LUGANO
11.04.18 - 14:380
Aggiornamento : 15:26

«Il mio progetto per il quartiere Cornaredo che ingloba il MAT»

Mirko D'Urso ha incontrato il Municipio nella speranza che questa proposta alternativa venga sostenuta dinanzi alle autorità cantonali

LUGANO - Una delegazione del Movimento artistico ticinese (MAT) guidata dal direttore e fondatore Mirko D’Urso ha presentato questa mattina al Municipio di Lugano un progetto alternativo al Piano regolatore del Nuovo Quartiere Cornaredo per salvare la loro attuale sede di Pregassona.

La proposta, in sintesi, è di appoggiare la realizzazione della pista ciclabile, del parco fluviale e della piazza sul fiume, ma inglobando al suo interno il centro MAT. Il progetto alternativo, realizzato dallo studio di Architettura Ktenas&De Giuli, prevede la realizzazione di due sale prove permanenti per le compagnie di teatro e di danza del Cantone, un locale-ristorante Blues&Jazz per proporre musica dal vivo e un posteggio a utilizzo pubblico.

«Mattinata utile e positiva» - Con un messaggio su Facebook il direttore del MAT si è detto «molto positivo» in merito all'incontro con il Municipio: «Credo che la nostra proposta alternativa abbia suscitato il loro interesse. Ora aspettiamo e speriamo».

Un luogo per tutti - Il nuovo progetto vuole «aprirsi a tutti i cittadini» e «creare uno spazio che possa non solo dialogare con la natura propria del luogo, ma che possa anche ospitare diversi eventi non solo legati alle performance artistiche, ma a tutti quelli che una piazza intesa nell’accezione della città europea possa evocare».

Il progetto - Il risparmio energetico sarebbe favorito dalla posa di pannelli fotovoltaici, il parcheggio sterrato - utilizzabile anche come stazione di partenza per la nuova pista ciclabile - «lascerebbe molto spazio al disegno del verde urbano», il caffè culturale - che potrebbe aprirsi sulla piazza con concerti per la città - occuperebbe gli spazi al piano terra ora adibiti a magazzini. Gli attuali magazzini al nord della struttura sarebbero ripensati come sale prova per le varie compagnie artistiche ticinesi.

«La nuova struttura del MAT non vuole stravolgere quello che è stato pensato per la sua area, ma vuole esistere al suo interno, rispettando la vocazione naturalista del luogo e proponendosi come nuovo spazio di aggregazione culturale della città».

Il futuro - Il direttore del MAT si augura che il progetto alternativo «possa essere accolto con entusiasmo dalla Città ed essere così sostenuto anche dinanzi alle autorità cantonali per poter modificare l’attuale piano regolatore legato al NQC». In ogni caso, il Movimento artistico ticinese è pronto a valutare proposte alternative che possano però permettere alla scuola di andare avanti con la propria attività formativa. 

Nel frattempo, l'obiettivo è che l'attività del MAT possa continuare nella sede attuale di Pregassona e che l'eventuale trasferimento nella nuova sede non avvenga in tempi brevi e comunque senza coinvolgere le attività già pianificate.

Guarda le 4 immagini
1 anno fa Un progetto alternativo per salvare la sede del MAT
1 anno fa «La sede del MAT è a norma»
1 anno fa Un parco fluviale al posto del MAT? «Non ci sto»
Commenti
 
sedelin 1 anno fa su tio
ottima proposta! è costruttiva senza stravolgere il progetto del comune di lugano. basta poco per accontentare tutti, eccetto coloro che brontolano sempre e polemizzano per un moscerino.
Diablo 1 anno fa su tio
Saluti e baci non c'é posto per voi.....
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
A iè scià i MAT... :-))))
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / GRIGIONI
6 ore

Il Passo del Lucomagno è stato riaperto

Sono stati sgomberati i grossi massi caduti sulla strada settimana scorsa. E per Corpus Domini, dopo un lungo letargo invernale, tornerà transitabile anche la Novena

VIDEO
CAPRIASCA
10 ore

Cade da un muretto, interviene la Rega

Al momento non sono note le condizioni del ferito

CAMPIONE D'ITALIA
10 ore

«I debiti di Campione li paghi l'Italia»

Ignazio Cassis ha risposto a una domanda di Marco Romano specificando come non sussista alcun legame tra i debiti che l'enclave ha con il Ticino e i ristorni. «Sono due dossier diversi»

CANTONE
11 ore

«La dott.ssa Lesmo non è contraria ai vaccini. Ha vaccinato i suoi figli»

Il medico replica dopo l'interrogazione di Galeazzi sui dottori contrari ai vaccini: «Queste terapie di massa non tengono conto del rapporto rischio/beneficio»

BIDOGNO
14 ore

Il parcheggiatore abusivo è stato estradato in Italia

Fine della corsa per il 42enne, ricercato dal 2016 per questioni legate al traffico di stupefacenti. Qualche mese fa aveva piazzato le sue macchine senza targhe in una proprietà privata del Luganese

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report