Una cimice e servizi igienici all'interno del centro.
CAMORINO
27.08.18 - 17:300
Aggiornamento : 18:03

Nel bunker dei profughi: «La notte escono a dormire»

È polemica sul centro sotterraneo di Camorino, dove vivono al momento 44 rifugiati. L'avvocato: «Condizioni non decorose». Oggi un incontro con la Croce Rossa e il Dss

CAMORINO - Nel “bunker degli asilanti” a Camorino tira una brutta aria. Letteralmente: i rifugiati durante l'estate hanno lamentato caldo, scarsa areazione, poca pulizia e cimici nei materassi (vedi foto). Sabato la protesta: oggi pomeriggio una delegazione dei manifestanti ha ottenuto un incontro con i rappresentanti del Cantone e della Croce Rossa, che gestisce il centro dopo lo scandalo Argo 1.

Le critiche - «La situazione all'interno del centro non è decorosa» spiega l'avvocato Immacolata Iglio Rezzonico, che assiste alcuni dei rifugiati. «Parliamo di una struttura sotterranea, dove a causa delle elevate temperature e delle condizioni igieniche diversi rifugiati non riescono a prendere sonno. Escono all'esterno, la notte, per dormire. Rischiando per questo di essere sanzionati».

Già due disinfestazioni - I responsabili del centro ribattono alle accuse punto per punto: «E’ vero che qualcuno cerca e in parte trova, tramite conoscenti, delle alternative per non dormire al centro. La struttura a molti non piace» spiega la direttrice di Croce Rossa Ticino Josiane Ricci. Quanto alle cimici «abbiamo già chiesto due interventi di disinfestazione nel mese di agosto, ne stiamo valutando un terzo» aggiunge: «Per la pulizia personale, gli ospiti vengono forniti di prodotti igienici quando lo chiedono». 

«Trasloco impossibile per ora» - Resta il problema della struttura «non ideale di per sé» perché sotterranea: lo riconosce Renato Bernasconi, direttore della Divisione azione sociale e delle famiglie (Dasf). Ma un trasloco degli ospiti (44 a oggi) non è possibile: «Non prima che vengano realizzati degli alloggi in superficie. Il progetto – dice il funzionario – è già allo studio». Fino ad allora, agli asilanti toccherà aspettare. 

TOP NEWS Ticino
SONDAGGIO
CANTONE
1 ora

Taglia l'erba alle 19.30: arriva la polizia e lo ferma

Scena surreale sulle colline di Cugnasco-Gerra. Eppure i regolamenti comunali parlano chiaro. Il comandante Dimitri Bossalini: «Qualcuno ha richiesto il nostro intervento»

CANTONE
3 ore

Vuole fare il volontario: ma il curatore gli mette limiti

La vicenda di un cinquantenne bellinzonese, attivo nei City Angels, riapre il dibattito sulle persone sotto tutela. Fino a che punto si può spingere l’autorità?

CANTONE
4 ore

L'allarme Cinipide è rientrato:  «Ci sarà un buon raccolto di castagne»

La ricomparsa delle "galle" sugli alberi aveva fatto temere un ritorno dell'insetto dannoso: «Ma anche l'antagonista è in azione. L'equilibrio è ristabilito» dice il capoufficio della selvicoltura

CANTONE
14 ore

Prima i permessi falsi, ora i tentati furti

Il processo per i permessi è stato rinviato in quanto uno degli imputati è l’uomo arrestato per i colpi al bancomat di Sant’Antonino

CADENAZZO
14 ore

L'ombra del 5G sul palazzo a luci rosse

Presso lo stabile dell'ex "Bosco" sono già sorte le modine per piazzare l'antenna. La domanda di costruzione è appesa all'albo. Intanto, nell'ombra si muove l'opposizione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile