CANTONE
07.11.18 - 06:440
Aggiornamento : 10:02

«Conoscere il salmo, ma che non diventi un’imposizione»

L’inno patrio in classe, se ne riparla, e il presidente dei Liberi Pensatori suggerisce una scappatoia. Mentre dalle sedi definite “ammutinate” dal deputato Galeazzi dicono: «Serve un aggancio»

BELLINZONA - «La conoscenza del Salmo svizzero è giusta - concede Giovanni Barella, presidente del Liberi pensatori -. Ma resta una preghiera e non trovo corretto che lo Stato ne faccia un’imposizione di carattere patriottico». Quello dell’insegnamento a scuola delle patrie strofe è un tema che infiamma sempre. Soprattutto i politici, e in particolare il deputato Udc Tiziano Galeazzi che è tornato alla carica con una lista, parziale, di sedi elementari e medie dove tale obbligo verrebbe disatteso da parte dei docenti di musica (in particolare alle elementari) e di storia e civica (alle medie). Nella sua interrogazione, il democentrista scrive: «Non si vuole nemmeno pensare che non vi sia la volontà da parte del Decs di insegnarlo».

Il deputato parla di “ammutinamento” e cita quattordici sedi renitenti al canto… scovate, dice, «con un semplice sondaggio. E chissà quante ve ne sono ancora. Si ha quindi l’impressione sconcertante che le disposizioni non siano chiare e che non vi siano neppure delle verifiche sull’implementazione».

Perché non “implementate”? La difficoltà, dicono i direttori scolastici interpellati da Tio/20Minuti, sta nel trovare l’occasione. «Sarebbe logico che non venga preso come "preghiera", ma che venga inserito in un contesto didattico - dice Alessandro Solcà direttore dell’istituto scolastico di Coldrerio -. La nostra docente di musica, ad esempio, cerca di agganciarsi a progetti che la classe sta affrontando. Non sempre è possibile». Dal Mendrisiotto al Luganese, a Savosa il direttore Ercole Crivelli ricorda che quella del Salmo non è la prima priorità, ma non boccia l’idea: «Ne abbiamo discusso anche con il docente di musica e la conclusione è stata che l’insegnamento del Salmo va sempre inserito in un quadro di senso». Quadro di senso che può rimandare anche ad un evento particolare, prosegue il direttore: «In quel caso perché no? Altrimenti non è nemmeno ben chiaro a che livello di classe andrebbe insegnato… Tenendo presente che non è neppure un testo dei più semplici per i più piccoli». Tra l’altro, sdrammatizza il direttore, «ad un certo momento, si è parlato anche di cambiarne il testo. Ci siamo anche detti, vediamo che succede». Tra i ribelli Galeazzi cita Bellinzona, che è un po’ sparare nel mucchio delle sue molte sedi. Nel cuore della capitale, la direttrice generale delle scuole comunali, Leonia Menegalli ha però appurato che il Salmo viene insegnato: «La prima strofa ai bambini del secondo ciclo (dalla terza alla quinta) e il resto lo imparano alle medie. Ma l’insegnante mi dice che è stato anche cantato».

Una scappatoia arriva comunque da Barella dei Liberi pensatori: «A suo tempo con mia figlia avevamo trovato un modo per sfuggire all’imposizione del canto. Basta lalleggiare, muovendo le labbra e senza ripetere le parole». Del resto lo fanno anche i calciatori.

Commenti
 
Diego Dominioni 1 anno fa su fb
Deve essere un dovere
Mattiatr 1 anno fa su tio
Ah che bello! Non capisco come mai la Svizzera debba essere l'unica nazione al mondo dove l'inno non deve essere insegnato. L'unica nazione al mondo responsabile dell'inquinamento globale, e che quindi deve farlo pesare ai cittadini. L'unica nazione che deve pagare senza guadagnare (vedi miliardo di coesione). La nazione dove gli svizzeri sono buoni solo a pagare, gli stranieri invece sono da istruire e aiutare per fare bella figura (perché sì anche a chi li vuole ospitare tutti non frega niente). Io sinceramente ci capisco ben poco.
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Anche se lo si imparasse, si dimenticherebbe vista la frequenza con cui viene cantato. Ma non lo capite che la società di oggi non ha valori oltre quelli imposti dalle legge. Giustizia 0. Cambiate il modo di fare che poi se ne riparla
Mauro Mantovani 1 anno fa su fb
Anzi, la mattina fuori sul piazzale, alza bandiera e inno Patrio a polmoni pieni
Cinzia Casalini 1 anno fa su fb
Cinzia Casalini 1 anno fa su fb
Wow ho sempre sognato di conoscere salmo. È bravo come rapper.???scherzavo.
Nuria Navarro Bolliger 1 anno fa su fb
Il testo del salmo Svizzero è vetusto. È più importante dare a scuola lezioni di civica con esempi di vita reale o portando le testimonianze di coloro che hanno fatto del bene esportando la Svizzera all'estero. Lottiamo contro il bullismo e il razzismo non a favore del salmo svizzero.
siska 1 anno fa su tio
Per Lorella Poretti@, ottima risposta concordo appieno:)!
Bibo Verda 1 anno fa su fb
Non abbiamo un inno come le altre nazioni, bensì un salmo, un canto con riferimenti religiosi. Dall'ultimo censimento circa un terzo (oltre 2,7 milioni) dei cittadini si professa senza religione, atea, agnostica o di altra religione o setta e questa cifra è sempre in ascesa. Inoltre non ha nemmeno i crismi della tradizione in quanto questa "preghiera" è ufficiale solo dal 1981, dopo aspri dibattiti a Berna. Come avranno fatto gli svizzeri a sopravvivere per 690 anni senza questa lagna? ? Un salmo non condiviso da tutta la popolazione come avviene negli altri paesi, per esempio in Francia, negli USA, in Italia o in Russia, sempre criticato, un'assurda anomalia! Con quattro lingue nazionali, sarebbe meglio un inno strumentale, magari l'attuale che musicalmente non è male, anche se triste, ma senza parole come per esempio quello spagnolo che loro i... mondiali e gli europei gli hanno vinti senza cantare! ?
sedelin 1 anno fa su tio
nel contesto della storia svizzera, ma anche della geografia storica si può benissimo impararla senza soffermarsi sul fatto che é una preghiera. è il nostro salmo, è così e finché non si cambia un'altra volta (!) é inutile scaldare gli animi. basta cantarla 4-5 volte durante l'intero percorso scolastico. però farne oggetto di interrogazioni dal sapore perfido fa ridere i polli.
Lorella Poretti 1 anno fa su fb
Ma con tutti i problemi seri che ci sono!!! Ma per favore i politici che si occupino di questioni serie come la disoccupazione, la casa malati, gli sgravi ai ricchi, le iniziative che non fanno altro che rinchiudere la Svizzera e tagliarla fuori dal mondo. Conoscere un inno a memoria non rende le persone cittadini migliori! Infatti qui ho letto diversi commenti razzisti e alquanto stupidi da chi l’inno lo sa benissimo...
Emanuele Bulgarelli 1 anno fa su fb
qua si parla sempre dei diritti di chi non vuole sentire la parola Dio. I diritti di chi la vuol invece sentire?? e che caspita!! comunque, da quel che so è sempre stato insegnato e da grande ognuno poi ha fatto le sue scelte e non ho mai sentito persone ammalarsi o avere problemi di emorroidi perche gli è stato insegnato il Salmo svizzero
Lorella Romanelli 1 anno fa su fb
Poi a scuola reclute i maschi lo imparano e sarebbe discriminante se le donne non lo sapessero In fondo è una poesia
Sandrini Sirio 1 anno fa su fb
Dovrebbe essere piu' che un obbligo ma con tutti gli infiltrati che abbiamo in Svizzera risultera' impossibile anche perche' ai vertici di ditte, consigli di amministrazioni, ospedali , ecc. ecc. siamo invasi di srranieri altro che inno tra poco dovremo imparare l'inno Italiano e i nostri sono senza lavoro
Carlo Soldati 1 anno fa su fb
Ringrazi i nostri politici che sicuramente conoscono perfettamente il nostro inno, ma dei problemi degli svizzeri non gliene frega niente o poco
Lorella Poretti 1 anno fa su fb
Orde di stranieri ??si chiuda in casa e butti via la chiave
Sandrini Sirio 1 anno fa su fb
Lorella Poretti senti non so chi cazzo sei non rompere le palle chiaroo!!!
Lorella Poretti 1 anno fa su fb
Sandrini Sirio un vero gentleman. Le dedico questa risposta che ho scritto apposta per quelli come lei. Sono sconcertata da alcuni uomini, per fortuna in minoranza, che si permettono di darmi del tu, di mancarmi di rispetto, di denigrarmi con epiteti sarcastici del tipo professoressa o difensora delle teste di cammello. Questi uomini sono gli stessi che si ergono a paladini per i diritti delle donne contro il burka, contro chi è diverso da loro ma sono i primi a mancare di rispetto alle donne solo perché la pensano in maniera diversa da loro. Si ergono a difesa delle donne e poi sono i primi a giudicarle dal loro abbigliamento o dalle loro idee politiche a favore dell’aborto. Da buoni sostenitori della destra tradizionalista sono i primi a chiedere alle donne di non restare incinte per non doverle retribuire ma poi si lamentano che non c’è più la famiglia tradizionale. Sono i primi a retribuire meno le donne in quanto donne. Dovrebbero farsi un bel esame di coscienza e cominciare a rispettare le donne pensanti e indipendenti prima di ergersi a paladini contro l’invasore stupratore africano, musulmano... La violenza sulle donne comincia da qui, dalle parole fuori luogo, dal ridicolizzarci con frasi del tipo “ ti manca l’uomo” poiché esprimiamo un’opinione. Continuate così cari uomini (per fortuna in minoranza): non siete molto diversi da questi fantomatici invasori musulmani che vi spaventano così tanto.
Max Negri 1 anno fa su fb
Lo dovrebbero far cantare ogni mattina... altro che ❤️
Manuela Vanoni 1 anno fa su fb
Ma per carità, é il salmo piú brutto del mondo. Meglio cambiarlo.
Stefano Bell'Uomo 1 anno fa su fb
Ma fate fare ai ragazzi piú ginnastica !
Giacomo Giaimi 1 anno fa su fb
Ognuno Se Vuole e ne sente il desiderio impara e sostiene l inno delle PROPRIA Nazione ....in uno Stato dove sono più stranieri che Svizzeri diventa una barzelletta questo discorso....in Nazionale maggiore tra neri e slavi sono la maggior parte e quindi mi sembra ovvio che nessuno impari l inno se consideriamo che le scuole dell' obbligo le hanno frequentate nei loro paesi d origine....
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 anno fa su fb
Che vi piaccia o no e il nostro inno
siska 1 anno fa su tio
Ma quale salmo svizzero?...che si stanno rovinando, attraverso la politica di destra o centro destra i pilastri della democrazia. Obbligare a cantare il salmo mi sembra una classica presa per il culo. Se ci sono i presupposti per insegnarlo o cantarlo, il salmo svizzero prenderebbe forma nella sua totalità solo e se ci sono i presupposti cioé una sana democrazia non quella di oggi che vorrebbe togliere i pilastri fondamentali alla gente onesta che amerebbe ancora di più questo paese che gli ha dato...altrimenti che senso ha?
volabas 1 anno fa su tio
adeguare il testo rendendolo meno religioso, melodia fantastica
Luca Bonanomi 1 anno fa su fb
E sarebbero questi i problemi? Forse i politici dovrebbero preoccuparsi di imparare la costituzione così potrebbero fare leggi che la rispettino, invece di occuparsi di queste stupidaggini! Evidentemente è solo propaganda.
Giancarlo Baffa 1 anno fa su fb
In Italia non lo insegnano a scuola.. É una canzoncina, i ragazzi la impareranno comunque, in famiglia o guardando lo sport o in mille altri modi. Indignatevi per cose serie dai
Luca Riboni 1 anno fa su fb
dipende in alcune scuole lo insegnano, anche se musicalmente non vale molto.
Giancarlo Baffa 1 anno fa su fb
Salmo? ?
Lì Mo 1 anno fa su fb
A me fa cacare. Oltre ad essere un testo religioso che nulla ha a che fare con uno stato che so professa laico
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Paese che si professa laico è vero, ma che era una volta dominato dalla religione cattolica? Perché non accettarlo come INNO STORICO di un popolo che una volta credeva fermamente che poteva chiedere sul paese la benedizione divina! In Svizzera oggi c'è una bella libertà di religioni o filosofie varie ed è questo che ci deve fare ringraziare xché nessuno ci impone nulla e siamo liberi di scegliere.
Lì Mo 1 anno fa su fb
è un punto di vista interessante, prima di risponderti voglio rifletterci su!
Luca Riboni 1 anno fa su fb
Romy Ribi anche dal protestantesimo.
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Luca Riboni Era una minranza però
Luly Marchetti 1 anno fa su fb
L' inno SVIZZERO va insegnato. Siamo in SVIZZERA non dobbiamo farci mettere i piedi in testa... paese che vai usanza che trovi! Rispetto per ogni paese compresa la svizzera!
Luca Riboni 1 anno fa su fb
bellissima CH
Bibo Verda 1 anno fa su fb
Luly, guarda che chi non si identifica con questo salmo è circa un terzo del popolo svizzero (almeno 2,7 milioni di cittadini). Leggi il mio post sopra... poi (forse) capirai!
Luciano Milan Danti 1 anno fa su fb
Problemi grassi, intanto con inno o meno, noi operai guadagnano 1000fr in meno al mese rispetto al resto degli svizzeri (veri)
Cristina Haldemann 1 anno fa su fb
Luciano Milan Danti scusi qual'è il collegamento tra le disparità salariali e un salmo?
Luciano Milan Danti 1 anno fa su fb
Cristina Haldemann che il secondo non ci dà da mangiare, per cui i nostri politicanti che comincino a pensare al nostro pane!
Luciano Milan Danti 1 anno fa su fb
Cristina Haldemann queste trovate pubblicitarie hanno semplicemente rotto coglioni e deviano l’attenzione. Attenzione deviata nei confronti di politicanti da strapazzo che non sanno più dove attaccarsi per coprire i loro fallimenti!
Ivana Riva 1 anno fa su fb
Non vedo questo problema, dove andavo a scuola io l’inno ce lo insegnavano in prima elementare?
Paula Georgiana 1 anno fa su fb
Voi i svizzeri (la Svizzera) avete l'inno più bello di tutto il mondo!? Sono rimasta profondamente sorpresa. ❤
Agnese Sista Gamma 1 anno fa su fb
Paula Georgiana grazie mille. Anche per me è il più bello
Giuseppe Fanelli 1 anno fa su fb
Gli inni son tutti belli
Bluechips 1 anno fa su tio
Le scuse per non insegnarlo sono infinite. È l'Inno Nazionale e dovrebbe essere insegnato sin dalle elementari. Testo difficile? Basta spiegarlo, parola per parola. Mica sono scemi i bambini. Il solo imparare a leggere e scrivere e far di conto è molto più impegnativo. Una preghiera lo è, ma fino a un certo punto. Si spieghino le ragioni della sua scelta che non sono prettamente religiose e lo si inserisca nel contesto storico del tempo. Eh, si, la Storia! Questa dovrebbe essere insegnata in maniera ben più intensa se si vuole che crescano dei cittadini avveduti!
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Io non so tutte le parole, sono svizzera e non mi disturba minimamente il contenuto , anzi. Trovo giusto che ogni paese abbia il suo inno...s olo in Svizzera certe cose avvengono per non offendere altre religioni, calabraghi!
Stefano Casalinuovo 1 anno fa su fb
Romy Ribi quella del non offendere le altre religioni l'hai inventata adesso?
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Stefano Casalinuovo Per quale ragione dovrebbe dare fastidio il nostro inno che parla di Dio?
Stefano Casalinuovo 1 anno fa su fb
Romy Ribi ma rispondi alla mia domanda. Chi mai si è lamentato dell'inno per motivi religiosi?
Romy Ribi 1 anno fa su fb
E una mia supposizione
streciadalbüter 1 anno fa su tio
C`é purtroppo in Ticino tanta gente che toglierebbe la croce dalla nostra bandiera svizzera.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Perché ci hanno rubato il Ci chiami o Patria?
roma 1 anno fa su tio
Il salmo svizzero nelle scuole pubbliche DEVE essere insegnato.
LAMIA 1 anno fa su tio
Stiamo diventando peggio di una repubblica delle banane. Non vi è più rispetto delle decisioni del popolo a cominciare da alcuni politici. Poveri noi
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 anno fa su fb
È una vergogna non insegnare l’inno a scuola. Questa è la nostra nazione e tutti gli CH devono impararlo a scuola.se gli stranieri preseti non lo vogliono sentire che li mandino a far ginnastica.
Andrea Weber 1 anno fa su fb
Che commento inutile.
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 anno fa su fb
Sei forse contrario all’insegnamento del NOSTRO inno?
Agnese Sista Gamma 1 anno fa su fb
Ma Andrea, non ti commuove sentendolo, quando guardi la partita della nostra nazionale o premiato nello lo sport, quando qualcuno fa una medaglia. A me emoziona tantissimo.
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 anno fa su fb
Se non ti emoziona sentire il nostro inno?NON sei un vero CH
Andrea Weber 1 anno fa su fb
A me commuovono altre cose, decisamente più importanti del nazionalismo legato ad un inno.
pillola rossa 1 anno fa su tio
Bisognerebbe cambiare il testo
Mattiatr 1 anno fa su tio
@pillola rossa In sé un testo c'è già. Solo che è una leccata di fondo a tutti quelli che oggi esercitano pressioni verso il nostro di fondo. Più che l'inno Svizzero sembrava l'inno del partito socialista, mi pare normale che non sia piaciuto a molti.
pillola rossa 1 anno fa su tio
@Mattiatr In uno stato laico l'inno non dovrebbe fare riferimento a Dio.
Logico 1 anno fa su tio
Se l’insegnamento è previsto dal programma, i docenti di musica facciano il loro dovere, punto e basta. Non fai il tuo dovere? Cambi lavoro e lasci il posto a qualcuno che abbia maggior rispetto del proprio datore di lavoro (cittadini).
Annadimelide Annadimelide 1 anno fa su fb
e noi di una certa età ne ab siamo imparati due tutti lo devono sapere
Francesco Sergio 1 anno fa su fb
Salmo lebon
Maria Delcò-Gremlich 1 anno fa su fb
Noi ai nostri tempi lo imparavamo durante l'ora di canto alle elementari ed era ancora quello precedente. (Elementari scuole sud Bellinzona) e nessuno si è mai lamentato!
Agnese Sista Gamma 1 anno fa su fb
Maria Delcò-Gremlich anche a Poschiavo si imparava alle elementari all'ora di musica
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Mi sa che erano troppo piccolo o troppo indaffarato per curarsi e. O semplicemente nessuno voleva essere stigmatizzato
Dioneus 1 anno fa su tio
Difatti mica tutti gli studenti sono svizzeri
Evry 1 anno fa su tio
Basta guardare il capo dipartimento e il suo braccio lungo Pronzini che durante la cerimonia d'insediamento del GC, durante l'inno na^zionale stava sdraiato sulla sedia. vergogna
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Il salmo Svizzero e il nostro inno punto !!!!! Non lo canti , non sei Svizzero mi sembra chiaro. Vi da fastidio che Dio vi sia nominato ???? Non dovevate calare le braghe e mantenere l' altro, semplice
Bruna Bralla 1 anno fa su fb
Laura Bernasconi brava , anche nell’inno austriaco e perfino in quello del Ghana si fa riferimento a Dio, questi scassamaroni sicuramente si troverebbero a loro agio solo nella Corea del Nord
Andrea Weber 1 anno fa su fb
Io non lo canto, non lo so e non mi è mai importato di saperlo. A dirla tutta nemmeno mi piace. Quindi?
Romy Ribi 1 anno fa su fb
BRAVA; concordo, è che certi cosidetti laici vorrebbero cancellare il nome e la presenza di Dio da tutte le "menti svizzere" e questo si chiama intolleranza e non laicità! Ma siamo un paese libero, e l'inno svizzero si impara come una poesia senza pregiudizi.
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Bruna Bralla Ben detto
Ferdinando Bernasconi 1 anno fa su fb
Andrea Weber esattamente. Se ti dessero da leggere un testo simile senza dirti che è l'inno nazionale ti metteresti a ridere. O magari anche a piangere. Il che vale per tutti gli inni nazionali, pensati in epoche molto distanti dalle nostre e con testi a dir poco demenziali. Se a qualcuno fa piacere identificare la nostra Nazione ad una cosa del genere faccia pure, è un suo sacrosanto diritto e tanti auguri. Imporre questo ad altri e addirittura usarlo come certificazione per l'essere o meno svizzeri è anche più stupido del testo medesimo.
Agnese Sista Gamma 1 anno fa su fb
Andrea Weber sei uno Svizzero per metà!!
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Ferdinando Bernasconi, se sei ateo , mussulmano, buddista...non vuol dire che bisogna disprezzare l inno Nazionale della propria patria, sei un miscredente? va bene rispetto le tue idee, dopo il tuo post ti rispetto un po meno come essere umano. Che poi il testo e stato scritto da un comune cittadino, solo la musica da un frate, pensa te. La Svizzera nasce come nazione cattolica, che poi sia abitata da persone di altre fedi e che possono professarle liberamente e un pregio, io rispetto loro , loro rispettino me.
Andrei Rezzin 1 anno fa su fb
Parla di essere liberi e svizzeri e poi vuole obbligare a cantare un salmo. ..... Bisognerebbe mettere un inno che sia tale, in quel caso son favorevole ad insegnarlo.
Ferdinando Bernasconi 1 anno fa su fb
Laura Bernasconi Non c'entra nulla l'essere cattolico piuttosto che riformato o agnostico. Ribadisco, se quel testo non fosse legato al salmo svizzero sarebbe, a giusta ragione, considerato spazzatura. Come il resto di testi usati per gli inni degli altri paesi. Che erano già stupidi quando, molto tempo fa, sono stati adottati, figuriamoci oggigiorno. Ora, ribadisco, uno lo può considerare magnifico. Uno può pure affermare che chi non lo apprezza non è tutto Svizzero, ma solo al 33.8 o al 25.6%. L'agnese, oltre che Svizzera doc è pure generosa; arriva addirittura fino al 50%! Ne il sacrosanto diritto. Basta che non cerchi di sdoganare certe idiozie come qualcosa di intelligente. Il rispetto? Ha un valore legato a chi te lo porta....
Andrea Weber 1 anno fa su fb
"svizzero per metà"... Ma io devo discutere con gente che scrive queste puttanate?
Emanuele Bulgarelli 1 anno fa su fb
Laura Bernasconi condivido però la svizzera nasce come nazione Cristiana, visto che alcuni cantoni sono a maggioranza protestante non Cattolici.
Ade Gheiz 1 anno fa su fb
Eh ma così si offendono i mussulmani e stranieri vari...
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Emanuele, si scusa...mi sono confusa nella foga della scrittura ???
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
2 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
3 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
POSCHIAVO (GR)
3 ore
In Italia è polemica sulla pasta poschiavina
Coldiretti, l'associazione italiana degli agricoltori, si è imbestialita dopo un servizio televisivo su un pastificio grigionese
CANTONE
5 ore
Torna la neve: allerta di livello 4 nel Sopraceneri
Forti nevicate in arrivo tra domani e venerdì. Limite in calo fino a 200 metri nei distretti più a nord
LUGANO
7 ore
Come è facile ordinare sushi "di contrabbando" dall'Italia
Boom di ticinesi nei ristoranti oltre confine. E alcuni non disdegnano le consegne di pasti a domicilio: in barba alle regole doganali. Abbiamo fatto un test
CANTONE
14 ore
Una petizione per salvare i bus per Malpensa
È stata lanciata un paio di giorni fa in vista dell'interruzione dei collegamenti su gomma prevista per la fine di quest'anno
ORSELINA
18 ore
«Con l'omeopatia seguiamo il malato di cancro»
Serata speciale domani 13 novembre alla Clinica Santa Croce. Il direttore Dario Spinedi: «Dopo 23 anni, vi raccontiamo cosa abbiamo fatto»
LUGANO
19 ore
Su terra ferma, ma si pattinerà su ghiaccio a Natale in Città
L’idea della pista sul lago è stata rinviata al 2020 per allestire la perizia idro-geologica. «Da un pool di sponsor 300mila franchi per un evento di qualità e sociale» rivela Stefano Artioli
MENDRISIO/LUGANO
20 ore
Malore sul treno: «Nessuno ha chiamato i soccorsi»
Le FFS fanno chiarezza sull'episodio di questa mattina. E assicurano: l'affollamento del TiLo era «una situazione del tutto eccezionale»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile