CANTONE
25.11.18 - 18:350
Aggiornamento : 26.11.18 - 11:59

Anche Dadò contro Philipp Plein: «Ma non ha vergogna?»

Il presidente PPD critica la campagna pubblicitaria per il Black friday: «Campagna pubblicitaria immonda». Le donne della sinistra dei sindacati: «Che il Cantone si attivi per togliere quelle foto».

LUGANO - Dopo le critiche mosse dal sindacalista Giangiorgio Gargantini, la campagna pubblicitaria di Philipp Plein incassa pure quelle del presidente del PPD Fiorenzo Dadò.

«Una vergogna». Così viene definita da Dadò la donna in abiti discinti, uccisa da un "killer dei prezzi". In uno sfogo affidato alla sua pagina Facebook, il presidente PPD non le manda a dire: «Signor pp, lei ha già guardato una volta in vita sua negli occhi una donna violentata? Non le bastano le pizze e il sushi per ridicolizzarsi? Con che coraggio adesso ci infogna con questa campagna pubblicitaria immonda? Ora che si dica basta a questo signore e ai suoi stracci!».

Quindi incalza: «Il Ticino ha bisogno di imprenditori seri, di persone che mettono amore nel loro lavoro, di veri artisti, non di disadattati che pur di farsi notare e vendere le loro cianfrusaglie passano sopra a tutto e tutti».

Non ha tardato ad arrivare in serata anche una presa di posizione del "Coordinamento donne della sinistra e Gruppo donne Unione sindacale Svizzera sezione Ticino" che, in occasione della giornata appena trascorsa della lotta contro la violenza sulle donne, ha voluto denunciare in una lettera aperta i messaggi veicolati dalla campagna pubblicitaria di Philipp Plein.

«I messaggi veicolati dalle pubblicità - si legge nello scritto inviato al Municipio di Lugano e al Governo - plasmano comportamenti e desideri, alimentano le fantasie legittimandole. Pretendere che, pur nella libertà di commercio, le imprese mantengano un comportamento etico e socialmente sostenibile ci sembra il minimo. Se la responsabilità degli atti di violenza è di chi li commette, permettere che circolino messaggi e immagini violenti anche attraverso la rete per vendere prodotti o idee è complicità di quegli atti. Il minimo è che il Cantone e il Comune di Lugano richiedano all'azienda di Philipp Plein di togliere qualunque immagine di omicidio sui propri siti e nei propri negozi. Ricordiamo che la pubblicità di Dolce&Gabbana che rappresentava uno stupro di gruppo è stata condannata e fortemente criticata da diverse agenzie dell'ONU».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Escursionisti che mettono i bastoni fra le ruote dei bikers
Ostacoli e trappole piazzati sui Monti di Claro: la convivenza fra i vari fruitori dei sentieri non è sempre semplice.
CHIASSO/LUGANO
3 ore
Anche in treno si viaggia un po' stretti
Pendolari stipati su un convoglio dimezzato. Le Ffs: «Può capitare, ma esistono diverse alternative»
CANTONE
5 ore
Mascherine, è iniziata la guerra dei prezzi
A gennaio, la domanda di FFP2 è aumentata notevolmente. Ma non in Ticino
LUGANO
6 ore
Cade dalla scalinata, finisce in ospedale
L'incidente si è verificato sulla strada che transita sul Ponte del diavolo.
CANTONE
10 ore
Delitto di Muralto: 30enne a processo per assassinio
È stato rinviato a giudizio il cittadino germanico che era stato fermato a seguito dei fatti del 9 aprile 2019
CANTONE
12 ore
Negli ospedali ci sono meno di 200 pazienti col coronavirus
Le autorità sanitarie cantonali segnalano altri 58 contagi e 6 nuovi decessi
CANTONE / SVIZZERA
12 ore
Salt: «Problema tecnico risolto»
I primi disagi erano stati riscontrati attorno alle 15 di ieri. Il guasto è stato sistemato in tarda serata
FOTO E VIDEO
AIROLO
12 ore
Tampona un camion fermo sull'A2: è gravissimo
L'incidente è avvenuto questa mattina nei pressi dell'area di servizio di Stalvedro.
VIDEO
CANTONE
13 ore
In moto anche d'inverno: attenzione a ghiaccio e temperature!
Il TCS: «La guida di una due ruote esige, come per l'auto, una prudenza e un'attenzione permanente»
VIDEO
SEMENTINA
16 ore
«Gira poca gente, affari giù del 50%»
Crisi Covid: stare a casa equivale a usare poco l'auto. Sconforto tra i benzinai. Lo sfogo del 35enne Davide Ciaburri.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile