tipress
CANTONE
24.05.18 - 17:140
Aggiornamento : 18:13

Mancano tre mesi al "tax free shopping"... E qualcuno inizia già a tremare

Procedura semplificata da settembre. Lo sfogo di Massimo Suter: «Decisione peggiore non poteva esserci»

SONDAGGIO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Dal 1° settembre scatta l'obbligo della fattura elettronica per gli acquisti sopra i 155 euro effettuati da chi non è residente nell'Unione europea. Insomma, la procedura per chi può usufruire del tax free viene semplificata. 

«Decisione peggiore non poteva esserci...! - commenta duro Massimo Suter, presidente di GastroTicino e membro del consiglio di GastroSuisse - Se già allo stato attuale il turismo della spesa fa confluire centinaia di milioni nei paesi di confine, ora temo che il fenomeno si amplificherà, ma peggio ancora vi è anche il rischio di perdite notevoli di entrate fiscali per la CH...».

Secondo Suter infatti «se fino a ieri con il 22% di Iva in Italia mi conveniva dichiarare la spesa e pagare l’iva Svizzera, con un ritorno non indifferente, ora chi me lo fa fare di dichiarare la spesa?».

Cosa succede -  La disciplina Iva prevede che "le cessioni a soggetti domiciliati o residenti fuori dell’Unione europea di beni per un importo complessivo (Iva inclusa) superiore a 155 euro destinati all’uso personale o familiare, da trasportare nei bagagli personali fuori del territorio doganale Ue, possono essere effettuate senza pagamento dell’imposta (articolo 38-quater, Dpr 633/1972)", come riferisce 'Fisco Oggi', rivista telematica dell'Agenzia delle Entrate italiana.

 

Commenti
 
beta 1 anno fa su tio
Finalmente anche gli italici si adeguano ! Dalla Germania é da anni che l'acquisto di cose e lo scarico dell'eventuale iva é funzionante senza nessun intoppo all'italiana . Buona giornata .
AlBr 1 anno fa su tio
Non cambia niente se non qualche foglio in meno da compilare
RV50 1 anno fa su tio
Sig. Sutter quando la smetterà di piangersi addosso e aprir bocca solo per dare aria al cervello? Proprio voi con la vostra associazione alberghiera siete i primi a sfruttare i "frontalieri" perché li pagate con salari che un residente non potrebbe nemmeno vivere..... certo che il suo stipendio non é quello di una donna delle pulizie impiegata nei vostri alberghi o ristoranti? Poi come può denigrare coloro che si recano altrove a fare acquisti o a permettersi una cena che da noi non potrebbe permettersi? il cittadino ; spero; abbia ancora la facoltà di spendere i propri soldi dove vuole? mi dica come può una famiglia di 4 persone uscire a fare una cena se per andare a gustarsi una pizza non le bastano + di 100.- Fr. " una bottiglia di acqua minerale da 1lt. 8 o 9 Fr." prima di prendere certe posizioni si faccia un piccolo esame di coscienza poi apra pure la bocca !!!!!
Nicklugano 1 anno fa su tio
@RV50 Condivido perfettamente, in particolare per quanto alle perle di saggezza di Suter... Comunque a Lugano ci sono anche altre realtà: io pranzo sempre e spesso ceno in famiglia in un ristorante dove spendo 60. per 4 pizze e 4 birre, vengo servito da gentilissimo personale locale sempre sorridente e posso tranquillamente ordinare in dialetto (intendo quello ticinese). Evidentemente anche a Lugano si può, se si vuole...
Mauro Ballerini 1 anno fa su fb
Perchè non anticiparli e fare anche in Ticino un tax free shopping illimitato
gmogi 1 anno fa su tio
Quindi mi stai dicendo che tutti gli IT che guidano auto CH o furgoncini per le ditte qui da noi non potrebbero?
gmogi 1 anno fa su tio
@gmogi .....domanda per 87
87 1 anno fa su tio
@gmogi Italiani che hanno un _contratto di lavoro_ con l'azienda CH sono in regola se circolano su suolo elvetico. Invece per rientrare in Italia con l'auto aziendale CH ricordo una dichiarazione da parte dell'azienda, da consegnare alla dogana italiana, in cui risultava che il dipendente era responsabile di un servizio di picchetto 24h, e quindi era necessario farlo spostare col veicolo aziendale svizzero anche su suolo italiano. Altri italiani che circolano con veicoli di cui non sono gli intestatari sulla licenza di circolazione, senza contratti di noleggio o lavoro, forse non avranno problemi durante controlli di polizia, ma piuttosto assicurativi in caso di incidente (come guidare senza scarpe o senza maglietta: concesso dalla polizia, ma penalizzato dall'assicurazione). Legalmente, per qualche oscuro motivo la patente valida in un paese non ti rende capace di guidare lo stesso veicolo immatricolato all'estero. Alcune ditte chiedono di far iscrivere sulla carta grigia il conducente abituale (da annunciare prima all'assicuratore per l'attestato), anch'essa una valida soluzione.¶ La zona grigia è il nipote con documenti italiani che guida l'auto degli zii svizzeri, magari coi cognomi differenti, durante le vacanze e senza contratti per la classica "voglia di ignorare la legge" (parentele a titolo di esempio). Purtroppo nemmeno la polizia, specie gli agenti in strada, sanno definire bene come è il regolamento per tali casi, e si affidano al giudizio dell'agente per il quieto vivere. Se chiami il Comando a Camorino forse sanno chiarire meglio la questione.
Mario Item 1 anno fa su fb
Sutter fatti spiegare la normativa invece di piangere
87 1 anno fa su tio
Faccio spesa in Italia, spendo più di 155 euro, chiedo l'esenzione dell'IVA come la legge italiana mi permette di fare (4% generi di prima necessità, 10% servizi turistici, 22% tutto il resto).¶ Significa che se fate solo acquisti di prima necessità, a 155.- euro il risparmio sono 6.- euro, e non penso che il presunto risparmio valga la pena di farsi fare la fattura, timbro doganale e coda dal commerciante per il rimborso (o spedizione fattura vidimata per rimborso su conto bancario).¶ Comunque, non c'è obbligo di pagare l'IVA in Svizzera se l'acquisto non supera i 300.- Fr (al cambio di 1.25 fr/euro sono 240 euro).¶ Le guardie di confine hanno ancora la possibilità di fermare e perquisire le auto in transito dall'Italia verso la Svizzera e sanzionare i trasgressori. Costa meno dichiarare la merce alla dogana Svizzera che pagarne le sanzioni sperando di farla franca (per risparmiare talvolta pochi franchi). Fate un giro sul sito delle dogane svizzere e informatevi realmente dei dazi doganali, rapportateli ai vostri acquisti e passerete la dogana senza lo spettro del dubbio per la merce che avete acquistato (ma io potevo comprare 1 o 2 kg di carne? O era mezzo chilo? Ma la carne del gatto è compresa?).¶¶ Caro Sutter, cordialmente la smetta di dare fiato ai denti per tentare di incutere timore ai ticinesi per cercare di evitare che i ticinesi stessi vadano a consumare il proprio denaro altrove. Lei e tutto il suo settore siete i primi a sfruttare l'estero per manodopera e prodotti a costi ridotti per massimizzare i propri guadagni. È giusto che anche il consumatore comune possa decidere liberamente come e dove spendere il proprio denaro.¶ Cerchi invece di rendere veramente attrattivo il suo settore, che purtroppo trovo svantaggiato per diversi motivi: dipendente dalla meteo, alti costi di esercizio, controlli qualitativi, presunti master chef rompibolle... Non ho una soluzione per questo, ma sono sicuro che cercare di fare paura infondata ai ticinesi non serve a molto. Forse, mettersi in prima linea per far aumentare gli stipendi ai residenti e far ridurre i costi potrebbe essere una soluzione, guerra difficile in questo cantone di politici buffoni.
Bandito976 1 anno fa su tio
Ok, ci puó anche stare. Ma gente che va a comprare in IT per poi rivendere in CH (al quadruplo del prezzo) approfittando del tax free questo non lo accetto.
gmogi 1 anno fa su tio
Qualcuno sa invece ad esportare merce dalla Svizzera verso l'Italia (alla dogana italiana ) cosa succede? Mi sembra che loro abbiano un limite di 50 euro, poi superati quelli le cose cambiano. Povera Svizzera, un'altra mazzuolata sui maroni senza fare nulla. Del resto funziona tutto così..... Se guidi un'auto italiana in Italia non so se puoi, qui invece chiunque può tutto. Una cosa sicuramente si può dire: loro sono molto più furbi di noi!
87 1 anno fa su tio
@gmogi Patente CH e auto italiana in Italia o Svizzera: non concesso.¶ Patente IT e auto svizzera in Italia o Svizzera: non concesso.¶ Patente CH e auto svizzera in Italia: concesso solo se l'auto è del conducente, altrimenti confiscata dalla guardia di finanza.¶ Patente IT e auto italiana in Svizzera: concesso, penso serva una procura autocertificata per le auto altrui.¶ ¶ IMPORTANTE: per guidare in Italia la macchina svizzera di qualcun'altro serve uno sdoganamento, procure autocertificate (fogli scritti e firmati dal proprietario che concede l'utilizzo all'estero del veicolo) o certificate da autorità elvetiche non sono riconosciute. Per guidare un veicolo altrui su suolo estero, una scappatoia potrebbe essere farsi fare un contratto di noleggio in cui si citano le parti, la durata e la retribuzione (il leasing è un esempio di noleggio).
Elena Maretti 1 anno fa su fb
Non cambia assolutamente nulla. Se uno è onesto quando passa la dogana dichiara.....
Elmira Pagnani 1 anno fa su fb
Ecco appunto. lavoratori frontalieri per pagarli meno si, abbassare i costi della merce noo. Lavoratori che costano meno +prezzi assurdi = io vado a fare la spesa in Italia
Gabriella Tettamanti 1 anno fa su fb
Signor Suter, quanti collaboratori ticinesi ci sono nei ristoranti in Ticino? Ognuno fa i propri interessi!
Laila Berger 1 anno fa su fb
Nel suo poi.. vorrei proprio vedere!
roma 1 anno fa su tio
Suter? Uno dei più grandi datori di lavoro per frontalieri.
Gokhan Ulusoy 1 anno fa su fb
Fiammetta Marcellini
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Mi sembra giusta questa esenzione... e Suter che si arrabbi pure... :-)))))
GI 1 anno fa su tio
E come la mettiamo con "l'effettiva" esportazione del bene acquistato (che ne convaliderebbe l'esenzione dell'IVA) ??
USSColeDG67 1 anno fa su tio
Non cambia nulla x la dichiarazione in Svizzera, la differenza di ora che TUTTI i venditori in Italia saranno obbligati a chiedere la residenza e un documento cosi da rilasciare una fattura esente IVA. Gia ora è così, l’IVA x il calcolo dei tributi viene tolta in dogana!!!
fonta 1 anno fa su tio
Mi permetto una domanda: ma perché viene sempre intervistato il Signor Sutter che non mi pare essere proprio il rappresentante di una maggioranza ma piuttosto solo di se stesso?
bobà 1 anno fa su tio
La concorrenza fa: - migliorare i prodotti (vedi vespa in lamiera con 4 marce al manubrio) ==> Scooter moderni automatici con bel design - abbassare i prezzi (vedi Aldi+Lidl ==> Migros + Coop) Quindi caro Suter, sai già cosa dovrai fare
Nadia Bordogna Stevanato 1 anno fa su fb
“secondo Suter infatti «se a ieri con il 22% di Iva in Italia mi conveniva dichiarare la spesa e pagare l’iva Svizzera, con un ritorno non indifferente, ora chi me lo fa fare di dichiarare la spesa?” L’onestà magari ? faccio come ho sempre fatto mi fermo e pago l’iva svizzera ... anche prima potevo non fermarmi e non si accorgeva nessuno ( magari nelle dogane senza controlli)!
Elena Maretti 1 anno fa su fb
Si vede che parte dal presupposto che sono tutti disonesti......
Giù Cav 1 anno fa su fb
Risparmio ulteriormente
Sono Bravo 1 anno fa su fb
Da italiano con permesso C preferirei che tutti i frontalieri pagassero le tasse in Svizzera e cassa malattia!!!! Mi sento svizzero dentro!!!!!!!! Amo questa terra e ci vivo senza sfruttarla!!!!
Alessandro Kom 1 anno fa su fb
Da italiano mi piacerebbe che quelli che fanno i bravi a parole per strappare un like si identificassero . Lei, che é bravo potrebbe essere un signor nessuno , di Zurigo o Campobasso é indifferente, che ama scrivere banalità giusto per sentirsi dire “ sono bravo” . Mi stia bene .
Andrea Ossola 1 anno fa su fb
Le persone come lei, che fanno certe affermazioni e nemmeno mettono la faccia o un nome credibile son veramente da ammirare. Che sia azzurro o rossoceociaro ??‍♂️
Laila Berger 1 anno fa su fb
Complimenti!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
35 min
Pestaggio di Gravesano, Losanna annulla la sentenza
Il Tribunale federale ha parzialmente accolto il ricorso presentato da uno dei due aggressori, condannato per tentato omicidio intenzionale
BELLLINZONA
1 ora
«Revocate il premio alla carriera a Haber»
Dopo le frasi sessiste, e le scuse dell'artista, arriva l'interrogazione alla città di Bellinzona, sponsor di Castellinaria: «Sessismo, razzismo e xenofobia devono essere denunciati»
CANTONE
2 ore
L'allerta neve resta, ma arriva la pioggia
Precipitazioni, anche importanti, attesa da stasera fino a domenica
CANTONE
3 ore
Emirati Arabi Uniti: grande interesse da parte degli imprenditori ticinesi
Il mercato è stato analizzato in una serata organizzata dalla Camera di commercio Cantone Ticino
CANTONE / CONFINE
4 ore
Aggredita a Lugano: «Mi ha salvata una mamma»
Paura al parcheggio di Cassarate: «Voleva il cellulare. Poi è scappato»
CANTONE
5 ore
La Federazione cacciatori boicotta la battuta tardo autunnale
Critiche al Dipartimento del territorio che ha «ignorato il loro parere», non dando il giusto peso ai problemi di sicurezza
CANTONE
5 ore
Isolato dal mondo per 18 giorni, Andrea ce l’ha fatta
Il ticinese Andrea Pawlotzki è riuscito nell'impresa di attraversare in solitaria l'Oceano Atlantico : «Non sono mai stato così ricco in tutta la mia vita, perché ero libero»
MASSAGNO
6 ore
«Ma quale polmone verde, si costruirà in modo eccessivo»
Il progetto per coprire la trincea a nord della stazione di Lugano non fa l’unanimità. E violerebbe addirittura la Legge sulla pianificazione del territorio
BELLINZONA
9 ore
Se la plastica serve per incenerire i rifiuti... ma anche no
Per il Municipio di Lugano il composto sintetico contribuisce a far funzionare il termovalorizzatore. Ma dall’impianto spiegano che non è così. La replica della Città che difende le scelte fatte.
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile