CAPRIASCA
17.06.18 - 14:360

Edizione da record per il Capriasca Outdoor Festival

Rispetto alle scorse edizioni, il programma è stato compattato su tre serate, con delle attività outdoor offerte gratuitamente il sabato pomeriggio

CAPRIASCA - Affluenza record alla quarta edizione del Capriasca Outdoor Festival, complice anche il meteo che ha finalmente regalato quattro splendide giornate con tanto sole e temperature estive fino a tarda sera. È stata ottima la rispondenza del pubblico ad un festival che è stato rinnovato nel nome e nel formato. Con l’inserimento della denominazione Capriasca nel marchio, gli organizzatori hanno voluto maggiormente radicare il festival al territorio che lo ospita. Inoltre, il programma è stato compattato su tre serate, con delle attività outdoor offerte gratuitamente il sabato pomeriggio. È stata particolarmente apprezzata la collaborazione con il Banff Mountain Film Festival World Tour che nella serata d’apertura ha proiettato per la prima volta in Ticino sul grande schermo i migliori filmati di montagna e d’avventura dell’ultima edizione dell’omonimo festival canadese. Molto soddisfatti gli organizzatori che hanno già anticipato l’intenzione di voler consolidare la collaborazione per i prossimi anni.

Nella sua serata conclusiva il festival ha accolto sul palco l’alpinista e arrampicatore Matteo Della Bordella, di Varese, membro e neopresidente del gruppo dei Ragni di Lecco. La sua specialità sono le pareti verticali. In maniera coinvolgente ha raccontato delle ultime spedizioni sulle sue pareti preferite delle montagne della Patagonia, dove negli ultimi anni ha scalato gran parte delle vette più conosciute spesso per vie mai ascese prima. Fedele accompagnatore nei suoi progetti il noto produttore e cameraman Fulvio Mariani, anche lui sul palco ieri sera, che ha accompagnato il racconto con diversi filmati da lui prodotti. Nella seconda parte poi è stato proiettato un filmato sull’ultima spedizione di Matteo della Bordella sull’isola di Baffin, nella quale in gruppo con i Ragni Luca Schiera, Matteo De Zaiacomo e i belgi Nico Favresse e Sean Villanueva si è avventurato verso le coste più remote dell’isola di Baffin, nel Mar Glaciale Artico per scalare il Great Sail Peak, una parete di 1100 metri verticali da scalare in arrampicata libera, a più di 200 km di distanza dal villaggio più vicino. Itinerario che ha visto li gruppo dover inizialmente attraversare i ghiacci del mare Artico con gli sci ai piedi e dei kayak gonfiabili, per raggiungere il punto di attacco alla parete che è poi stata scalata in otto giorni.

Nell’ambito del festival, in memoria della ricorrenza dei 20 anni dal tragico incidente della guida alpina ticinese Delio Ossola sulla parete del Cervino, è stato dedicato un intermezzo con la presenza sul palco della moglie Ellade Ossola (giornalista RSI) che ha omaggiato il pubblico con la proiezione di una serie di fotografie storiche messe a disposizione dai suoi numerosi amici e compagni d’avventura, molti dei quali presenti alla serata.

Prima delle proiezioni sono inoltre state premiate le foto migliori della terza edizione del Photo Contest riconoscendo con un assegno di fr. 1'000 la foto vincitrice “Memorie sommerse” di Anya Della Toffola, che è riuscita a valorizzare un soggetto “senza vita” con una composizione e una tecnica impeccabile. Al secondo posto è stata premiata con fr. 600 la foto “Scalando dune, dune e ancora dune” di Fabiana Pianezzi per l’eccellenza nella composizione, la diagonale e il sapiente gioco di ombre e di luci. Al terzo posto è stata premiata con fr. 400 la foto “Esplosione di colori sul Passo del San Gottardo” di Samuel Ferrara, che è riuscito a reinterpretare un luogo conosciuto e ripreso più volte in maniera originale. Si ringraziano i numerosi partecipanti al concorso e si rinnova l’appuntamento all’anno prossimo.

TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore

Settimana bagnata, ma senza allarmi

Precipitazioni e temporali dovrebbero intervallarsi per i prossimi giorni almeno fino al weekend

FOTO
LUGANO
7 ore

Via un pino dal Ciani: «Poteva precipitare da un momento all'altro»

La pianta, di circa 80 anni, è stata recisa in mattinata. Strappata dal suolo dopo l'ultimo temporale era diventata «assolutamente pericolosa»

AIROLO / GÖSCHENEN
9 ore

Sfida a volano nel tunnel (bloccato) del Gottardo

Traffico paralizzato da ore in seguito a un grave incidente. C'è chi inganna il tempo come può. La testimonianza di un ticinese: «Nessuno ci dice nulla»

BERNA/LUGANO
10 ore

L'Acsi: «Parlamento sordo agli interessi dei consumatori»

L'associazione stila una classifica dei parlamentari più o meno sensibili a temi quali l'aumento delle franchigie, la lotta allo spreco e ai prezzi alti. «Plr e Udc allineati a favore dell'economia»

AIROLO / GÖSCHENEN
11 ore

Schianto nel San Gottardo: coinvolti un'auto, un camper e un furgone

La polizia urana fornisce la dinamica dell'incidente avvenuto poco prima delle 14. Confermata la chiusura della galleria fino alle 18

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile