Tipress
CANTONE
02.03.18 - 07:000
Aggiornamento : 10:14

L'Italia al voto, anche fra i giovani in Ticino

Italiani, almeno per il passaporto, votano per dovere, per convinzione o non lo fanno proprio

LUGANO - Mentre domenica 4 marzo il Popolo svizzero si esprime su No Billag e nuovo ordinamento finanziario, l’Italia va alle urne per scegliere il nuovo parlamento. Due appuntamenti che si accavallano per molti ticinesi di origine italiana e un impegno più o meno sentito per i molti italiani residenti nel nostro cantone (più di 60mila in totale solo questi ultimi).

Il voto per corrispondenza si è chiuso ieri e l’esito della consultazione nella vicina penisola rimane incerto. Centrodestra avanti, MoVimento 5 Stelle primo partito e PD dietro, la possibilità di formare un governo sarà affidata a improbabili alleanze e possibili “inciuci”.

In Ticino, fra i giovani che hanno la cittadinanza italiana, si va da chi, come la 31enne di Lugano M.M., non vuole proprio sentir parlare di elezioni italiane perché ci sono già troppe votazioni svizzere a chi, come il 17enne A. P., ha addirittura implorato mamma, zia e cugina di lasciarlo votare con le loro schede «perché le elezioni mi interessano un casino». Di seguito altre storie.

Audrey, 21 anni, Gambarogno - «Sono nata a Biella e vivo in Ticino da quasi tre anni. Il 4 marzo è una data particolare per me perché si vota sia per le elezioni italiane sia sull’iniziativa No Billag e sento che mi farebbe più piacere poter esprimere il mio voto per le questioni che riguardano la Svizzera e il Ticino. Ora, infatti, la mia vita è regolata dalla legislazione svizzera, non da quella italiana! Ho comunque votato per le elezioni italiane perché è un diritto e dovere civico e non sono per l’astensione, ma non me ne farò molto del risultato. Potrebbe influenzare i rapporti bilaterali Italia-Svizzera? No, quelli non sono una priorità per i politici italiani».

T.I., 30 anni, Bironico - «Sono nato qui da madre italiana. Seguo la politica italiana sui social e sulle testate italiane. Spero che le elezioni portino stabilità e che gli italiani non siano sempre costretti a immigrare da noi, altrimenti noi ticinesi rimarremmo senza lavoro perché costiamo più di un italiano. Con la scusa che non facciamo lavori pesanti, poi, immaginiamoci gli scenari… Che cosa ho votato? Avrei voluto votare CasaPound, ma siccome non si presenta qui ho dovuto votare Berlusconi. Tanto resterà tutto com’è… con il PD. Un’ultima cosa: dovrebbero introdurre il voto per corrispondenza anche in Italia come per gli italiani all’estero. Tanti non votano per questo».

Francesca, 22 anni, Lugano - «Vivo in Svizzera da quando avevo 2 anni e mi sento più svizzera che italiana. Spero che queste elezioni portino un po’ d’ordine in Italia e migliorino la situazione economica e del debito. Il motivo principale per cui voto, del resto, è che gli effetti positivi di una migliore occupazione e di una situazione economica più solida in Italia si fanno sentire anche in Ticino. Tuttavia lo confesso: mi interesso della politica italiana solo in occasione delle elezioni perché devo scegliere cosa votare. Questa volta ho optato per l’Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (Udc) perché sono dei liberali di centro-destra e non sono Berlusconi».  

Commenti
 
Maurizio Calabrese 1 anno fa su fb
Come cazzo si fa a votare sé non si capisce un cazzo di quello che vogliono fare pura illusione come sempre
Alex Cava 1 anno fa su fb
I problemi della politica italiana sono più o meno gli stessi di quella ticinese, solo più manifesti.
Tato50 1 anno fa su tio
In una Nazione dove devi avere due età per poter votare non ci vedo nulla di democratico. Per la Camera possono votare chi ha 18 anni per il Senato 25 ;-(( Non parliamo poi del Referendum; da noi basta che 3 dicano si e 2 no ed è accettato, da loro basta rimanere a casa per non raggiungere il "quorum". E lo chiamano "Belpaese" che forse mi sta bene ma con leggi "razziste". È come se noi dovessimo votare per il GC a 18 anni e solo a 25 per il CdS. ;-((
Raf Cennamo 1 anno fa su fb
La legge elettorale rosatellum è ideata per favorire le coalizioni e sfavorire il Movimento 5 Stelle e per nascondere il renzusconismo (però non si vede bene cosa cambierà, poiché i 5 Stelle continueranno a restare attorno al 25/30%). Un proporzionale pilotato perchè non cambi nulla, con i nominati alle elezioni politiche dalle segreterie dei partiti. VOGLIAMO UNA DEMOCRAZIA DIRETTA !
Josef Ronan 1 anno fa su fb
Anche i comizi della SVP sono seguiti... Ma chi ci mette il K.... La cvp,fdp,SP...
Josef Ronan 1 anno fa su fb
La politica è compromesso! In ogni caso, in Svizzera è spartizione di potere=concordanza. Paese che vai usanza che trovi.
Stefano Sironi 1 anno fa su fb
Leggo due commenti all'interno dell'articolo. Uno che ha votato udc e l'altro Berlusconi...e sperano che cambia l'italia. Mio dio...è proprio x quelli che vi trovate gli italiani in Ticino. ..non avete capito nulla dei problemi italiani. Auguri
Roberto Bianchi 1 anno fa su fb
Berlusconi solo perché il partito fascista non era nella lista, aggiungerei
Laila Berger 1 anno fa su fb
Quando senti di certi giovani che votano PD nel 2018.. forse era meglio se non votavano affatto!
Teodoro Staglianò 1 anno fa su fb
Francesco Sergio
Roberto Tambone 1 anno fa su fb
E chi devono votare?
Sara Cassani 1 anno fa su fb
Giorgia Meloni
Gianluca Serbelloni 1 anno fa su fb
io ho votato eccome nn appena ricevute le buste.E' un dovere e nn rinuncio alla mia seconda nazionalità. Inoltre quel che avviene in IT soprattutto su certe cose ha diretti risvolti sul Ticino (clandestini ecc). Segnalo che sabato scorso in P.Duomo a MI al comizio di Salvini (affollatissimo) c'erano ticinesi e gente dalla CH-Tedesca
Roberto Banfi 1 anno fa su fb
Fa comodo avere il culo parato però vivendo da un'altra parte eh
Gianluca Serbelloni 1 anno fa su fb
se ci nasci e cresci nn é deciso da me né facile scegliere
Gabriele Boffa 1 anno fa su fb
Roberto Banfi ??
TOP NEWS Ticino
LAVENA PONTE TRESA
4 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
7 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
7 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
8 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
9 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
10 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
10 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
12 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
13 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
13 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile