Ti Press
CANTONE
02.10.18 - 15:370

Cardiocentro: «Un'iniziativa arrogante e irrispettosa»

Il Comitato ospedaliero VPOD Ticino boccia l’iniziativa Cardiocentro «perché assolutamente contraria al concetto di servizio pubblico»

LUGANO - Dopo aver esaminato l'iniziativa popolare del Cardiocentro Ticino, il Comitato ospedaliero VPOD Ticino, che raggruppa i rappresentanti sindacali del personale dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC) raccomanda di bocciarla «perché assolutamente contraria al concetto di servizio pubblico volto alla tutela del personale e alla promozione della qualità delle cure».

Le argomentazioni portate dal VPOD sono diverse. Innanzitutto perché «è volta a stravolgere le volontà del fondatore-donatore del Cardiocentro, il quale aveva previsto il passaggio della Fondazione Cardiocentro Ticino (FCCT) sotto l’EOC dopo 25 anni» e perché «non rispetta i patti presi con l’Ente ospedaliero e con il Cantone, che hanno collaborato e sostenuto il Cardiocentro nella sua crescita qualitativa, anche in previsione del passaggio dopo 25 anni all’EOC della struttura».

Inoltre è un iniziativa che sarebbe in opposizione con l’esito della votazione popolare del 5 giugno 2016 sulla Legge sull’Ente ospedaliero cantonale (LEOC), votazione che con il 55% di No ha deciso di mantenere il carattere pubblico dell’EOC. «L’iniziativa del Cardiocentro obbligherebbe infatti l’EOC a partecipare in una posizione nettamente minoritaria (con 2 rappresentanti su 7 nel Consiglio di fondazione) ad una Nuova Fondazione privata del Cardiocentro, e questo per la durata di ben 99 anni», si legge nel comunicato del sindacato, che giudica quindi la proposta «irrispettosa del voto popolare espresso nel 2016».

Per il Comitato ospedaliero VPOD Ticino vi è poi da tenere in conto la questione salariale del personale del Cardiocentro, il quale non dispone di un contratto collettivo di lavoro (CCL). La maggioranza del personale avrebbe dunque «un chiaro vantaggio» a passare alle dipendenze dell’EOC «che ha stipulato un buon CCL».

Infine, si tratterebbe pure di una proposta «arrogante» perché volta a difendere gli interessi privati di membri e dirigenti della Fondazione Cardiocentro, «dietro il paravento di presunti interessi dei pazienti, che vengono chiaramente strumentalizzati».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
DottorX 3 anni fa su tio
Si si all'EOC si sta bene. Provate a chiedere ai dipendenti se stanno bene!!!! Ma non ahi direttori o ai quadri, ma agli infermieri a quelli dell'alberghiero, ecc... Ma per piacere...
rexlex 3 anni fa su tio
A questo punto anche gli stolti e i più sprovveduti capiscono bene quali siano gli interessi che spingono “la famiglia” e il suo clan ad agire in maniera sfacciata contro quanto voluto fortissimamente dal fondatore-donatore e contro gli accordi appena presi con EOC. Bella faccia tosta, il mondo appartiene agli spregiudicati!
F/A-18 3 anni fa su tio
Questa iniziativa dimostra che in ticino di arroganza c'è n'è in abbondanza e nessuna vergogna a manifestarla, ci penserà il popolo a sistemare le cose.
Sciacallo 3 anni fa su tio
Iniziativa pro-sacocia...
seo56 3 anni fa su tio
Condivido e aggiungerei, a mio modo di vedere, pure incostituzionale. Nel caso venga accolta dal popolo mi piacerebbe che qualcuno si rivolga al TF!!
rojo22 3 anni fa su tio
@seo56 Non credo che il TF potrebbe dire alcunché. Mon Repos non procede al controllo di costituzionalità, in genere. E se la cost. Cant. non vieta l’iniziativa in oggetto, il TF non si esprime. Sicuramente non dopo che la stessa è stata accettata dal popolo. Chi può dire qualcosa sono i parlamenti (cantonali e federali). Ma, anche in questo caso, se il popolo decide, è sovrano. E non ci sono storie. Nel bene e nel male.
seo56 3 anni fa su tio
@rojo22 Sarà come dici tu ma per me è un’iniziativa farlocca che la chiamerei “salva poltrone e stipendi d’oro” sarebbe un’ennesima vittoria di una casta che sempre più prende piede anche in Ticino!
rojo22 3 anni fa su tio
@seo56 Come sai, siamo un popolo avvezzo a farci del male... e li non è questione di tribunali o di sentenze... ci piace così!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
STABIO
37 min
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
«Spostarli nel Luganese non è una soluzione»
Simonetta Sommaruga ha risposto a Marco Romano, che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei comuni momò.
FAIDO
6 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
6 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
7 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
8 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
9 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
10 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
12 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
12 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile