tipress
+ 1
CANTONE
12.05.18 - 17:500
Aggiornamento : 13.05.18 - 09:47

Le tre svizzere portano a casa l'oro

Nona medaglia in questa edizione dei Campionati europei d'orientamento grazie anche alla ticinese Elena Ross

VAGLIO - La Svizzera a dominare e gli altri a spartirsi le briciole: può essere riassunta così anche la penultima giornata dei Campionati europei di corsa d’orientamento che si stanno svolgendo questa settimana in Ticino.

La staffetta classica, corsa oggi nel veloce bosco di Vaglio, ha infatti confermato la forza degli atleti di casa, che aggiungono a un medagliere già ricco l’oro femminile e l’argento maschile. Judith Wyder, la ticinese Elena Roos e Julia Gross hanno regalato alla Svizzera il quinto oro della manifestazione. Medaglia d’argento invece per Florian Howald, Matthias Kyburz e Daniel Hubmann, superati di 30” dalla squadra norvegese, trascinata nell’ultima tratta da uno scatenato Olav Lundanes, capace di far valere la sua potenza di corsa soprattutto in discesa.

Terzo posto per la Francia, che ha distanziato nel finale Repubblica Ceca e Gran Bretagna. Incerta fino all’ultimo la lotta per l’argento tra le donne, che ha visto le svedesi precedere le danesi soltanto allo sprint. A conferma della forza del collettivo rossocrociato, in una gara che assegna le medaglie soltanto al primo trio di ogni nazione al traguardo, va rilevato come tanto tra gli uomini quanto tra le donne la Svizzera sia stata in grado di piazzare entrambe le squadre in gara nei primi tre posti. Tra le donne, a partire da metà corsa, la lotta per l’oro si è addirittura rivelata un affare tutto rossocrociato, con la prima e la seconda squadra ad alternarsi al comando. Con quelle odierne, salgono a 9 le medaglie fin qui conquistate dagli atelti di casa a questi Europei, risultato che a una giornata dal termine incorona la Svizzera come dominatrice del medagliere.

tipress
Guarda tutte le 5 immagini
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
7 ore
Nevicate che sanno di beffa per Cardada
Vista la meteo di questi giorni, qualche rimpianto per la chiusura degli impianti c’è. «Ma un anno in più non avrebbe fatto la differenza», spiega il locale Sci Club
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
Acquisti online tabù: «I regali comprateli in Ticino»
L’appello della Federcommercio in vista del Natale. La presidente Lorenza Sommaruga: «Non vogliamo demonizzare nessuno. Però tanti piccoli negozi sono a rischio chiusura»
CANTONE
11 ore
Vent’anni di prigione, e l’espulsione dalla Svizzera
È la pena esemplare proposta dalla Procura per il 56enne che, due anni fa, uccise la moglie all’autosilo di Ascona
CANTONE / CONFINE
12 ore
Ticinesi nei boschi per la droga, fermato l'ennesimo traffico
Un anno di pedinamenti, mezzi aerei e diverse auto per porre un freno allo spaccio in quel del Parco Pineta
CANTONE
13 ore
In aula va in scena il video dell'uccisione, e scoppia il dolore
Nella requisitoria, il Pp Moreno Capella ha ricostruito il «calvario» della donna uccisa all’autosilo di Ascona. Critiche dalla Procura alla polizia
CANTONE
14 ore
Ballottaggio per gli Stati: «La RSI non c’era»
La critica del Consiglio del pubblico della CORSI: «C'era voglia di informazione». Quindi le scuse: «Terremo conto delle osservazioni per migliorare»
CANTONE
15 ore
«Mikron? La loro è irresponsabilità sociale»
L'MPS punta il dito contro il Cantone definendolo complice dei licenziamenti «con la sua politica di sgravi fiscali»
CANTONE
17 ore
La "prova" del tradimento? «Un herpes sulle labbra»
Emergono nuovi particolari dal processo al 56enne che, nel giugno 2017, uccise a colpi di pistola la moglie in un autosilo ad Ascona
CANTONE
17 ore
«Non è possibile quantificare esattamente i tagli»
Il responsabile delle finanze di Mikron ha commentato la notizia dei 25 licenziamenti annunciati ad Agno. Senza sbilanciarsi: «Dipenderà dall'evoluzione delle commesse nei prossimi mesi»
CANTONE
18 ore
«Io la amavo, signor giudice, la amavo»
A processo il 56enne che uccise la moglie in un autosilo di Ascona, nel 2017. Tra lacrime in aula e accuse di tradimenti
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile