Ti Press
BELLINZONA
18.01.19 - 15:510
Aggiornamento : 17:31

Azienda Multiservizi, torna la pace nel Bellinzonese

È stato trovato un accordo con i Municipi di Arbedo-Castione, Cadenazzo, Lumino e Sant’Antonino per il proseguimento della fornitura ai clienti residenti

BELLINZONA - Il comprensorio di distribuzione di AMB continuerà ad includere anche i Comuni di Arbedo-Castione, Cadenazzo, Lumino e Sant’Antonino.

È infatti stato trovato un accordo per il proseguimento della fornitura ai clienti residenti nei quattro Comuni da parte dell’Azienda Multiservizi di Bellinzona. In seguito a tale intesa, sarà ritirata la domanda di riscatto degli impianti e ridefinizione del comprensorio di distribuzione presentata la scorso mese di giugno da Arbedo-Castione, Lumino e Sant’Antonino.

Quale contropartita, tramite la Città, sarà versata ai quattro Comuni una parte dell'utile realizzato da AMB. In totale si tratta di fr. 750'000.- annui di cui 475'000.- in forma di liquidità, 150'000.- in forma di prestazioni di servizio da parte di AMB e 125'000.- conteggiati quale partecipazione ai costi infrastrutturali della Città, in particolare per quanto riguarda lo sport. Quest’ultimo importo avrà quale contropartita per i domiciliati nei quattro Comuni la possibilità di accedere a servizi sportivi e culturali alle medesime tariffe dei cittadini di Bellinzona (ad esempio al bagno pubblico ed agli impianti del centro sportivo: piscina coperta e pista di ghiaccio). Infine, uno dei 7 posti in seno al Consiglio direttivo di AMB sarà riservato ad un rappresentante dei quattro Comuni.

Con la sottoscrizione della convenzione, i Comuni di Arbedo-Castione, Lumino e Sant’Antonino si impegnano da parte loro a ritirare il ricorso presentato contro i consuntivi di AMB e della Città di Bellinzona.

L’accordo dovrà essere sottoposto ai rispettivi legislativi per approvazione, avrà la durata di 10 anni e avrà validità retroattiva a partire dall’1. gennaio 2018. 

PLR soddisfatto - «Una soluzione che testimonia il valore della concordanza, ossia di un processo faticoso e articolato che se fatto in modo corretto da persone competenti e intelligenti porta a risultati utili ad ogni cittadino», con queste parole il PLR ha commentato l'accordo raggiunto oggi, felicitandosi con gli attori che hanno portato a questo risultato: il capodicastero AMB e vicesindaco di Bellinzona, Andrea Bersani; così come i 4 sindaci di Lumino, Curzio De Gottardi, Arbedo Castione, Luigi De Carli, S.Antonino, Simona Zinniker e Cadenazzo, Marco Bertoli.

«Un ruolo centrale è stato svolto anche dal direttore del DFE, il Consigliere di Stato Christian Vitta, a cui i Comuni si sono rivolti e che ha permesso di trovare una soluzione consensuale a questa delicata trattativa. L’obiettivo era chiaro: individuare una soluzione condivisa con tutti gli attori», si legge ancora nel comunicato.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CADENAZZO
6 ore
Senzatetto al freddo: «Cercheremo di aiutarlo»
A notare la situazione di grande disagio una passante. La foto finisce sui social e i City Angels intervengono.
LUGANO
10 ore
I mercatini, in barba al Covid
A Lugano si faranno comunque. Anche se in modo diverso dal solito. Lo ha annunciato oggi il Muncipio
FOTO E VIDEO
GAMBAROGNO
13 ore
Con l'auto elettrica contro un muro, donna ferita a Magadino
L'incidente è avvenuto questa mattina in via Orgnana. La strada è rimasta chiusa per circa un'ora.
FOTO
CANTONE
16 ore
Ajla va come un treno
L'atleta ticinese scelta come testimonial della Ferrovia Centovallina.
CANTONE
17 ore
Altri 214 contagi e cinque morti in Ticino
L'andamento della pandemia nel nostro cantone rimane «seria», ma abbastanza stabile.
FOTO
CANTONE
20 ore
«Quella volta che incontrai Diego a Buenos Aires»
Nel cuore di Maradona c’è sempre stato uno spazio di riguardo per il nostro paese, dove ha soggiornato con le sue figlie.
CANTONE
21 ore
«Solo il 5.7% dei soccorritori ha contratto la malattia»
Il direttore sanitario della Croce Verde luganese ci ha indicato i protocolli per garantire la sicurezza degli operatori
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
I coltelli finiranno sotto chiave?
L'attacco di ieri a Lugano è avvenuto con un coltello preso direttamente dagli scaffali della Manor
CANTONE
1 gior
Aggressione alla Manor, l'accusa è di tentato omicidio e lesioni gravi
L'Imam Jelassi: «Condanniamo con forza ogni forma di violenza gratuita a prescindere da chi la commetta»
LUGANO
1 gior
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile