DFE
CANTONE
17.01.19 - 12:310

Un centinaio di persone vogliono "fare impresa"

Si è svolto ieri sera a Locarno l’incontro pubblico voluto dal DFE e dal DECS

LOCARNO - Si è svolto ieri sera a Locarno l’incontro pubblico “Fare impresa, un’impresa possibile”, organizzato dal Servizio interdipartimentale del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) e del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) in collaborazione con la città di Locarno. All’evento ha partecipato anche il Consigliere di Stato Christian Vitta.

L’interesse nei confronti del tema dell’auto-imprenditorialità è molto forte nel nostro Cantone e la folta partecipazione di pubblico – un centinaio di persone appartenenti a generi professionali diversi – presente ieri sera alla conferenza svoltasi a Locarno lo attesta. L’evento, dedicato in particolare ad approfondire alcuni aspetti rilevanti per chi è interessato ad avviare un’attività imprenditoriale, è stato quindi un successo e ha permesso di affrontare, anche nel Locarnese, alcuni aspetti fondamentali che vanno tenuti in considerazione nell’intraprendere questa via in modo strategico.

Come sottolineato dal Consigliere di Stato Christian Vitta, il tema del sostegno a chi fa impresa e a chi desidera avviare una propria attività indipendente è centrale per il Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) – le molte misure destinate ai vari tipi di imprenditorialità sono presentate sul Portale dell’innovazione e dell’imprenditorialità www.ti.ch/portale-impresa – e per il Cantone: lo testimonia l’importante offerta del Servizio interdipartimentale DFE-DECS Fondounimpresa (www.fondounimpresa.ch), che da oltre un decennio è l’attore di riferimento ticinese nell’ambito dell’autoimprenditorialità. Il Consigliere di Stato ha altresì evidenziato alcune cifre importanti, raggiunte anche grazie al lavoro del Servizio Fondounimpresa: oltre al successo dei corsi offerti (in media un centinaio di iscritti ogni anno) e delle attività di coaching e consulenza (circa 300 imprenditori seguiti annualmente), secondo un’indagine condotta annualmente tra i beneficiari degli aiuti concessi con la L-rilocc, oltre il 75% delle imprese, a tre anni da loro avvio, sono ancora attive. Imprese che, inoltre, a loro volta permettono di generare nuova occupazione, grazie ai diversi posti di lavoro creati (nel 2017 47 aziende hanno assunto 91 dipendenti, di cui 23 erano disoccupati). Si tratta pertanto di un interessante circolo virtuoso, a beneficio del mercato del lavoro ticinese e, più in generale, dell’economia cantonale, che il Cantone intende favorire.

Nel corso della conferenza, moderata da Fausto Castiglione del Promovimento economico della Città di Locarno, sono intervenuti anche il Sindaco e il Vice Sindaco di Locarno, Alain Scherrer e Paolo Caroni, il Direttore della Divisione dell’economia del DFE, Stefano Rizzi, Fulvio Bottinelli del Servizio Fondounimpresa, Igor Franchini dell’Ente regionale per lo sviluppo e il sostegno all’imprenditorialità, e Maurizio Botti e Sergio Nizzola dell’Associazione Microcredito Svizzera italiana (AMISI).

Per la Città di Locarno, gli interventi del Sindaco Alain Scherrer e del Vicesindaco Paolo Caroni hanno ricordato varietà e ricchezza del tessuto imprenditoriale della regione e la sua importanza per l’economia, rinnovando la disponibilità del Servizio Promovimento economico ad affiancare e sostenere le attività che in futuro sceglieranno il Locarnese per fare impresa.

Il 29 gennaio 2019 alle ore 18:00, al Palazzo dei Congressi di Lugano, si svolgerà un’altra conferenza dal nome “Avviare un’attività in proprio: atto di coraggio o spirito imprenditoriale?”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
COLDRERIO
2 ore
Auto in fiamme in A2, traffico fermo
Un veicolo in avaria ha preso fuoco all'altezza di Coldrerio. Pompieri e polizia sul posto
FOTO E VIDEO
LUGANO
3 ore
Tamponamento a Gandria, due i feriti
Due donne e un uomo sono state trasportata in ospedale per controlli.
CANTONE
6 ore
Settimana di sole, nonostante qualche temporale
Previsto bel tempo, senza eccessiva calura. Mercoedì attesa una giornata "bagnata".
FOTO
BELLINZONA
11 ore
Auto divorata dalle fiamme in un parcheggio
L'incendio è divampato questa notte in una proprietà privata di Via al Maglio a Bellinzona.
LUGANO
20 ore
I docenti "silenziosi" finiscono in Procura
«Sapevano delle violenze, ma non hanno denunciato». La Pp Marisa Alfier vuole vederci chiaro
CANTONE
20 ore
«Le mascherine vanno indossate anche in ufficio»
Emergenza Covid, i rischi nascosti della trasmissione aerea. Christian Garzoni mette in guardia
GORDOLA
1 gior
Trovato in gravi condizioni il 34enne scomparso
L'uomo di cui si erano perse le tracce il 3 luglio era rimasto vittima di una caduta sui Monti di Metri.
CANTONE
1 gior
Scossa sismica nel Sopraceneri
L'epicentro è stato localizzato dal Servizio sismico svizzero presso la Cima dell'Uomo.
CANTONE
1 gior
Fuori dalla quarantena: nessun sintomo per i giocatori
È terminato ufficialmente venerdì l'isolamento per i venti componenti di una squadra sottocenerina del calcio regionale.
CANTONE / URI
1 gior
Quaranta minuti di attesa al San Gottardo
Al portale nord della galleria si registravano quattro chilometri di coda questa mattina.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile