Tipress
CANTONE
14.05.18 - 14:170

Assicurazione Invalidità, 1'000 persone sono state reintegrate nel mondo del lavoro

A livello svizzero sono state 20'000 le persone che hanno potuto conservare il loro lavoro o trovare un nuovo impiego

BELLINZONA - Nel corso del 2017 è stato possibile ricollocare sul mercato del lavoro primario elvetico più di 20.000 persone affette da problemi di salute, doppiando così il risultato dell’anno precedente. In Ticino, come accaduto negli ultimi anni, circa mille lavoratori hanno potuto essere reintegrati professionalmente. Il Dipartimento della sanità e della socialità è «soddisfatto» delle cifre rese note dalla Conferenza svizzera degli uffici dell’assicurazione invalidità (CUAI).

Ticino - Il nostro Cantone è particolarmente attivo nel ricollocamento professionale di assicurati AI. Nel 2017 sono infatti stati 942 i lavoratori che hanno potuto rimanere attivi o trovare nuove mansioni: un dato che si allinea con quelli registrati negli ultimi anni. A rendere possibile questo risultato, è stata la stretta collaborazione fra l’Ufficio AI e oltre 3’100 datori di lavoro ticinesi, per i quali è stato sviluppato anche un programma di sostegno finanziario al reinserimento dei collaboratori con problemi di salute. Il Cantone favorisce inoltre la collaborazione fra assicurazioni sociali ed economia privata anche tramite l’evento dedicato alle aziende particolarmente virtuose Agiamo Insieme: l’obiettivo di fondo è di favorire il passaggio a un modello basato sull’investimento sociale e non più sul solo consumo di prestazioni erogate dallo Stato.

Svizzera - A livello nazionale, in base ai rilevamenti dei 26 Uffici cantonali, la CUAI ha potuto stabilire che lo scorso anno un totale di 20.133 persone affette da problemi di salute ha potuto – grazie al sostegno del datore di lavoro e degli Uffici AI – conservare il proprio lavoro o trovare un nuovo impiego. Il dato complessivo rende conto di 10.976 persone che hanno potuto conservare il proprio impiego, 2’507 che sono state trasferite all’interno di una stessa azienda e di 6’650 che sono state assunte da nuovi datori di lavoro. «Interessante rilevare come il mantenimento del posto di lavoro rappresenti, in termini umani economici e sociali, un risultato importante che contraddistingue l’Assicurazione invalidità» scrive il Cantone in un comunicato.

Le ultime revisioni legislative nel settore dell’Assicurazione invalidità – in particolare la 5. revisione del 2008 – hanno reso più accessibili agli assicurati le opportunità di reinserirsi nel mercato del lavoro. «Grazie all’introduzione delle misure di intervento tempestivo, è stato incentivato un approccio preventivo, che favorisce il mantenimento del posto di lavoro e delle risorse individuali, evitando la cronicizzazione delle situazioni problematiche e quindi il ricorso alle prestazioni sociali» conclude il Cantone.

Commenti
 
SosPettOso 3 mesi fa su tio
Nobile e lodevole intento, ma quanto costa? Non è che costan di più le misure e le persone che se ne occupano di quanto si risparmi in rendite? Sicuramente "avere un lavoro" è motivo di soddisfazione per gli (ex)invalidi, ma non è che poi diventa una concorrenza sleale (perché più aiutati, sostenuti,..) nei confronti dei normodotati che si trovano in disoccupazione?
Pepperos 3 mesi fa su tio
HO accetti le loro condizioni o.... 3/0 come a pallone
Tags
lavoro
assicurazione invalidità
invalidità
assicurazione
cantone
impiego
uffici
problemi
salute
risultato
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report