CANTONE
18.05.18 - 16:110

Un corso per i Comuni sulla mobilità elettrica

SvizzeraEnergia ed Emotì intendono fornire ai Comuni e alle città consigli ed informazioni pratiche sull’integrazione ottimale della mobilità elettrica

BELLINZONA - SvizzeraEnergia per i Comuni, con il sostegno di Emotì, organizza per il pomeriggio del prossimo 30 maggio a Bellinzona un corso sul tema della mobilità elettrica, rivolto in primis ai Comuni e alle città della Svizzera italiana. Tramite il corso si intende fornire ai Comuni e alle città consigli ed informazioni pratiche sull’integrazione ottimale della mobilità elettrica.

«La mobilità elettrica sta gradualmente prendendo piede anche alle nostre latitudini: basti pensare che nel 2017 in Svizzera sono state immatricolati oltre 80'000 nuovi veicoli ibridi o completamente elettrici. Considerando che attualmente in Svizzera la mobilità rappresenta oltre un terzo dei consumi totali di energia ed è basata al 96% su vettori energetici fossili, è evidente che la mobilità elettrica, se ben coordinata con le varie modalità di spostamento, può rappresentare un’opportunità anche dal punto di vista della politica energetica e climatica. E se la corrente utilizzata proviene da risorse rinnovabili, di cui il nostro Paese è molto ricco, ecco allora che si possono ottenere benefici anche a livello di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, responsabili dei cambiamenti climatici».

In questa transizione verso una mobilità più sostenibile, le città ed i Comuni hanno un margine di manovra importante e possono assumere un ruolo attivo. «Essi possono ad esempio impostare la pianificazione del territorio e di tutto quanto ruota attorno agli insediamenti e agli edifici in modo che la mobilità elettrica possa integrarsi e svilupparsi al meglio, per esempio con regolamenti riguardanti i nuovi edifici di una certa dimensione. Inoltre i Comuni, a livello di amministrazione, scuole e servizi, possono assumere un ruolo esemplare dotandosi di veicoli elettrici per gli ambiti idonei. In aggiunta, i Comuni possono offrire e coordinare attività di informazione, consulenza e sensibilizzazione su questo tema rivolti alla popolazione, ai proprietari immobiliari, agli investitori e alle imprese presenti sul loro territorio. E naturalmente possono occuparsi direttamente o indirettamente delle infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici».

L’iscrizione al corso è obbligatoria. Al termine del pomeriggio, sul piazzale antistante la Scuola media 2 di Bellinzona dove si terrà il corso, per i partecipanti ci sarà pure la possibilità di provare alcuni veicoli elettrici.

Programma e iscrizioni qui.

TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Inchiesta ex Macello: i municipali saranno interrogati martedì
Entrano nel vivo le verifiche ordinate dal Ministero pubblico rispetto alla procedura di demolizione dello stabile.
CANTONE
1 gior
Siete pronti a riaprire l'ombrello?
Da domani in Ticino ritornano temporali e la pioggia ci accompagnerà fino a venerdì tirandoci fuori dalla zona canicola
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Ecco qui i nuovi treni delle FLP
Presentati oggi ad Agno sostituiranno i “veterani” del 1978. Zali: «Un passo non da poco verso il futuro»
FOTO
ACQUAROSSA
1 gior
Centauro cade, la moto prende fuoco
Incidente poco prima delle 6 sulla strada cantonale, all'altezza di Lottigna
MENDRISIO
1 gior
La versione degli studenti: niente aggressione alla polizia
I presenti ai fatti avvenuti nelle prime ore di venerdì contestano la ricostruzione su ogni punto.
CANTONE
1 gior
Dal Ticino una mano al Nepal: inviati 20 concentratori d'ossigeno
L'importante donazione per contrastare il coronavirus giunge dall'associazione Kam For Sud
TENERO
2 gior
Scompare in acqua, è in pericolo di vita
Principio di annegamento al lido Mappo. Un 83enne grigionese è stato ricoverato in condizioni critiche
MENDRISIO
2 gior
Poliziotti attaccati da una ventina di giovani: due arresti
In totale sono sette le persone che sono state medicate al Pronto soccorso.
RIVA SAN VITALE
2 gior
Frontale a Riva: due feriti
Gli occupanti delle due automobili coinvolte avrebbero riportato lesioni non gravi.
CANTONE
2 gior
Tre casi di variante Delta in Ticino
Il medico cantonale Merlani e il direttore del Dss De Rosa in conferenza stampa: segui la diretta
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile