Ti Press
CANTONE / ITALIA
10.07.18 - 15:430
Aggiornamento 18:19

Affittano un appartamento che non c’è, truffata una famiglia ticinese

È successo a Fano. Avevano un appuntamento per la consegna delle chiavi, ma il proprietario non si è mai fatto vivo

FANO - Prenotare un appartamento per le vacanze in internet, arrivare sul posto e scoprire che in realtà l’appartamento non esiste. È il terrore di molti vacanzieri, che per una famiglia ticinese si è tramutato in realtà. È successo a Fano, nota località balneare delle Marche.

La famiglia, come riporta oggi “il Resto del Carlino”, aveva appuntamento al civico 68 di via Dante Alighieri, dove avrebbe dovuto incontrarsi con il proprietario dell’appartamento affittato per trascorrere le vacanze con la moglie e la figlia disabile. L’uomo si era occupato personalmente della prenotazione: aveva visionato le foto della casa in internet, quindi aveva chiamato quello che si dichiarava essere il proprietario dell’alloggio messo in affitto per 600 euro a settimana, gli aveva bonificato la somma pattuita e aveva preso appuntamento per lo scambio delle chiavi. L’incontro era fissato per le 17 di domenica scorsa, ma alle 19 nessuno si era ancora fatto vivo e nessuno rispondeva al telefono.

I tre, su consiglio di alcuni passanti che evidentemente già avevano capito, si sono dunque rivolti alla Guardia di Finanza di Fano, che in pochi minuti ha raggiunto lo stabile in questione. Lo conoscevano bene perché non era la prima volta che un turista straniero chiamava per dire che il proprietario del loro appartamento per le vacanze non si era presentato all’appuntamento. Era ad esempio successo qualche settimane prima ad una turista spagnola.

L’intervento dei finanzieri non solo è stato prezioso per fugare ogni dubbio, e per denunciare il fatto, ma ha anche permesso alla famiglia di trovare un’altra sistemazione, in zona Lido, che rispecchiasse ugualmente le esigenze particolari della ragazzina disabile.

Commenti
 
Igor Gutschen 1 sett fa su fb
ma se sta gente imparasse a fare le prenotazioni con paypal, airbnb, avrebbero anche le tutele del caso.
Afeni Liotta 1 sett fa su fb
Si ma gli alberghi storcono il naso con bimbi e cani, che faccio lì appendo al palo e vado in vacanza?
Igor Gutschen 1 sett fa su fb
non basta prenotare le case e gli appartamenti attraverso siti che offrono garanzie e che accettano pagamenti tramite paypal
Valeria Tenderini 1 sett fa su fb
E non sarà sicuramente l unica
Dayana Grob 1 sett fa su fb
Dai da zona Sassonia a zona lido meglio. Mi spiace ... meglio andare sul sicuro... camping fano dispone di bungalow magari possono andar bene anche x un disabile.
Monica Gottardi 1 sett fa su fb
Io faccio sempre tramite booking...almeno sono sicura
Romano El Nardo Nardelli 1 sett fa su fb
..si recita che "chi fa da sè, fa per...3". Ecco, si...cip e ciap
Giuseppe LD Minafra 1 sett fa su fb
andate in un albergo normale, invece di case private, e vedete che questo non succede
Sandra De Matteis 1 sett fa su fb
Oh succede anche per gli alberghi...che quando arrivi non ci sono...o sono in fase di ristrutturazione...o addirittura non ancora terminato di costruirlo...in Italia e anche altrove
Giuseppe LD Minafra 1 sett fa su fb
indubbiamente, ma un albergo è molto meno soggetto a problemi di questo tipo in quanto maggiormente "tracciabile".
Carla Cavalli Lipari 1 sett fa su fb
Purtroppo non succede solo in Italia! È successo anche in Olanda (Amsterdam) !!
Angelo Michele Maiorano 1 sett fa su fb
Polli allo spiedo
Anto Ferrari 1 sett fa su fb
Polli allo spiedo un corno, farabutti senz'altro
Miris Gregori 1 sett fa su fb
Vatti a fidare di certi Italiani 4 famiglie straniere truffate
Potrebbe interessarti anche
Tags
appartamento
famiglia
appuntamento
proprietario
fano
famiglia ticinese
vacanze
ticinese
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report