keystone
CANTONE
26.06.18 - 10:320
Aggiornamento : 12:47

OVS: «Uno dei peggiori casi di licenziamento collettivo della storia in Svizzera»

Gargantini per Unia sugli oltre 1000 posti di lavoro che salteranno alla fine di giugno: «Trattative in corso per continuare l’attività o per un piano sociale»

LUGANO - «Nei prossimi giorni saremo confrontati con uno dei peggiori casi di licenziamento collettivo, nel settore della vendita, della storia in Svizzera». Così Giangiorgio Gargantini, responsabile Unia per il settore terziario, sulle oltre 1000 lettere che i dipendenti di OVS si vedranno recapitare entro la fine del mese.

«Era prevedibile, ma ciò non toglie che si tratti comunque di una situazione gravissima», prosegue Gargantini che assicura, da parte dei sindacati, il più completo appoggio. «Siamo in contatto con il gruppo da diverse settimane - spiega -. Una delle nostre richieste era che ci fosse, da parte loro, una risposta che facesse chiarezza in mezzo a questa cortina di fumo che si è alzata nell’ultimo periodo».

Risposta che è arrivata oggi con la conferma del licenziamento di tutti i dipendenti OVS. «A questo punto abbiamo chiesto l'apertura di una discussione franca che avrà due possibili scenari: o la possibilità di continuare l’attività del gruppo o la discussione di un piano sociale».

La trattativa, in sostanza, è ancora aperta. E i margini per scenari che non prevedano la perdita del lavoro per tutti i dipendenti OVS ci sono. «I negozi non chiuderanno immediatamente. Vanno rispettati, tra l’altro, i termini per la disdetta del contratto. Questo significa che l’azienda considera di lavorare  ancora per qualche mese».

Vi sarebbe inoltre l’intenzione di appoggiarsi ad altri gruppi per riprendere, almeno in parte l’attività e conservare così dei posti di lavoro. «Questa - spiega Gargantini -. è una possibilità nella quale speriamo.  Quello che ora si chiede è che dipendenti e sindacato siano aggiornati regolarmente e siano informati di tutte queste discussioni».

Unia invita il gruppo ad assumersi tutte le responsabilità: «E non solo Sempione Fashion (che ha in gestione l’attività in Svizzera n.d.r.), ma anche OVS».

Commenti
 
Paolo Maclondon 1 anno fa su fb
L’ovs in Italia è una cosa.....qui un’altra! Le spese di gestione sono sicuramente abnormi rispetto a quello che il negozio può guadagnare Aggiungiamo la differenza nell’offerta dei capi proposti In Italia molto più varia, qui una tristezza infinita
F/A-18 1 anno fa su tio
Se vendono stracci non penseranno che noi ticinesi li andiamo a comprare, e poi, se proprio vogliamo vestirci di stracci il prezzo deve adeguarsi. Stesso discorso per la via massa, straccerei a cifre esorbitanti, meglio puntare sui negozi alla buona, come una volta per esempio, ed affitti adeguati altrimenti mi va bene che la via muoia.
Marco Ermeti 1 anno fa su fb
Ma chi se ne frega...
Bruna Besana 1 anno fa su fb
E il personale? Poveretti
Marco Ermeti 1 anno fa su fb
Poveretti si...come tanti altri...
Andrea Weber 1 anno fa su fb
Un bel trucco per far sparire soldi..
Cherubina Sgro-Mantuano 1 anno fa su fb
Stessa delusione nelle filiali qui a lucerna!!
limortaccituoi 1 anno fa su tio
Da quando la Lega è maggioranza relativa a livello cantonale mi sembra che le cose vadano sempre peggio.
curzio 1 anno fa su tio
Nel 2016: "Noi siamo esperti nel campo della moda, mica come 'sti svizzerotti". Nel 2018: puff....
Samuele Stegmuller 1 anno fa su fb
Qualcuno mangia !!....
Luca Nava 1 anno fa su fb
Ma quelli che commentano a vanvera, conoscono l'assetto societario in questione? La Vöegele è della Sempione Retail di Zurigo di cui OVS possiede il 35%, quindi traete conclusioni appropriate.
Bruna Besana 1 anno fa su fb
A vanvera? Vedremo
Ronald Canevese 1 anno fa su fb
Infatti.. OVS ha capito che qui in Svizzera non riescono a vendere come vorrebbero perché non sono capaci e quindi se ne vanno.. Se vorrebbero fare funzionare le cose lo farebbero anche perché di soldi la casa madre ne ha..
Nicklugano 1 anno fa su tio
Tranquilli, che fra poco il problema si risolve da solo, non appena pagheremo noi la disoccupazione...
francox 1 anno fa su tio
Oltretutto adesso la disoccupazione gliela paghiamo noi.
VISIO 1 anno fa su tio
Tutto grazie alla maggioranza dei nostri politici cala braghe
roma 1 anno fa su tio
@VISIO ...nessuno escluso.
Grace Rota 1 anno fa su fb
Sinceramente non capisco che lasciano entrare cani e porcini aprire ditte, loro si credevano entrare in Svizzera e fare milioni in pochi mesi, se non sbaglio in Ticino il personale non è domiciliato ?
Marcello Ragonesi 1 anno fa su fb
Dove andremo a finire....
tip75 1 anno fa su tio
la soluzione sarebbe semplice,abolire lo statuto di frontaliere e dare lavoro a tutti ma residenti, fine del traffico fine dei problemi,ripresa economica
Paola Guidi 1 anno fa su fb
Al centro breggia al posto di vogele una delusione sia dell'abbigliamento sia del personale
Bruna Bralla 1 anno fa su fb
Sono entrata un paio di volte nella filiale di Lugano , una delusione!
navy 1 anno fa su tio
In Ticino si dà lavoro, in prevalenza, ai frontalieri. Tutti lo sanno ma la politica guarda altrove. Alla Migros, quando ci lavorava mia mamma, erano al 99% residenti. A fine giornata ci facevano pure la spesa.... Chiedete cosa lascia il frontaliere in Ticino.... Certi non hanno che euro nel borsello e non perché vanno di carta di credito. Fintanto che il potere d’acquisto dei residenti sarà demolito un pezzo alla volta, andremo avanti così! Altro che chiedere responsabilità ai poveri cristi che DEVONO FORZATAMENTE andare a fare la spesa oltre frontiera. VERGOGNA È DIRE POCO!
Mattiatr 1 anno fa su tio
@navy La politica si sta preparando, fra 50 anno oltre a lavorare al nostro posto voteranno e comanderanno.
Josip Simic 1 anno fa su fb
Con gli affitti che girano ai voglia di vendere stracci per rientrare nelle spese...Già anni fá per un negozio a Locarno mi hanno chiesto qualcosa come 16000fr al mese..
Frankeat 1 anno fa su tio
tanti frontalieri senza lavoro
roma 1 anno fa su tio
@Frankeat Yeeesssssss
curzio 1 anno fa su tio
@Frankeat ...che grazie alle nuove regole, potremo mantenerli in disoccupazione.
Frankeat 1 anno fa su tio
@curzio appunto...
Equalizer 1 anno fa su tio
Stile Pramac fallita da noi ma sempre sponsor in MotoGP e qua aspettano ancora soldi.
Bandito976 1 anno fa su tio
Vedo con piacere che la situazione dei commerci continua a peggiorare. Fintanto che non si trova la soluzione all'effetto sostituzione, dumping salariale, disoccupazione dei residenti o peggio ancora assistenza, di soldi ne girano pochi. In base alle proprie finanze il cittadino si adegua e va a spendere dove il prodotto costa meno. Quindi é inutile anche dare i sussidi a nuove ditte provenienti dall'estero, che si insediano sul territorio quando dopo un anno devono chiudere.
Amina Domeniconi 1 anno fa su fb
Che vengano re-introdotti i controlli (anche se i bilaterali lo proibiscono -tanto tutte le Nazioni lo fanno-) e che non si permetta di speculare sulle persone. A proposito quanto domiciliati perderanno il lavoro? Qualcuno lo sa?
Silvia Gesu 1 anno fa su fb
A Lugano sono tutti domiciliati tranne una persona
Bruna Besana 1 anno fa su fb
È vero
Carlo Friolo 1 anno fa su fb
Fanno bene a chiudere i prezzi sono troppo alti
Roxana Horga Rock 1 anno fa su fb
Che vergogna
Lella Losa 1 anno fa su fb
Sarebbe ora che la politica intervenga a porre dine a sti apri/chiudi...tanto x.....
gmogi 1 anno fa su tio
forse dovevano far rientrare dei capitali in IT e questa è stata la soluzione. Se così fosse scrupoli 0!
Bruna Besana 1 anno fa su fb
E non accettando i buoni qualche cosa racimolano. Ho scritto ma...nessuna risposta. Nemmeno una scusa. Dispiace per i dipendenti. Da noi simili cose non dovrebbero essere permesse. Quante altre succursali ci sono in Svizzera?
Daniela Sofia Battaglia 1 anno fa su fb
Circa 150 ?
Giuliana Tengattini 1 anno fa su fb
150 succursali? ?????
Bruna Besana 1 anno fa su fb
Vere e proprie speculazioni
Aurelio Switzerland Gjatmatt 1 anno fa su fb
biasca..aperto da pochi mesi....gia liquidati?benon?
tip75 1 anno fa su tio
il nostro povero Ticino...grazie politica
Moira Martignoni 1 anno fa su fb
...un fallimento annunciato!
Daniela Sofia Battaglia 1 anno fa su fb
Vero ?ma sembra che se ne fregano... i nostri politici
GI 1 anno fa su tio
posso pensare che lo scopo dell'acquisizione fosse quello di ripulire una qualche posizione.....no comment ...
Sara Boris 1 anno fa su fb
Avranno ripulito un qualche spicciolo ??
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
4 min
Mezzo milione per uno studio: obiettivo lungolago
Il Municipio di Lugano ha licenziato il messaggio per il credito al masterplan. Al via la progettazione
FOTO E VIDEO
LOCARNO
15 min
Un mare in tempesta? No, solo nebbia
Spettacolare scenario, quello ripreso dalle webcam da Cimetta
CASTEL SAN PIETRO
49 min
«A me, il salario minimo non cambia niente»
L'imprenditore Alberto Siccardi sulla soglia dei 19.50 franchi orari
CANTONE / CONFINE
2 ore
Shopping natalizio in Italia? Domenica non ci saranno TILO
Ennesimo sciopero del trasporto ferroviario oltre confine. Non saranno assicurate nemmeno le fasce orarie di garanzia
CANTONE
3 ore
Bimba in affido maltrattata: colpevole
Confermata la condanna a 16 mesi sospesi, pronunciata in primo grado per il tutore legale
SONDAGGIO
CANTONE
3 ore
Settimana sulla neve: in Ticino la vacanza è più conveniente
Un’analisi della Banca Cler rileva comunque che nel 2020 in Svizzera i prezzi aumenteranno del 6%
BELLINZONA
4 ore
Inaugurato e "in orario", ecco il nuovo nodo intermodale
Presentato oggi, come da programma, il rinnovato piazzale della Stazione
CANTONE
5 ore
Il raddoppio del Gottardo sarà realtà nel 2032
Berna ha approvato il progetto esecutivo. Il materiale di scavo verrà usato per la copertura dell'A2 ad Airolo e per la rinaturazione del lago di Uri. I lavori inizieranno l'anno prossimo
CANTONE
6 ore
Ecco cosa ha irritato i consumatori ticinesi nel 2019
Garanzie non riconosciute e ritardi nelle consegne sono i crucci maggiori
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
La pazza (e benefica) idea: da Berna a Chiasso a piedi
Non nuovo alle iniziative fuori dal comune, Bruno Kraken percorrerà 300 km in poco più di tre giorni. Obiettivo: raccogliere fondi per i bambini che soffrono
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile