiuderlo!
Paolo Monteverdi 9 mesi fa su fb
Potrebbe essere una miniera d'oro invece possono fare una pista di kart ... Ma viste le teste fallirebbe anche quella .... ?
Michele Frigerio 9 mesi fa su fb
É strano che a qusta miniera d’oro non giungano Compagnie disposte a sfruttarla, solo qualche piccolo minatore problematico che poi fallisce
Paolo Monteverdi 9 mesi fa su fb
Troppi paletti politici e testine limitate ;-)
Luca Civelli 9 mesi fa su fb
Paolo Monteverdi ho l’impressione che qualcuno abbia scambiato il Comune di Lugano per una miniera d’oro.
jena 9 mesi fa su tio
ridimenzionare il tutto!!! soldi buttati via!!!!
KilBill65 9 mesi fa su tio
Personalmente vedo un futuro per l'aereoporto di Lugano nero, in ribasso....Se a breve non trovano soluzioni positive, non andranno lontano!!...Penso che poi non valga la pena spendere soldi dei contribuenti in progetti fallimentari....Pensateci bene!!....
Michele Frigerio 9 mesi fa su fb
Ad essere sinceri mi sembra che oggi il treno sia l’opzione più comoda, sicura e meno costosa per recarsi a Kloten da Lugano
Tenderloin 9 mesi fa su tio
Se invece di proporre spiaggie, grattacieli, funivie avveniristiche e gallerie subacque pensassero alle infrastrutture concrete a quest'ora a Lugano avremmo già un aeroporto all'avanguardia (pista più lunga e strumentazioni necessarie ad accogliere tutti i voli). Come avvenuto con altri investimenti strategici per il Cantone naturalmente il lavoro non dovrebbe accollarselo tutto la città di Lugano, ma dividerselo tra privati, confederazione, cantone e città.
vulpus 9 mesi fa su tio
@Tenderloin Abbiamo visto che quando i privati sono disposti ad investire, l'ente pubblico mette i bastoni tra le ruote.
Tenderloin 9 mesi fa su tio
@vulpus Davvero. Ma poi mi bisognerebbe farsi questa domanda. Se c'è qualcuno che è pure disposto a fare un albergo allora vuol dire che crede nel potenziale dello scalo. Anche perchè altrimenti uno sarebbe scemo a fare investimenti su qualcosa che in molti vedono come fallimentare o da chiudere.
driver1973 9 mesi fa su tio
@Tenderloin Potrebbe essere anche che il vero affare sia il risarcimento danni richiesto sapendo già che le autorizzazioni andavano per le lunghe.
lügan81 9 mesi fa su tio
alla fine un aeroporto piccolo come Agno dovrebbe servire un po come fermata del bus, come gli altri aeroporti in svizzera senza calcolare quelli grossi di BS GE e ZH, piccoli aerei che fanno da navetta a prezzi super accessibili, allora si che li arriva la gente e ch everamente ci si sposta, non per pochi eletti e con biglietti che sinceramente costano troppo... un volo nazionale dovrebbe essere una concorrenza al treno (che è gia caro...) e accessibile a tutti, ricordo ancora con Crossair 90 fr andata Lugano-Ginvera e funzionava... quindi abbassiamo un attimo le creste e creiamo una rete di collegamenti per la gente, i clienti arriveranno!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Una petizione per salvare i bus per Malpensa
È stata lanciata un paio di giorni fa in vista dell'interruzione dei collegamenti su gomma prevista per la fine di quest'anno
ORSELINA
5 ore
«Con l'omeopatia seguiamo il malato di cancro»
Serata speciale domani 13 novembre alla Clinica Santa Croce. Il direttore Dario Spinedi: «Dopo 23 anni, vi raccontiamo cosa abbiamo fatto»
LUGANO
6 ore
Su terra ferma, ma si pattinerà su ghiaccio a Natale in Città
L’idea della pista sul lago è stata rinviata al 2020 per allestire la perizia idro-geologica. «Da un pool di sponsor 300mila franchi per un evento di qualità e sociale» rivela Stefano Artioli
MENDRISIO/LUGANO
7 ore
Malore sul treno: «Nessuno ha chiamato i soccorsi»
Le FFS fanno chiarezza sull'episodio di questa mattina. E assicurano: l'affollamento del TiLo era «una situazione del tutto eccezionale»
BRISSAGO
8 ore
Richiedente l'asilo ucciso da un agente, c'è il decreto d'abbandono
Il poliziotto colpì il 38enne ai fianchi con due colpi. Il cittadino srilankese però non si fermò, costringendolo a sparare un terzo colpo, questa volta diretto al torace
LUGANO
8 ore
Angelo Jelmini lascia: «Non mi ricandido»
Il municipale luganese ha dato oggi l'annuncio con un tweet
FOTO E VIDEO
CANTONE
9 ore
Due ticinesi sul podio dei formaggi migliori al mondo
Il "Carì 2019" dell'azienda agricola Piz Forca e il "Campo la Torba 2018" dell'azienda Dazio-Alpe Campo La Torba si sono aggiudicati i premi Super Gold e Gold al World Cheese Awards
CANTONE
10 ore
«160 nuovi posti per invalidi adulti entro il 2022»
Nella seduta del 6 novembre il Consiglio di Stato ha approvato la Pianificazione quadriennale delle strutture e dei servizi in questo ambito, finanziata dalla Legge sull'integrazione degli invalidi
CANTONE / BERNA
10 ore
Ecco perché Carobbio non vuole il posto di Levrat
È partito il toto-nomi per la successione alla guida del Ps svizzero. Ma la ticinese si sfila dalla corsa: «Serve un cambio generazionale»
LUGANO/BERNA
11 ore
Romano polemizza con Gysin: «Sembra Prosecco»
Residui di campagna: il consigliere nazionale punta il dito contro l'origine della bottiglia scelta per un brindisi della neoeletta dei Verdi. Che replica decantando gli spumanti svizzeri
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile