DepositPhotos
LUGANO
21.01.19 - 14:380

Pericoli nello smartphone, ritorna "SBULLO"

La quinta edizione della campagna di prevenzione per gli allievi di quinta elementare dell'Istituto di Lugano durerà fino al prossimo 25 febbraio

LUGANO - Ha fatto ritorno per la quinta volta la campagna di prevenzione “SBULLO” - proposta dalla Polizia Città di Lugano, con la partecipazione del Gruppo Visione Giovani della Polizia cantonale - rivolta ai giovani allievi di quinta elementare delle Scuole di Lugano, prossimi all’inizio della Scuole Medie, dove è più facile trovarsi confrontati con atteggiamenti aggressivi. La necessità della campagna che tratta i delicati temi relativi al bullismo e al cyberbullismo è determinata dal fatto che una buona parte degli allievi delle scuole elementari è già fortemente attiva in Internet.

Cinque obiettivi - Gli obiettivi di “SBULLO” sono quelli di trattare il tema della violenza, dei furti, dei danneggiamenti e dei graffiti. Educare i giovani ai valori del rispetto, dell’identità e delle differenze, della stima e dell’autostima, delle emozioni e del loro riconoscimento ed aiutarli ad affrontare consapevolmente i rischi che si possono incontrare navigando in rete e sui social network. Infine "SBULLO" vuole insegnare ai giovani le misure di protezione dei propri dati personali, foto o selfie che si caricano sui social network, e sensibilizzarli sulla necessità di comunicare immediatamente le situazioni rischiose ai propri genitori e a dialogare apertamente con i loro docenti a scuola.

La campagna inizierà lunedì 4 febbraio e proseguirà fino al 25 febbraio. Un periodo in cui il sgtc Claudio Mastroianni della Polizia Città di Lugano ed il coordinatore del Luganese per il Gruppo Visione Giovani della Polizia Cantonale, app David Negri, si recheranno nelle sedi scolastiche di Lugano per incontrare 28 classi di quinta elementare, per un totale di ben 530 allievi. La campagna prevede, inoltre, una serata informativa rivolta ai genitori, che si terrà mercoledì 6 febbraio (ore 20.15) presso la Sala Multiuso della Scuola elementare di Breganzona (via Camara 63).

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
SVIZZERA
54 min
Coronavirus: c'è un primo caso, ed è in Ticino
Lo ha comunicato l'Ufficio federale della Sanità. A breve comunicazioni dal medico cantonale
CANTONE
1 ora
Niente acqua benedetta, né scambio della pace
La Diocesi di Lugano ha deciso di adottare alcune drastiche misure per evitare il propagarsi del coronavirus
CANTONE
2 ore
«Siamo sommersi dalle chiamate dal Ticino»
Isteria coronavirus. La helpline attivata da Berna è sotto assedio. E Aldi intanto prepara le scorte
LOCARNO
2 ore
Città più pulita del solito con la Stranociada senza usa e getta
Oltre 5'000 presenze al carnevale locarnese che ha avuto luogo lo scorso weekend
CANTONE
5 ore
Vento e una spruzzata di neve in arrivo
Allerta meteo per la giornata di domani con correnti che in pianura potranno raggiungere gli 80 km/h
SONDAGGIO
CANTONE
7 ore
In treno attraverso l'Europa? «Ci vuole un solo biglietto elettronico»
La prenotazione di un collegamento ferroviario che passa da più paesi «è complicato». L'ATA lancia una petizione
FOTO E VIDEO
LUGANO
7 ore
Sbanda e si scontra con un camion, chiusa la Vedeggio-Cassarate
Un SUV con un rimorchio carico di legname si è rovesciato nel tunnel, che è rimasto chiuso per oltre due ore
MENDRISIO
10 ore
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
10 ore
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
20 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile