TiPress
CANTONE
07.09.18 - 16:010
Aggiornamento : 16:46

Cardiocentro: ecco l'iniziativa popolare

La Nuova Fondazione, non profit, avrà un Consiglio di fondazione composto da 7 membri, rileverà tutti i contratti di lavoro e resterà nell'immobile già occupato. Godrà inoltre di piena autonomia

LUGANO - Una nuova Fondazione non profit sotto il cappello dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC), ma in piena autonomia rispetto allo stesso. È questa la proposta elaborata dal gruppo “Grazie Cardiocentro” per «superare l’impasse» attuale.

Manca poco, infatti, al previsto ritorno del Cardiocentro in mano pubblica. Nel 2020, lo ricordiamo, la struttura medica dovrebbe tornare sotto l’EOC, ma il gruppo di sostegno “Grazie Cardiocentro” aveva promesso che avrebbe lottato per «assicurare anche in futuro la stessa qualità delle cure». Per raggiungere questo scopo, era stata annunciata un’iniziativa popolare, presentata concretamente oggi in conferenza stampa.

Nuova Fondazione - La soluzione proposta rispetta l’impegno di trapassare il patrimonio della Fondazione Cardiocentro Ticino (FCCT) all’EOC nel dicembre 2020 (così come da contratto stipulato tra le parti), con la condizione che l’EOC le conferisca un “vestito giuridico” diverso nella forma di una nuova Fondazione non profit.

L’iniziativa - il cui primo firmatario è il Prof. Tiziano Cassina, vicedirettore sanitario del Cardiocentro e primario di Cardioanestesia e Cure intensive – prevede una modifica della Legge sull’Ente Ospedaliero Cantonale (LEOC), con l’aggiunta di un nuovo articolo.

Il Consiglio di fondazione - La vecchia Fondazione Cardiocentro Ticino cesserà di esistere così com’è, in favore della Nuova Fondazione Cardiocentro Ticino (NFCCT) con una nuova governance. Il primo Consiglio di fondazione sarà nominato dal Consiglio di Stato su proposta di quattro soggetti: Cardiocentro (che proporrà 3 membri), Consiglio di amministrazione dell’EOC (2 membri), mondo universitario (1 membro nel contesto del Master in medicina umana e della nuova facoltà di scienze biomediche) e Commissione del personale (1 membro). Nessuno degli attori avrà la maggioranza e potrà di conseguenza imporre alcuna decisione in solitaria.

Il personale - L’iniziativa prevede esplicitamente che vengano rilevati dalla Nuova Fondazione tutti i contratti di lavoro, senza distinzioni di ruolo e a tempo indeterminato.

L’EOC garantirà la continuità dell’attività della Fondazione Cardiocentro Ticino nella Nuova fondazione Cardiocentro Ticino, che manterrà la vocazione non profit e di pubblica utilità riprendendone lo scopo e lo statuto (con durata illimitata). La Nuova Fondazione godrà di piena autonomia, in ogni ambito della propria attività, rispetto all’EOC.

L’immobile - L’EOC costituirà inoltre un nuovo diritto di superficie (dell'immobile già occupato) in favore della Nuova Fondazione Cardiocentro per la durata di 99 anni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 2 anni fa su tio
Io non capisco perché non si rispettano i patti, non capisco tutti questi movimenti anti EOC, però una domanda per i firmatari dell'iniziativa l'avrei ed è la seguente: visto che la missione per un dottore è curare la gente che sta male e visto che del loro quotidiano non cambierebbe niente, mi fa specie tutta questa paura che hanno di perdere cosa? Soldi? La questione è solo questione di soldi? Quindi se è così il cardiocentro è sopratutto un business a favore di pochi? Ora comincio a capire perché in ticino c'è la più alta percentuale di operazioni al cuore....., sarà che i ticinesi sono un popolo cardiopatico o sarà che ci si inventa qualche operazione di troppo per mandare avanti il business? Poi ci domandiamo il perché degli aumenti sistematici delle casse malati, diciamo che tutti pagano ma solo pochi guadagnano.
seo56 2 anni fa su tio
Cosa non si fa per salvaguardare “ül cadreghin”... chi paga il contribuente! Caro Mocetti i contratti e le volontà altrui vanno rispettate. A lei fa comodo l’iniziativa popolare perché avete “spaventato” le persone facendogli credere che il Cardiocentro sotto l’EOC sarebbe “morto”. Ho solo una parola.... VERGOGNA!!
Sciacallo 2 anni fa su tio
Il tutto per poter continuare il magna magna
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 min
In Ticino cinque nuovi contagi, ma anche oggi nessun decesso
Nelle strutture sanitarie si contano attualmente tre pazienti Covid
LUGANO
1 ora
Autogestiti: "La loro sede in un'altra località del cantone"
L'UDC chiede la creazione di una task force cantonale
VIDEO
MENDRISIO
3 ore
Le abili mani in dogana che ci fanno sentire più sicuri
È una sfida con chi ogni giorno si inventa un sistema per eludere i controlli doganali.
BELLINZONA
4 ore
Dopo i sorpassi di spesa, l'appalto a prezzi stracciati
I lavori all'ex Petrolchimica preventivati per 200mila franchi sono stati deliberati dal Municipio per 62mila franchi
FOTO
MAROGGIA
4 ore
Il cammino per la rinascita del Mulino prosegue
Sono passati quasi sette mesi dal terribile rogo, ma la vicinanza e la solidarietà della gente sono sempre grandi.
AGNO 
16 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
17 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
17 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
19 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
22 ore
Dal Ticino parte la lotta al «ricercato speciale»
Agroscope ha lanciato uno strumento innovativo per monitorare la diffusione del coleottero giapponese.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile