Tipress
CAMPIONE D’ITALIA (I)
12.03.18 - 10:300

È un giorno decisivo per il Casinò dell’enclave

Si tiene oggi l'udienza per esaminare l’istanza di fallimento della casa da gioco

CAMPIONE D’ITALIA - Quello di oggi è un giorno decisivo per il destino del Casinò di Campione d’Italia. Di fronte al collegio della sezione fallimentare del Tribunale civile di Como andrà in scena la prima udienza per discutere la richiesta di fallimento presentata dalla Procura lariana lo scorso mese di gennaio, scaturita da un esposto presentato il 16 febbraio del 2016 da Roberto Salmoiraghi e Alfio Balsamo, ai tempi consiglieri comunali di minoranza e oggi, rispettivamente, sindaco e vicesindaco.

Un vero “terremoto”, che ha scosso l’intera enclave italiana all’alba del 2018, mettendola di fronte alla dura realtà dei fatti. Cifre alla mano, i debiti della casa di gioco nei confronti delle banche nel 2016 hanno raggiunto i 39 milioni di euro. Ai quali si aggiungono altri 33 milioni di mancati contributi al Comune, proprietario al 100% del Casinò.

«Lacrime e sangue» - Servirà una dieta di «lacrime e sangue», aveva preannunciato lo scorso 15 gennaio il sindaco Salmoiraghi, incontrando la popolazione in un’improvvisata riunione di crisi nel salone delle feste, al nono piano della casa da gioco. In “gioco” ci sono 156 posti di lavoro su un totale di 492.

Continuità aziendale - L’amministratore unico del Casinò Marco Ambrosini ha anticipato al portale Gioconews l’intenzione di presentare i contenuti di un «piano industriale relativo alla continuità aziendale» e l’accordo con il Comune per «soddisfare le sue esigenze». Per quanto concerne i posti di lavoro a rischio, mercoledì è invece previsto un nuovo incontro tra l’azienda e i sindacati nel quale verranno discusse le proposte formulate lo scorso 5 marzo in merito alla procedura di licenziamento collettivo.

6 mesi fa Crisi nell’enclave: «Misure drastiche che non piaceranno ai cittadini»
6 mesi fa Casinò, sotto inchiesta il fido per Villa Mimosa
6 mesi fa Casinò, a rischio 153 posti di lavoro
7 mesi fa «Siamo diventati poveri. Ora lacrime e sangue»
7 mesi fa Terremoto al Casinò, la Procura chiede il fallimento
Potrebbe interessarti anche
Tags
casinò
gioco
casa
casa gioco
giorno
enclave
giorno decisivo
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report