Doveva essere mangiato, adottato in Ticino
foto tio/20min/Giordano
LUGANO
18.01.19 - 08:080
Aggiornamento : 20.12.19 - 13:43

Doveva essere mangiato, adottato in Ticino

È arrivato sul Ceresio il piccolo Jack: è la prima volta che in Svizzera viene adottato un cane salvato dai "macelli" cinesi

LUGANO. Si chiama Jack. È arrivato lunedì con un volo dalla Cina, dove era predestinato a finire arrosto in qualche ristorante. Da Malpensa i volontari lo hanno portato a Lugano, in una casa di Breganzona. «Ora è ancora timoroso, ma si sta ambientando» assicura la sua nuova padrona, Ramona. È la prima famiglia in Ticino ad adottare un cane proveniente dalla fiera di Yulin, la manifestazione nel sud della Cina dove migliaia di cuccioli vengono uccisi e mangiati ogni anno.

I volontari ticinesi della rete animalista Action Project Animals (Apa) hanno affrontato un volo di 14 ore per andare a prenderlo. Un viaggio nella “filiera dei cuccioli” documentato e filmato da tio/20minuti e dallo smartphone di Davide Acito, 31enne che da Bellinzona, dove vive, ha già compiuto diverse missioni di salvataggio canino in Cina. 

«In genere le trasferte durano due settimane, e vi prendono parte cinque attivisti. Il costo è elevato, è necessario noleggiare un camion per raccogliere gli animali dalla strada». Poi ci sono le spese per le cure, e l'iter burocratico. Importare in Svizzera animali randagi comporta procedure complesse: «È la prima volta che ci riusciamo» racconta Acito soddisfatto. In Cina l'associazione ha anche allestito un centro dove può ospitare «fino a un centinaio di cani alla volta», grazie alla donazione di una stilista animalista italiana.

«Il supporto economico di chiunque voglia sostenerci è molto importante» è l'appello dell'associazione. «Questi animali vengono allevati e torturati in condizioni orribili, in onore a una superstizione crudele». Quando è stato trovato dai volontari Jack aveva un anno ma era magrissimo e denutrito. Oggi «gli è rimasta la paura, ma è molto vivace e sempre in cerca di coccole» racconta Ramona.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FAIDO
3 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
4 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
5 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
5 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
6 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
7 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
10 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
10 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
ASCONA
18 ore
«Così ho perso lentamente la mia amica»
Nelly Morini racconta il dramma dell'Alzheimer nel romanzo Clarianne, ispirato a una storia vera.
MESOCCO (GR)
1 gior
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile