LOCARNO
04.07.18 - 10:420

Torna Luci e Ombre, per una notte “stellare”

Non solo spettacolo pirotecnico, ma anche attività e intrattenimenti di ogni genere. Per tutti

LOCARNO - La magia di una Notte di San Lorenzo… al contrario. A regalarla, a tutti i visitatori presenti sabato sera nel Locarnese, sarà la “Pioggia di comete”, il nuovissimo spettacolo di fuochi d’artificio ideato dalla Pirotecnica con sede ad Ascona per l’edizione 2018 di Luci e Ombre, in programma sul lungolago di Locarno-Muralto da domani a sabato. «Abbiamo pensato a una coreografia suggestiva, in grado di affascinare chiunque, dai bambini agli anziani, a tutti gli innamorati» racconta Andrea Colombo, titolare insieme al gemello Luca.

«Nell’arco di oltre 30 minuti – spiega – circa 13.000 colpi daranno vita a una vera e propria pioggia stellare che partirà dal lago per arrivare fino al cielo». Lo show, tra i più attesi a livello cantonale e molto apprezzato anche a livello internazionale, sarà garantito dall’impegno di una decina di addetti ai lavori attivi sul lago già da diversi giorni per sistemare le dieci postazioni di sparo.

Detto per inciso: chiusa l’esperienza locarnese, la Pirotecnica si recherà in Spagna per partecipare un concorso internazionale e, a settembre, a Kaliningrad, in Russia, per una gara di livello mondiale. L’appuntamento è dunque per sabato sera alle 22.45. Come da tradizione, una serie di segnali acustici in programma a partire dalle 22 segnaleranno al pubblico l’avvio dello spettacolo o un suo eventuale rinvio: un colpo singolo significherà il suo normale svolgimento, due colpi distinti un suo rinvio di qualche minuto, una raffica di cinque colpi consecutivi il posticipo al giorno seguente, domenica 8 luglio, alla stessa ora.

Non solo fuochi - Ma, naturalmente, il programma di Luci e Ombre non si ferma allo spettacolo pirotecnico. Anzi. Esso propone attività e intrattenimenti di ogni genere, per tutti, a partire dalle 16 di domani, con l’apertura del mercatino, e fino a sabato notte. Tra gli eventi da non perdere – oltre ai concerti, agli spettacoli e alle dimostrazioni in cielo, sull’acqua e sui numerosi palchi disseminati lungo il lungolago cittadino – l’esposizione del Blue Bird K3, un piccolo idroscafo inglese che nei primi giorni di settembre del 1937, guidato dal pilota Malcolm Campbell, sul Lago Maggiore stabilì il nuovo record di velocità mondiale, raggiungendo i 208,37 km/h. L’imbarcazione, giunta per l’occasione direttamente dall’Inghilterra, potrà essere ammirata sotto una tensostruttura posizionata all’altezza di via Ballerini. Accanto all’idroscafo, sarà allestita una mostra di fotografie d’epoca recuperate dall’archivio storico e raffiguranti momenti cruciali del record. Verrà anche esposta la coppa donata proprio nel 1937 dall’allora pilota Sir Malcolm Campbell alla Società Canottieri di Locarno. Alle 18.30 di domani l’inaugurazione ufficiale dell’esposizione.

All’appuntamento, come anche durante tutto l’evento, sarà presente l’equipaggio inglese che ha reso possibile il recupero del motoscafo, con il pilota e proprietario Karl Foulkes-Halbard. Momento clou di questa suggestiva presenza sarà l’esibizione sull’acqua dell’imbarcazione, di fronte ai lungolaghi di Minusio e Muralto, venerdì sera, dalle 20 alle 21.

Infine si ricordano alcune variazioni per la viabilità: chiusa fino alle 12 di lunedì 9 luglio la via Lungolago Motta, tra via Orelli e la curva di viale dell’Isolino; sbarrato fino alle 4 di sabato, 7 luglio, il Debarcadero in entrata su viale Verbano, in direzione Muralto. Inoltre, sabato sarà chiusa via Orelli, in direzione del Lungolago, fino al Debarcadero, a partire dalle 20.30 e fino al termine della manifestazione.

TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report