Immobili
Veicoli
tipress
CANTONE
15.07.18 - 10:200

Inneggiò al nazismo, arriva l'avanzamento di grado

La Polizia: «È stato attribuito a fronte delle sue capacità professionali, dimostrate nell’ultimo periodo della sua attività»

LUGANO - A inizio 2016 era balzato agli onori della cronaca per la pubblicazione su Facebook una serie di post inneggianti al nazismo e al fascismo. «L’unica soluzione per questi maiali», aveva scritto in un'occasione aggiungendo una foto con Adolf Hitler e Benito Mussolini.

Quel poliziotto, in quell'occasione, era stato trasferito ad altre mansioni, con funzioni prettamente amministrative. Lo stesso poliziotto fra poche settimane diventerà sergente maggiore. Il suo nome - riferisce il Caffé - compare infatti nella lista delle promozioni che avranno effetto il prossimo 1° agosto.

E il nome non manca di far sorgere malumori all’interno del corpo di polizia. Il graduato, infatti, è stato anche oggetto di un decreto d’accusa firmato dall’allora procuratore generale John Noseda, che proponeva una condanna a 90 aliquote giornaliere sospese condizionalmente per due anni, per il reato di istigazione alla discriminazione razziale.

Ciò nonostante, sarà promosso a sergente capo. Avrà, insomma, anche degli agenti sotto il suo comando. «Il Consiglio di Stato - spiega la polizia cantonale - ha conferito a seguito di un concorso un incarico all’agente Edy Imperiali in qualità di sergente maggiore. Tale incarico, che come da prassi si trasformerà in nomina al momento in cui il collaboratore avrà superato le previste formazioni, è stato attribuito a fronte delle sue capacità professionali, dimostrate nell’ultimo periodo della sua attività, e in ragione del fatto che ha scontato le sanzioni comminategli, sia amministrativamente sia penalmente».

Una spiegazione che - stando al domenicale - ha lasciato l’amaro in bocca a molti colleghi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Pensionati del Cantone: «Decisione scandalosa»
Il Vpod promette un autunno "caldo" di proteste contro i tagli alle rendite
ROSSA (GR)
2 ore
Trovato morto un escursionista dato per disperso
L'uomo ieri non si era presentato al lavoro. È precipitato da una parete rocciosa sopra il Lagh de Calvaresc.
LAMONE
3 ore
Poliziotti sotto indagine: «Diamo massima fiducia. L'inchiesta è chiusa»
Il Municipio di Lamone e la Commissione intercomunale della Polizia del Vedeggio si esprimono sugli agenti indagati.
CANTONE/UCRAINA
5 ore
Ricostruire l'Ucraina, partendo da Lugano? «Va fatto nel modo giusto»
L'appello delle Ong svizzere al Consiglio federale: «Non decidano solo i Governi, si ascoltino le popolazioni colpite»
CANTONE
6 ore
Covid, terapie intensive vuote
È la prima volta da oltre 10 mesi. Negli ospedali ticinesi restano ricoverate 43 persone
CANTONE
9 ore
Nebbia sul frontaliere che si porta a casa l’auto della ditta
Nasce il Registro dei Veicoli Immatricolati all’Estero. Chi non si iscrive, rischia il sequestro del veicolo.
LAMONE
9 ore
Quattro poliziotti finiscono sotto indagine
Si tratta di un terzo dell'effettivo della Polizia del Vedeggio. E sarebbe coinvolto anche il vicecomandante.
CANTONE
11 ore
Il taglio record nel bosco... dopato dallo scirocco
Una notte tempestosa all'origine del primato ticinese della produzione legnosa
LOSONE
21 ore
Il "re del karaoke" insegna calcio e inglese ai ragazzini
Sfida estiva per lo showman Jimmy Smeraldi: «Abbino pallone e apprendimento della lingua. Ci divertiremo».
CANTONE
1 gior
Turisti spaventati dai lupi? «Il problema non esiste»
I lupi, contrariamente a quanto affermato da Germano Mattei, non influenzerebbero negativamente il turismo ticinese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile