CANTONE
25.03.18 - 15:060

A Renato Bontognali la Chiocciola 2018 di Slow Food Ticino

Il riconoscimento gli è stato attribuito in qualità di esperto di formaggi capace di valorizzare i prodotti del territorio

LUGANO – È Renato Bontognali, uno dei migliori conoscitori dei formaggi ticinesi, il vincitore dell’edizione 2018 della Chiocciola di Slow Food. Il riconoscimento è attribuito ogni anno a una personalità della Svizzera italiana che si è particolarmente distinta nella sua attività professionale per il rispetto e la messa in valore dei prodotti tipici del proprio territorio.

L’attività di Renato Bontognali si è sviluppata su un arco temporale di oltre 40 anni, in Svizzera e all’estero. In Ticino si è adoperato a fondo per il miglioramento della qualità del latte, consentendo così un notevole balzo in avanti anche della qualità del formaggio. Il premio gli è stato consegnato a Lugano in occasione dell’assemblea annuale di Slow Food Ticino.

Gli eventi - L’assemblea annuale ha permesso a Slow Food Ticino di annunciare alcuni eventi previsti nel 2018, destinati non solo ai propri soci, ma a tutti coloro che condividono l’approccio del cibo buono, pulito e giusto. In particolare, Slow Food Ticino sarà impegnato con diversi eventi organizzati nell’ambito della Settimana del Gusto, appuntamento nazionale previsto dal 13 al 23 settembre, che quest’anno ha scelto Lugano quale capitale del gusto. Ad esempio, sarà organizzato un Laboratorio dell’olio dei quattro laghi (Lugano, Locarno, Varese e Como) o una cena a base di capra. L’agenda è in fase di allestimento e prevede numerosi altri eventi incentrati attorno alla convivialità e alla consapevolezza della nostra alimentazione.

Anche la sezione giovani di Slow Food Ticino sta trovando un nuovo slancio e ha previsto di organizzare un primo evento “Eat-In” già il prossimo 14 aprile a Savosa. L’obiettivo è di ritrovarsi fra giovani per un momento di scambio di idee, discussioni e condivisione del cibo.

Slow Food
Attiva in 150 nazioni, Slow Food è un’associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi lo produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie al sapere di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Slow Food s’impegna per la protezione di prodotti a rischio di estinzione. Da 30 anni il movimento è attivo anche in Ticino, dove promuove un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti, organizzando eventi che favoriscono l’incontro, il dialogo, la conoscenza del cibo e il piacere di stare insieme.

Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Salta la quarantena, denunciato
Rientrato da un paese a rischio, non ha rispettato l'autoisolamento. Rischia fino a 5'000 franchi di multa
CANTONE
3 ore
Per gli anziani il 2020 è un film horror
Isolamento da Covid. Soprattutto chi si trova in una casa di riposo continua a pagare un prezzo altissimo.  
FOTO
LUGANO
3 ore
Incidente a Viganello
Le immagini giunte in redazione mostrano un uomo a terra, nei pressi del passaggio pedonale
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Immagini violente, propaganda, Isis e pedopornografia
C'è la richiesta di pena per i due presunti islamisti a processo: tre anni e sei mesi per uno, 34 mesi per l'altro
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
Contratti di tirocinio: «La situazione sta migliorando»
Lo afferma la Segreteria di Stato per la formazione secondo cui ne sono finora stati stipulati il 90% di quelli del 2019
BELLINZONA
8 ore
Casa anziani di Sementina: «L'UDC fa sciacallaggio a scopo elettorale»
Il PPD risponde alle accuse rivolte dai democentristi a Soldini, Morisoli e ai dipendenti della struttura.
CANTONE
10 ore
Brutti ma buoni contro lo spreco alimentare
«I due terzi dei consumatori sono disposti ad acquistare una quantità maggiore di questi prodotti»
CANTONE
11 ore
Cinque nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'458. Il numero di decessi resta fermo a 350.
BELLINZONA
13 ore
Perchè il mercato di Bellinzona ha successo?
Carlo Banfi, responsabile del mercato, ci svela i segreti della popolarità dell’appuntamento all'ombra dei castelli
LUGANO
15 ore
Yoga nudi per accettare i propri difetti
Dawio Bordoli, 56 anni, fa il "ricercatore spirituale". Una figura su cui molti sono scettici. Ecco i suoi segreti.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile