tipress
CANTONE / BERNA
11.06.18 - 15:570
Aggiornamento : 17:35

Stazioni di servizio in Ticino, scatta l'interrogazione sul mancato salario minimo

Carobbio, Pantani e Quadri chiedono che la disparità di trattamento venga meno

BELLINZONA / BERNA - Tre consiglieri nazionali ticinesi hanno interrogato oggi il governo durante la consueta "Ora delle domande" sulla decisione del Consiglio federale di escludere il Ticino dall'applicazione del contratto collettivo di lavoro (CCL) per quanto riguarda i salari minimi dei negozi delle stazioni di servizio.

Marina Carobbio (PS/TI) ha chiesto al Governo se intende garantire anche in Ticino salari dignitosi e soprattutto che passi l'Esecutivo intende intraprendere per introdurre un salario minimo in questo settore anche nel cantone a sud delle Alpi come in tutta la Svizzera.

Dal canto suo, Roberta Pantani (LEGA/TI) ha domandato al Consiglio federale se non pensa che questa mancata applicazione dei salari minimi previsti dal CCL alimenti fenomeni di dumping salariale, in particolare nelle zone di frontiera.

Infine, Lorenzo Quadri (LEGA/TI) ha chiesto al Governo se non prevede di rivalutare la situazione dopo l'intervento del consiglio di Stato ticinese, il quale si è detto preoccupato del fatto che la non applicazione in Ticino del salario minimo nel CCL dei negozi della stazioni di servizio possa fomentare il dumping salariale.

«Non è nostra competenza» - In una risposta congiunta ai tre parlamentari, il ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann ha spiegato che la questione dei salari minimi in un determinato CCL è di competenza delle parti sociali e non dello Stato. Secondo il consigliere federale, durante la consultazione diversi rappresentanti ticinesi hanno sottolineato che i salari minimi previsti nel contratto collettivo erano troppo elevati.

Rischio licenziamenti o chiusure - Dopo aver attentamente esaminato la situazione, il Governo è giunto alla conclusione che l'accordo trovato tra i partner sociali non prendeva sufficientemente in considerazione gli interessi regionali del canton Ticino, ha aggiunto Schneider-Ammann. A suo avviso, un salario minimo troppo elevato nel cantone a sud delle Alpi avrebbe potuto provocare licenziamenti o chiusure delle stazioni di servizio.

La palla, ha proseguito il consigliere federale, è però nelle mani delle parti sociali. Queste ultime potrebbero adattare il CCL e trovare una nuova soluzione per il canton Ticino. Se non dovesse essere il caso, il Governo rivaluterà la situazione dei negozi situati a sud delle Alpi.

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
CANTONE / ITALIA
40 min
Coronavirus: anche una ticinese a "contatto" con il 38enne di Codogno
La donna ha partecipato alla gara podistica, tenutasi a Portofino il 2 di febbraio, nella quale correva l'uomo
ASPETTANDO ESPOPROFESSIONI
LUGANO
1 ora
Unica donna in una classe di 14 maschi. Selene appassionata di meccanica 
Fa l’operatrice in automazione, un settore in cerca di ragazze. Selene ha detto sì e ci ha raccontato perché
CANTONE
2 ore
Abusarono dei figli: la madre ricorre in appello, il padre no
La donna contesta la condanna a 13 anni di carcere, che sarebbe eccessiva rispetto ai 15 anni comminati al marito
CANTONE
3 ore
Radar, ecco dove saranno piazzati
La prossima settimana i controlli della velocità si concentreranno su sette distretti
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
4 ore
I bambini mascherati si prendono la capitale
Musica, risate e coriandoli animano le strade, con il sole che bacia il corteo
VIDEO
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
1300 bambini vanno a scuola a piedi
Secondo un'immaginaria staffetta, con Pedibus hanno percorso tanti chilometri da fare il giro del mondo sette volte
LOCARNO
12 ore
Azzannata dai social
I suoi dati personali condivisi in alcuni gruppi destinati all'aiuto/adozione di cani. Lei ora ha sporto denuncia
LUGANO
13 ore
Il passaporto svizzero piace ai russi. Meno agli italiani
Nuovi dati rivelano da quali nazioni provengono coloro che chiedono maggiormente la nazionalità svizzera.
ASCONA
14 ore
La leggenda su Hesse ad Ascona
Il Municipio rassicura sul fatto che non ci sono licenze edilizie per demolire l'abitazione.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
20 ore
Due intrusi d'eccezione invadono il Rabadan
È delirio totale durante la prima serata di carnevale. Le mascotte di Tio/ 20Minuti tra la gente. Ecco il video
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile