Davide Giordano
+ 17
CANTONE
06.09.18 - 06:070
Aggiornamento : 08:38

Anche a Lugano tutti pazzi per Mamma Mia! E l'anteprima è un successone

Un pubblico vestito con i colori tipici della Grecia ha apprezzato l'atteso sequel

LUGANO - Sala gremita ieri sera per l'anteprima di Mamma mia al Cinestar. Un pubblico vestito con i colori tipici della Grecia, bianco e blu, Paese in cui è ambientato il film. Qualcuno si è spinto oltre presentandosi alla proiezione vestito con il look da Abba. Un musical che ha messo d'accordo tutti, sia i fans più sfegatati del gruppo svedese sia i semplici curiosi. Un'approvazione che è sfociata in un applauso del pubblico in sala a fine film.

Il film:

Tre buste – anzi quattro, anzi tre «Perché tanto nonna non viene mai» –  pronti da imbucare con gli inviti per una grande festa sul paradisiaco atollo greco di Kalokairi. Comincia in modo che più familiare non si potrebbe “Mamma mia! Ci risiamo” seguito del musical cinematografico diventato un successo planetario e un vero e proprio fenomeno di costume.


Keystone

Un sequel che, in maniera abbastanza originale, è pure un prequel diviso su due linee temporali con due storie divise ma indissolubilmente collegate. La prima, quella del presente, che racconta le vicissitudini del cast originale e il lavoro di Sophie (Amanda Seyfried) per l'apertura del Bella Donna Hotel. La seconda, invece, è quella del passato che segue le avventure della giovane Donna (interpretata dalla brillante stellina Lily James) in quella fatidica estate nel 1979, con la scoperta dell'isola e dei tre amori che daranno poi i natali a Sophie.


Universal

Due storie, dicevamo, distinte ma legate con continui rimandi e intrecci di personaggi e luoghi. Altro filo conduttore – e non potrebbe essere altrimenti  – è quello della musica. E qui, già lo sapete, si parla di Abba. Meglio, di Abba a catinelle: fra successoni pazzeschi a pezzi più ricercati arrangiati e coreografati spesso con discreta fantasia.


Universal

Se il cast originale resta a prova di bomba e convince sempre  – soprattutto con i comprimari di lusso come Colin Firth, Christine Baranski e Julie Walters – vera sorprese è la giovane Lily James che trasporta di peso particamente da sola tutta la parte del film ambientata nel passato. Una Donna, la sua, solare e straripante ma anche tribolata e tridimensionale nella sua ricerca/fuga nel bel mezzo del Mediterraneo.


Universal

In definitiva con “Mamma mia! Ci risiamo” da divertirsi ce n'è: se vi aspettate una festa scoppiettante e un paio di orette spensierate passate a cantichiare allora è proprio il film che fa per voi.


Universal

Vera e propria sorpresa di “Mamma mia! Ci risiamo” è Lily James, giovane attrice britannica in rapidissima ascesa: «Sono da sempre una fan sfegatata del musical e degli Abba», ha raccontato all'Hollywood Reporter, «da piccola mio papà mi aveva fatto una cassettina dei loro pezzi e la ascoltavo costantemente». La sfida di vestire i panni di una versione giovane della Donna originariamente interpretata da Meryl Streep non l'ha affatto spaventata: «In realtà è stato davvero divertente. Ho guardato il film un'infinità di volte. Lei è così coraggiosa e spavalda! Mi sono anche fatta una colonna sonora con tutte le sue battute in quel film, e giravo per casa con le cuffiette, come una matta facendo playback».

Universal
Guarda tutte le 20 immagini
TOP NEWS Ticino
LAVENA PONTE TRESA
4 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
6 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
7 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
7 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
8 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
9 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
10 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
11 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
12 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
13 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile