BELLINZONA
04.07.18 - 09:430

Casa Marta chiede aiuto per partire

Mancano ancora alcune adesioni per far partire la struttura di prima accoglienza per le persone in temporanea difficoltà

BELLINZONA - Proseguono i lavori preparatori per la realizzazione del Progetto di Casa Marta, struttura di prima accoglienza per le persone in temporanea difficoltà e in particolare senza alloggio e rete sociale che si vuole realizzare a Bellinzona, riattando lo stabile fatiscente e in stato di totale abbandono in Via Guisan 3 E.

L’esperienza dei primi sei mesi del 2018 e il sovraffollamento di Casa Astra di Mendrisio, finora unico Centro del genere nel Cantone e «che si vede costantemente obbligata a rifiutare decine di richieste di assistenza», hanno nuovamente evidenziato l’estrema urgenza di un simile progetto per il Sopraceneri.

Tuttavia la raccolta fondi non ha finora ancora permesso di raggiungere i risultati auspicati e richiesti dal Municipio (che sostiene il progetto) per concedere alla Fondazione il Diritto di superficie.

Pur potendo contare su un credito ipotecario bancario, alla Fondazione necessiterebbe ancora almeno un milione di franchi.

Quindi l’inizio dei lavori, inizialmente fissato per la fine di agosto, deve obbligatoriamente venir rinviato di alcuni mesi.

Il Consiglio di fondazione lancia perciò un appello a tutte le persone, associazioni, fondazioni, parrocchie, ditte e imprese che condividono gli obiettivi sociali e urgenti del progetto a sostenerlo concretamente con delle donazioni.

In queste settimane si sta costituendo un Gruppo di sostegno al quale hanno finora già aderito oltre una ventina di personalità provenienti da vari ambiti (politico, religioso, socio-sanitario e culturale): Bruno Balestra, Mauro Baranzini, Mario Branda, Marina Carobbio, Marco Chiesa, Orlando Del Don, Nina Dimitri, fra Martino Dotta, Michele Ghielmini, Mons. Piergiacomo Grampa, Pelin Kandemir Bordoli, Mons. Valerio Lazzeri, Filippo Lombardi, Pietro Majno-Hurst, Graziano Martignoni, Giovanni Merlini, Alberto Nessi, Giorgio Pellanda, Fulvio Pelli, Fabio Pusterla, Laura Sadis, Paolo Tognina e Marco Zappa.

 

Per maggiori dettagli ed informazioni rivolgersi alla Fondazione Casa Marta 

Allegati
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Lotto, vinti oltre 20 milioni. Forse in Ticino
La schedina vincente potrebbe essere stata giocata nel nostro cantone. I numeri estratti: 10, 19, 25, 29, 38, 40 e 2
FOTO
LUGANO
8 ore
Furgone distrutto dalle fiamme in un piazzale a Viganello
Il veicolo ha preso fuoco questo pomeriggio in via agli Orti. Sul posto pompieri e polizia
FOTO
MENDRISIO
13 ore
Bambini e alberi si abbracciano e crescono insieme
Questa mattina è stato ufficialmente presentato il progetto “Alberi della vita – Un albero per ogni bambino”. Obiettivo: «Regalare un futuro sostenibile per i nostri giovani»
VAUD / BELLINZONA
15 ore
Ha moglie e figlia in Ticino, ma l’espulsione è “giusta”
Permessi di dimora non concessi a causa di precedenti penali. Negli ultimi giorni il Tribunale federale ha dato una volta ragione e una torto alle autorità cantonali. Ecco le due storie
FOTO
LUGANO
17 ore
Cinque anni fa la frana che strappò due vite a Davesco
Erano da poco passate le 2.30 del mattino. La pioggia provocò il crollo di un muro di contenimento, che travolse una palazzina
FOTO E VIDEO
MINUSIO
1 gior
L'auto urta un muretto e finisce sul tetto
Nel veicolo, che circolava in direzione di Locarno, c'erano due persone, soccorse dal personale del Salva
CUGNASCO-GERRA
1 gior
In questi wc c'erano strani traffici: fermato un giovane
La polizia è intervenuta nella serata di martedì. Il ragazzo sarebbe stato trovato in possesso di stupefacenti. Coinvolti anche minorenni?
CANTONE
1 gior
I radar sbirciano ovunque... tranne che in Vallemaggia
Controlli della velocità previsti in quasi tutti i distretti la prossima settimana. Rilevamenti semi-stazionari a Golino e Agra
BELLINZONA
1 gior
Amianto killer, tutti uniti per la trasparenza
FFS, sindacati, commissione del personale e Suva in un gruppo di lavoro. «Apprensione e confusione nascono da termini troppo tecnici e la difficile traduzione dal tedesco»
CANTONE
1 gior
Bancomat manomessi, carte clonate e usate in Indonesia
Tre giorni fa è finito in manette un 38enne sul quale pendeva un mandato d'arresto internazionale. La banda colpiva in Ticino e in altri cantoni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile