TiPress
LUGANO
01.10.18 - 07:160
Aggiornamento : 09:11

Finzi Pasca si sfoga: «Al Lac non ci hanno mai trattato come coinquilini»

Il direttore artistico accusa Gagnon e Rifici di «avere posto l’aut aut “o loro o noi”» alla politica. «Non ci hanno trattato come coinquilini»

LUGANO - La polemica tra Finzi Pasca e il Lac non si placa. Il ticinese si è sfogato in una lunga lettera, trasmessa al Corriere del Ticino.

La prima intenzione dell'artista è chiarire “le accuse” dell’ultimo periodo: «Non è vero che vogliamo il Lac tutto per noi». Ma è anche vero che la compagnia non si è «mai sentita a casa propria»: «Siamo tornati a Lugano per essere una delle compagnie di residenza. Ma noi siamo trattati come ospiti in casa nostra. È come se fossimo i soli a non aver diritto a un armadio e alle chiavi di casa».

Alla direzione del Lac viene rimproverato di non avere permesso alla compagnia «di sedere al tavolo» dove si decide il calendario, di «essere trattati come coinquilini». Perché «l’intenzione non è mai stata quella di lavorare insieme». Il direttore artistico accusa Gagnon - direttore del Lac - e Rifici - direttore artistico di LuganoInScena - di «avere posto l’aut aut “o loro o noi”» alla politica.

Uno sfogo che Finzi Pasca conclude con l’amaro in bocca: «Ho detto che con il cuore sono già lontano da Lugano. Avrei dovuto dire che c’era chi non vedeva l’ora che ce ne andassimo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zico 1 anno fa su tio
che 2 palle!
samarcanda 1 anno fa su tio
Badaracco ha ragione da vendere.
matteo2006 1 anno fa su tio
Perchè non dicono a chiare lettere cosa non ha funzionato e cosa sono le richieste non solo bla bla bla bla e perchè non dire nero su bianco cosa pretende Finzi Pasca almeno la gente non si inventa poverino il Finzi artista incompreso o stupido perchè non accetta le condizioni. Ma quali condizioni ma cosa è stato chiesto, cosa è successo con Badaracco con adesso non ha più alcuna intenzione di sedersi ad un tavolo. Sarà anche un politico ma comunque serio e per non più volersi sedere ad un tavolo di parole ne sono volate; non dico che si debba dire tutto ma almeno in concreto che cosa chiedi e che cosa è stato fatto non mi pare difficile invece di girarci intorno parlando di porte chiavi cuore di qui e l'altro di la da settimane senza mai essere concreti. Finzi Pasca se ne vuole andare da un bel pezzo questa è tutta una commedia per tirare in piedi un polverone e farsi pubblicità al suo spettacolo che guarda caso inizia mica oggi? Ecco cosa una persona normale che legge gli articoli capisce, tutto il resto sono teorie campate in aria.
samarcanda 1 anno fa su tio
In Ticino mancano i veri critici d'arte, cioè quelli non prezzolati e ligi al regime. Scopriremmo così che F. P. non vale granché.
pillola rossa 1 anno fa su tio
Sensibile, colto, intelligente oltre misura, decisamente incompreso e stupidamente oltraggiato in casa propria.
sedelin 1 anno fa su tio
@pillola rossa vero (fino alla terza virgola)! "stupidamente oltraggiato" assolutamente no. le qualità riconosciute a daniele non lo autorizzano ad avanzare pretese non pattuite. sembra che si sia montato la testa perdendo la sua naturale umiltà.
samarcanda 1 anno fa su tio
@pillola rossa Ma che dici?
pillola rossa 1 anno fa su tio
@sedelin No way. Too small to accomodate.
gabola 1 anno fa su tio
Io quando avevo dei conquilini non gli davo 200000 fr all'anno,si dividevano le spese
Gio 1 anno fa su tio
@gabola Beh, divide questa somma irrisoria a CHF 15'000 per il noleggio della sala ad ogni spettacolo e vedrai che non è poi così tanto....
gabola 1 anno fa su tio
@Gio Il comune gli da 200000 fr all'anno per rimanere al LAC,dubito gli facciano pagare anche l'affitto
Gio 1 anno fa su tio
E' meglio che non apriamo il libro su Finzi.... nemo profeta in patria. Peccato da una parte. Certo è che Gagnon ha fatto scappare per disperazione anche l'orchestra di fiati della città di Lugano, una delle migliori in Europa. Vietandole in pratica di suonare al LAC. Lasciamo perdere.......
siska 1 anno fa su tio
....perché nella maggioranza sono bad-person che vogliono farsi i c.......i propi e il cantone ticino é terra fertile per coltivare qualsivoglia professione. Anzi é terra promessa.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
@Tarok: se il Ticino é quello che é perché tutti vogliono venire qui da noi?
siska 1 anno fa su tio
Il cantone ticino odierno non é terra fertile per l'arte in generale é sempre stato un mio pensiero e lo é ancora oggi. Quando la politica e tutti gli attori che girano intorno decidono per l'arte, l'arte finisce. Poi se, un grande artista come Daniele Finzi Pasca, desidera lavorare in terra ticinese é una sua scelta e va rispettata solo che iniziare un persorso litigioso perché i vari personaggi del Lac, i vari politici di periferia si mettono di traverso bé che dire, siamo nel cantone ticino, luganighe, grigliate e siamo ancora alle patetiche feste campestri degli anni che furono e al salvadaio da tegniiiiii bééééééélllll streeeeeecccccc. Questione di mentalità insomma una cultura dei radar, una mentalità politica ancorata al passato (che non c'é più) e istituzionale quasi a definirsi patologica con disoccupazione e assistenza pubblica alle stelle.
MIM 1 anno fa su tio
Coinquilini? Finzi vuole essere il direttore di tutto, la volete capire?
Tarok 1 anno fa su tio
ticino triste landa di piccoli invidiosi e meschini, pronti solo a farti lo sgambetto. Finzi chi te lo ha fatto fare di venire in mezzo a questi provincialotti? dumà fotbal e risot e lüganig: altro è superfluo.
sedelin 1 anno fa su tio
non so quali fossero gli accordi iniziali, ma a me quella di finzi pasca sembra una richiesta impossibile per chiunque. lui é arrivato dal canada con la sua compagnia, ha portato gagnon e adesso...pretende, favore contro favore. no, non funziona così, cala!
Um999 1 anno fa su tio
@sedelin Se definisci i professionisti veri del proprio mestiere (riconosciuti a livello mondiale) soltanto “gente che pretende” senza aver sentito ragioni professionali o limiti imposti ...ambè ...
Mat78 1 anno fa su tio
Finzi, il mondo non gira attorno a te, sgonfiati un po' che hai rotto!
Um999 1 anno fa su tio
@Mat78 Infatti, ci sono anche i mediocri o gente che lo fa per hobby, ma non si devono pretendere file e successi della scala di Milano. Ma bensì obiettivi da paesini
albertolupo 1 anno fa su tio
Eh bon adesso piantala però. Non sono tutti obbligati a volerti bene.
TOP NEWS Ticino
CADEMPINO
1 ora
L'insalata era nell'orto
Il decreto di chiusura riguarda anche i negozi di piantine e sementi. Caminada: «L'orto come occasione per stare a casa»
CANTONE
2 ore
La replica di Regazzi: «l’MPS preferisce creare disoccupati»
Il consigliere nazionale reagisce agli attacchi: «Privilegiati? Il rischio di fallimenti a catena è del tutto reale»
CANTONE
6 ore
«Non è previsto per ora un lockdown come in Italia»
Il consigliere federale in diretta da Palazzo delle Orsoline. Ignazio Cassis a 360 gradi sull'emergenza in corso
CANTONE
7 ore
Coronavirus in Ticino: negli ospedali sono guarite 58 persone
Sono 415 le persone attualmente ricoverate nelle strutture dedicate alla cura dei pazienti Covid-19.
CANTONE
9 ore
Superati i cento morti in Ticino
Nelle ultime ventiquattro ore altre 125 persone sono risultate positive al Covid-19. Dodici i nuovi decessi
CANTONE
10 ore
Covid-19, i dubbi delle donne incinte
Intervista ad Andrea Papadia, primario in ginecologia e ostetricia presso l’ospedale Civico di Lugano (EOC)
CANTONE
12 ore
Coronavirus: Ermotti dona 1 milione di franchi per il Ticino
«La situazione è drammatica - sottolinea -. Ognuno dovrebbe almeno chiedersi se possa aiutare».
LUGANO
12 ore
«Ho dovuto rintanarmi in cantina»
Il diario scritto durante la quarantena: una famiglia bellinzonese contagiata, un 72enne intubato alla Carità
CANTONE
19 ore
Se gli anziani fanno gli “gnorri” al supermercato
C'è chi mente sull'età, e chi nega pure il documento. Nei casi più estremi si arriva anche alle minacce
CANTONE
23 ore
Centinaia di controlli, e qualche lamentela
Una settimana di posti di blocco e interventi nelle aziende. La Polizia: «I ticinesi si stanno comportando bene»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile