tipress
Daniele Finzi Pasca
LUGANO
17.09.18 - 16:120
Aggiornamento : 18:14

Finzi Pasca si lamenta, il Lac risponde

Il regista in un'intervista ha puntato il dito contro il centro culturale, annunciando l'intenzione di andarsene. Roberto Badaracco: «Piena fiducia alla direzione»

LUGANO - Il Lac delle polemiche non si smentisce. Ad accendere la miccia questa volta è Daniele Finzi Pasca, uno dei nomi più illustri del mondo dello spettacolo ticinese. In un'intervista al Corriere del Ticino, il regista e coreografo oggi ha puntato il dito contro la direzione del centro culturale, colpevole di non dare abbastanza «spazio» alla sua compagnia. 

«Al Lac hanno paura che possiamo fare ombra agli altri perché siamo una pianta grande» ha dichiarato Finzi Pasca, sottolineando che «quando mi hanno offerto di dirigere il Lac, anni fa, ho rifiutato, proponendo di scegliere dei bravi funzionari e offrendo il mio aiuto nel cercarli.  È un po' strano che poi i funzionari ti dicano che per te non c'è più spazio».

Insomma una guerra aperta: tanto che il regista avrebbe già deciso di lasciare Lugano. «Nella Compagnia siamo divisi: io sono già via, nel mio cuore. Onestamente lo sono da un po'». 

A rispondere è Roberto Badaracco, municipale e presidente del consiglio direttivo del Lac. «Abbiamo preso atto delle dichiarazioni che inficiano i rapporti tra le due istituzioni, non condividendole» si legge in una nota odierna. «Il Lac è un centro culturale che si basa su un’accoglienza teatrale e concertistica differenziata ospitando ben tre stagioni artistiche» sottolinea Badaracco. Insomma la sala del teatro è «pressoché sempre occupata» e questo «in ossequio a quanto stabilito dalla Convenzione di sostegno congiunto» sottoscritta anche da Finzi Pasca.  

Gli accordi sono «in linea con quanto fanno anche gli altri teatri internazionali, assicurando alla Compagnia tra le altre cose il più lungo periodo di creazione in sede» conclude il municipale, ribadendo la «piena fiducia nell'operato della direzione». Accuse, dunque, rispedite al mittente. 

 

Commenti
 
moma 8 mesi fa su tio
Tradotto in parole povere ma efficaci, sono capricci da star. Tutto qui. Si è guadagnato una stima mondiale e ora fa la star. Giusto o non giusto, non lo so. Voli pure in alto, l'importante è che riesca sempre a volare bene, altrimenti cadere dall'alto sarebbe dura.
pillola rossa 8 mesi fa su tio
Troppo grande per rimanere a Lugano. Vola in alto Daniele!
siska 8 mesi fa su tio
@pillola rossa Ben detto pillola rossa, e il caro Daniele Finzi Pasca avrà la sua grande opportunità sicuramente c'é già chi lo vorrà invitare a braccia aperte.
Tato50 8 mesi fa su tio
@pillola rossa Fino a Andermatt !!
MIM 8 mesi fa su tio
Non ne ha mai abbastanza
Nicklugano 8 mesi fa su tio
Beh, se se ne va, devo dire che mi dispiacerebbe, è comunque una persona importante in ambito teatrale a livello che va ben oltre il luganese. Ma se nel cuore è già da tempo lontano da Lugano, ha ragione ad andarsene, noi dormiremo lo stesso anche senza Finzi Pasca.
KilBill65 8 mesi fa su tio
Perdere un'artista come Finzi Pasca visto che e' conosciuto a livello internazionale, mi sembra eccessivo, spero che fra' le parti trovino un'accordo.....Mi spiacerebbe molto se ne va dal Ticino!!!....Abbiamo bisogno di artisti del suo livello da noi....
Fran 8 mesi fa su tio
Va beh. È cosa risaputa che l'artista a 'casa sua' non é mai apprezzato come invece merita. Anche il lac preferisce dare spazio a chi viene da lontano . Meglio ancora se dall'estero! Che dire? Anche i prezzi per noi poveri Ticinesotti sono impagabili o solo con grandi sacrifici. Così noi in famiglia ci limitiamo a portare i figli studenti che pagano 20 fr. E noi genitori poveri pitocc aspettiamo ... in auto o al bar.
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora

Dall'Ascensione al Corpus Domini: giorni di fuoco per l'A2

Le previsioni del traffico dell’USTRA verso i numerosi ponti festivi tra fine maggio e il prossimo 20 giugno

CANTONE
3 ore

«I manager di Kering non hanno ingannato le autorità»

Non luogo a procedere sul caso delle presunte residenze fittizie. Garzoni: «La Legge federale sugli stranieri si applica unicamente a cittadini che non fanno parte della comunità europea»

CANTONE
5 ore

Lo spropositato costo in Ticino di riviste e vestiti

Paghiamo più del doppio rispetto all’Italia. Confrontati i prezzi  di 115 giornali e riviste. Un esempio? Quattroruote costa da noi quasi tre volte di più. L’ACSI: «È ora che la politica intervenga»

CANTONE
8 ore

«Ci sono momenti in cui si comprende la fragilità della vita»

In vista della giornata della buona azione del prossimo 25 maggio, il ventenne Richard Benaglia ci racconta la sua esperienza come pompiere volontario

S.ANTONINO
9 ore

I dipendenti Kering impauriti: «Ci hanno detto di non parlare»

Il personale disorientato dalle notizie, e tranquillizzato dall'azienda. Trasferirsi a Novara? «Un'opzione per pochi»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report