LUGANO
20.04.18 - 15:420

Il Governo farà da mediatore tra il Cardiocentro e l'EOC

Il gruppo di sostegno “Grazie Cardiocentro” valuta positivamente la disponibilità del Consiglio di Stato. Ma minaccia «azioni più incisive» qualora il dialogo non vi fosse o non portasse a soluzioni

LUGANO - Si è svolto ieri, giovedì, l’incontro del gruppo di sostegno “Grazie Cardiocentro” per fare il punto della situazione e definire i prossimi passi.

Nel corso dell’incontro sono stati valutati gli esiti della riunione che si è tenuta mercoledì a Palazzo delle Orsoline tra i rappresentanti dell’ospedale del cuore e il Governo, incaricato di fare da mediatore con l’Ente Ospedaliero cantonale. Il gruppo «valuta positivamente la sensibilità all’ascolto manifestata dai Consiglieri di Stato e la disponibilità del Governo ad assumere il ruolo di mediatore». Per il gruppo di sostegno «si tratta di un primo passo importante nella direzione auspicata».

Più di vent’anni fa - lo ricordiamo - è stata siglata una convenzione che stabiliva che nel 2020 la struttura sarebbe passata sotto l’EOC, ma ora che la data si avvicina c’è chi vorrebbe mantenere lo status quo e l’autonomia della struttura. Sentimento condiviso da cittadini e politici, infatti il gruppo ha già raccolto oltre 1’000 adesioni in pochi giorni e da ogni angolo del cantone.

Nel suo incontro “Grazie Cardiocentro” ha anche vagliato le varie opzioni sul tavolo che potrebbero portare a una soluzione positiva della vicenda. Per questo motivo il gruppo auspica che il Consiglio di Stato «convochi quanto prima le parti per capire se c’è margine per riavviare i negoziati: un margine che forzatamente passa dalla disponibilità da parte dell’EOC a rivalutare certi arroccamenti manifestati negli ultimi mesi».

Il gruppo “Grazie Cardiocentro” ha intenzione di proseguire nella raccolta di adesioni e di elaborazione di proposte «volte a trovare una soluzione positiva nell’interesse dell’intero sistema sanitario cantonale».

Qualora però «la situazione perdurasse troppo a lungo nell’incertezza, o peggio, nella logica del muro contro muro», il Gruppo si riserva la facoltà di «proporre azioni più incisive». La soluzione preferita, però, resta un accordo tra le parti reso possibile dalla mediazione del Governo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
siska 3 anni fa su tio
Ah ah ah ah ah fenomeni!
F/A-18 3 anni fa su tio
Beh, considerando che il consiglio di stato è autonomo.....ah ahahah, questi amici del cardiocentro che più che amici sono azionisti e quindi incassano, sono una minoranza anche se stanno convincendo gli amici degli amici ad aumentare di numero. Da noi funziona così, in cambio otterranno eventuali operazioni al cuore con sconti speciali del tipo operiamo tutta la famiglia al prezzo di uno.... ahahah......, quasi quasi mi associo anch'io!
Gus 3 anni fa su tio
Ci saranno 1000 - 2000 - 3'000 adesionial Gruppo del Cardiocentro ma ce ne sono 300'000 - 299'000 - 298'000 che chiedono il rispetto degli accordi presi a suo tempo. Ed ora minacciano "azioni piû incisive"! Ma dove siamo? Poveri noi! Begli esempi!
casi89 3 anni fa su tio
e cosa vogliono fare questi governatori ? fate il vostro lavoro e basta.lasciate il cardiocentro cosi come e .piutosto pensateci di sostituire certi manager con lo stemma dei dollari negli occhi,e lasciate una istituzione funzionante ,funzionare !
tip75 3 anni fa su tio
se non altro il cds e’ neutro ahahhahahahs
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Fischi a Valenzano Rossi: il PLR Lugano li condanna «fermamente»
La sezione cittadina ha espresso «massima solidarietà» alla municipale contestata il 1° d'agosto.
LUGANO
6 ore
«Non la prendo sul personale»
Karin Valenzano Rossi fischiata in piazza Riforma si toglie qualche sassolino dalla scarpa
LOCARNO
7 ore
Ci mancavano le zanzare
Dopo gli allagamenti è boom nel Piano di Magadino. La Confederazione ha inviato una missione insetticida
FOTO E VIDEO
STABIO
9 ore
Resta intrappolato sotto un muletto: gravi ferite per un operaio
È successo oggi in un'industria ferriera di Stabio. L'uomo è stato portato in elicottero all'Ospedale Civico di Lugano
URI / CANTONE
9 ore
Più di due ore per superare il San Gottardo
Al portale nord della galleria sono stati raggiunti i 16 chilometri di coda, a quello sud si è arrivati a sette
LUGANO
10 ore
«Ci danno degli imbecilli, ma ciò dice più di loro che di noi»
Per gli organizzatori, la "cifolata" di ieri è stata un successo. E non solo per la presenza dei molinari.
FOTO
ITALIA
12 ore
L'A9 diventa un lungo cantiere, Como a rischio collasso
Le prossime settimane saranno di sofferenza per chi viaggia, sia in direzione sud che nord.
CANTONE
12 ore
Un'altra settimana di maltempo
Piccole parentesi di sole, molte di pioggia.
CANTONE
14 ore
Ottanta positivi in 72 ore
Dal decesso di giovedì non si registrano nuove vittime a causa del virus
FOTO
LUGANO
15 ore
Raccolta una montagna di occhiali usati
L'iniziativa del Lions Club Lugano è stata un successo: «Le 9'517 paia raccolte vanno oltre ogni più rosea aspettativa».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile