TiPress - foto d'archivio
AIROLO / GÖSCHENEN
13.07.18 - 16:430
Aggiornamento : 20:05

Traffico per le vacanze estive, code chilometriche al portale nord del Gottardo

Viasuisse prevede un picco di 13-15 chilometri durante il fine settimana in direzione sud

GÖSCHENEN - Venerdì di traffico intenso in direzione sud, complice la partenza per le vacanze estive. Particolarmente colpito l’asse nord-sud della A2: il TCS alle 16.30 segnalava traffico bloccato per 6 chilometri tra Amsteg e Göschenen con ritardi fino a 1 ora. Gli automobilisti vengono invitati a percorrere la A13 Coira - San Bernardino - Bellinzona, o i tanti passi alpini aperti in questa stagione. 

Un picco di 13-15 chilometri - Le vacanze estive iniziano questo fine settimana nel canton Zurigo e alla fine della prossima settimana anche nel canton Argovia. La prima grande ondata di traffico in direzione sud intaserà le strade e autostrade della Svizzera a partire da oggi. Anche i tedeschi della Renania Settentrionale-Vestfalia e gli abitanti delle province centrali dei Paesi Bassi sono pronti a partire.

La durata del viaggio, sottolinea Viasuisse, per coloro che partiranno in automobile, sarà inevitabilmente più lunga sull’asse nord-sud della Svizzera. Il punto nevralgico sarà naturalmente la galleria del San Gottardo. Secondo le previsioni, nel pomeriggio le colonne aumenteranno e potrebbero arrivare a 9-10 chilometri protraendosi addirittura per tutta la notte per poi aumentare in modo massiccio già sabato mattina presto.

Tra le 5 e le 13 di sabato, Viasuisse si aspetta un picco di 13-15 chilometri. Questo significa che gli automobilisti dovranno pazientare davanti al portale nord della galleria circa due ore e mezza. Una lenta diminuzione delle colonne non è prevista prima delle 14 del pomeriggio. Il traffico attraverso la galleria del San Gottardo in direzione sud dovrebbe tornare alla normalità solo verso le 19 di domani.

Chi partirà domenica si troverà incolonnato davanti al Gottardo tra le 7 e le 18, anche se – stando alle statistiche degli anni precedenti – le code non dovrebbero superare i 7 chilometri.

I consigli - Secondo Viasuisse, è comunque anche possibile evitare le interminabili code, ad esempio, pianificando il proprio viaggio in settimana. La mattina prima delle 9 o la sera dopo le 19, le strade sono generalmente poco trafficate. Ma anche tra le 9 e le 19 non dovrebbero esserci troppi problemi: durante quest’orario Viasuisse prevede tempi d’attesa di “appena” 30-60 minuti.

Un’altra strada? - Chi non vuole innervosirsi già all’inizio del viaggio, sceglie un’altra strada. In estate, i percorsi alternativi sono molteplici: non riducono necessariamente la durata del viaggio, ma rendono il tragitto più piacevole. Attraversando, ad esempio, i passi del Susten, del Grimsel, della Furka, del Gottardo e della Novena si potrà godere del panorama alpino.

Partendo da Basilea, da Zurigo o dalla Svizzera orientale in direzione sud, l’alternativa migliore è passare dai Grigioni, attraverso la A13 del San Bernardino, soprattutto quando le code al Gottardo hanno raggiunto i 6 chilometri. Ma anche su questo percorso non sono da escludere rallentamenti o colonne. Se dovesse però verificarsi una situazione del genere, si può sempre decidere di attraversare il passo del Lucomagno.

Il treno – Chi intende invece rinunciare all’automobile per non ritrovarsi in qualche ingorgo, può viaggiare in tutto relax in treno. Le FFS mettono a disposizione – soprattutto nel weekend – diversi posti supplementari. In questo caso, è consigliabile effettuare una prenotazione.

Traffico tutta l'estate? - Sulle strade svizzere, anche nei prossimi due fine settimana di luglio si prospettano traffico intenso, colonne e tempi d’attesa. Viasuisse consiglia di pianificare il viaggio con anticipo tenendo conto anche dei percorsi alternativi. Consultando l’applicazione gratuita del TCS sarete sempre aggiornati sulla situazione attuale del traffico.

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
58 min
Aziende ticinesi: «La situazione attuale è particolarmente critica»
In un sondaggio di UBS le ditte prevedono di tornare nel 2022 allo stesso livello di fatturato pre-crisi.
VIDEO
AGNO
2 ore
«Ragazzi che cercano problemi», aggredito il rapper Daytona KK
Dalla vita reale a Instagram, passando dalla zona del Luna Park. Da una parte spavalderia, dall'altra derisione.
CANTONE
6 ore
«Paghiamo le riaperture. I casi? Cresceranno ancora»
Le previsioni del direttore dell’Epatocentro Ticino, Andreas Cerny: «Troppo preso per parlare di ondata "benigna"»
BELLINZONA
6 ore
Girava con l'erba, bloccato dagli agenti
La polizia ferma un uomo in Viale Stazione. Interrogatorio davanti a decine di presenti.
BISSONE
12 ore
Operaio ferito questa mattina a Bissone
Sarebbe stato schiacciato dal materiale usato per i lavori.
CANTONE
12 ore
Contagi sotto la decina nel weekend
Colpisce il numero delle ospedalizzazioni: il 50% di coloro che sono stati trovati positivi
LOCARNO
14 ore
Stalkerizzata dalla ditta di incasso
Vicenda surreale per una giovane, dopo un acquisto online. Regolarmente pagato. I retroscena.
CANTONE
16 ore
Giovani in ansia durante il Covid
Pro Juventute ha potenziato il suo 147 con la chat: «Siamo stati contattati da ragazzi sofferenti per i lutti da Covid»
PURA
23 ore
«Il mio viaggio di 23mila km, senza prendere un aereo»
Una giovane donna ticinese ha scelto di percorrerli da sola per mettersi in gioco e superare i suoi limiti
CANTONE
1 gior
Rientro a scuola: ecco i tre scenari
Il Decs sta studiando un piano per settembre. Bertoli: «Gli istituti dovranno essere pronti»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile