LUGANO
17.06.18 - 12:320

Il Cardiocentro risponde al Governo: «Vogliamo l’autonomia finanziaria»

Con una lettera di sei pagine l’Ospedale del cuore ha respinto la proposta del Consiglio di Stato

 

LUGANO - Con una lunga lettera il Cardiocentro ha risposto al Consiglio di Stato e alla sua proposta di una fase di transizione di cinque anni al termine dei quali “l’Ospedale del cuore” dovrebbe essere inglobato all’interno dell’Ente Ospedaliero cantonale. Il Governo, nel farsi mediatore in questa difficile e delicata fase, ha garantito al Cardiocentro un’autonomia clinica, gestionale e amministrativa. Ma non finanziaria. Ed è proprio la parte finanziaria  il nodo della discordia.

Nella lettera, i cui contenuti sono stati rivelati dal domenicale Il Caffè e pubblicati per intero sul sito del settimanale, il Cordiocentro ha ribadito un concetto preciso. Che è il seguente: riferendosi al rapporto del Gruppo Tecnico che aveva trovato “unanime consenso” e che secondo il quale La Fondazione Cardiocentro Ticino avrebbe dovuto continuare ad esercitare all’interno di un istituto indipendente sia dal profilo clinico che da quello amministrativo, viene ribadito ancora una volta che l’autonomia deve essere anche finanziaria. Si legge nella lettera: «Istituto indipendente, sia dal profilo clinico che da quello amministrativo, significa Istituto indipendente dal profilo gestionale e non, evidentemente, subordinato alla Direzione di un altro ente. E, un’indipendenza gestionale non può astrarre da un’indipendenza finanziaria; da qui la nostra proposta di un business plan rinnovabile ogni cinque anni».

Inoltre nella lettera si chiede anche che al personale «siano garantite e assicurate le stesse condizioni di impiego (salario, mansioni, luogo di lavoro, orari, congedi, vacanze, ecc..) e questo non solamente durante un periodo di cinque anni, ma per una durata indeterminata e senza limiti di tempo».

Infine vengono elencati i vantaggi di una gestione autonoma e indipendente, vantaggi che sono riassumibili in “velocità e tempi rapidi per quanto riguarda l’innovazione, la creazione di spin-off e iniziative complementari, la partecipazione a progetti di ricerca che consentono di dotarsi in anteprima di nuove tecniche e terapie sperimentali, la rapidità e versatilità decisionale”.

Dossier: Cardiocentro, 25 anni di polemiche

TOP NEWS Ticino
CANTONE
44 min
Ticinesi pazzi per la sella: «Ne vendiamo tre tonnellate al mese»
La sella di capriolo è uno dei piatti maggiormente in voga in questo periodo dell’anno. E i numeri lo confermano.
TENERO
2 ore
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
LUGANO
5 ore
Tassisti aggrediti dal branco
Un pestaggio è avvenuto sabato notte in Via Pretorio: due persone sono rimaste lievemente ferite.
MENDRISIO
6 ore
Colpo di scena: Ligornetto riapre al traffico in transito
La misura non potrà essere attuata, fintanto che il TF non si sarà espresso sull'effetto sospensivo richiesto da Stabio
LOCARNO
7 ore
Un nuovo futuro per il Grand Hotel Locarno
L'edificio costruito fra il 1874 e il 1876 diverrà una moderna struttura alberghiera.
LUGANO
9 ore
«I contrari non hanno capito un tubo»
Il Municipio di Lugano dice la sua nella campagna sul Polo Sportivo. Sparando a zero sugli oppositori
CANTONE
11 ore
In Ticino altri 20 contagi
Aumentano leggermente i nuovi positivi. Il bollettino del medico cantonale
LUGANO
13 ore
Aeroplanini attorno al carcere
Gli appassionati di modellismo aereo entrano in "rotta di collisione" con la Stampa. È già successo un incidente
LUGANO
13 ore
«Certificato Covid: clientela giù del 70%»
Continuano i grattacapi nella ristorazione. Il caso dello storico Grotto Monte Creda. Guarda il video.
CONFINE
14 ore
Da Amsterdam a Milano con 5 kg di fumo
Un 57enne è stato fermato al valico di Brogeda grazie al fiuto del cane "Anima".
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile