LUGANO
14.12.17 - 16:310

Polo sportivo e degli eventi di Cornaredo, ridefiniti i contenuti

Decisi il nuovo calibro stradale e la destinazione della pista di atletica oltre all'inserimento di nuovi campi supplementari

LUGANO - Il Municipio di Lugano ha approvato uno studio di fattibilità che aggiorna i contenuti del Polo sportivo e degli eventi di Cornaredo (PSE) a seguito, in particolare, delle mutate circostanze relative al progetto viario cantonale.

Nuova valutazione, nuovo calibro stradale - Il progetto stradale definitivo pubblicato dal cantone per il nuovo assetto viario del comparto del PSE ha reso necessaria una nuova valutazione per le superfici sportive a sud dello stadio. In particolare, il nuovo calibro stradale - passato da 3 a 4 corsie - comporta un adeguamento delle linee di arretramento e, di conseguenza, delle superfici sportive a sud dello stadio.

Spostamento pista al Maglio - La nuova proposta del Municipio consente alle società sportive di svolgere le loro attività – totalmente o parzialmente – in modo funzionale alla realizzazione dell’infrastruttura, sia durante la fase di cantiere sia a opera ultimata, e tiene conto delle preoccupazioni espresse dalla Società Atletica Lugano (SAL) relative al prospettato spostamento della pista di atletica al Maglio.

Come noto, durante tutta la fase di cantiere il campo di calcio principale di Cornaredo sarà mantenuto per la disputa delle partite di campionato del FC Lugano. L’allestimento delle tribune provvisorie rende però necessario eliminare fin da subito la pista di atletica a 8 corsie. Inoltre, verranno a mancare tre campi di calcio. A cantiere ultimato, quando si procederà con la realizzazione di via Stadio, occorrerà dismettere altri due campi di calcio situati a sud del comparto. Obiettivo del Municipio è mantenere lo stesso numero di campi di calcio attualmente fruibili a Cornaredo e trovare una soluzione sostenibile per la pista di atletica.

Tre campi da calcio supplementari - La variante scaturita dallo studio di fattibilità approvato oggi dal Municipio è soddisfacente e tiene in considerazione tutti gli interessi in gioco. Da un lato, prevede l’insediamento della pista di atletica nel comparto a sud dello stadio, stralciando il previsto inserimento nel centro sportivo ricreativo del Maglio a Canobbio. D’altro canto, lo studio prevede l’inserimento di tre campi di calcio supplementari, in aggiunta a quello esistente, con le annesse strutture in zona al Maglio: questa soluzione permette fra l’altro di riunire tutte le attività legate ai movimenti calcistici giovanili.

A sud di via Stadio sarà allestito un nuovo campo in erba, con una pista di atletica e le necessarie strutture di supporto (tribune, spogliatoi, magazzini, sale riunioni, buvette). Questa opzione ha alcuni vantaggi, fra cui la presenza di ogni disciplina a Cornaredo, sinergie fra le diverse attività grazie alla possibilità di allenarsi sulla pista, il consolidamento della riorganizzazione urbanistica e paesaggistica del comparto a sud del PSE toccato dall’allargamento delle strade cantonali.

Un incontro con il Municipio di Canobbio ha permesso di condividere quanto precede, così come la volontà di sviluppare congiuntamente il comparto del Maglio, secondo modalità da definire. La Commissione della Gestione del Consiglio comunale è stata informata e il dibattito sul messaggio all’ordine del giorno della prossima seduta prevista il 18 dicembre può procedere secondo l’iter previsto.

Ingrandisci l'immagine
Allegati
Commenti
 
Foxdilollo78 1 anno fa su tio
...che gran spreco di denaro pubblico...
Lorello Amato 1 anno fa su fb
Raggruppare i campi per il "settore giovanile" al Maglio? Nomi, Cognomi di questi proponenti!!!! Raggiungibilità con i mezzi pubblici??? Considerando il numero degli utenti della pista , è proprio necessario averla? Così come dalla foto non andrebbe nemeno bene per i 'meeting' dai piccoli in su ...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 min
In Ticino «costi della salute più alti e quindi premi più alti»
Il Consiglio federale risponde a Marco Chiesa: «Dal 2014 al 2018 i ticinesi hanno pagato in media premi inferiori ai costi medi per assicurato»
FOTO
BELLINZONA
15 min
Veicolo in fiamme sull'A2, chiusa una corsia
Il conducente è sceso in tempo dalla Citroën Berlingo con targhe ticinesi e non ha fortunatamente riportato ferite
CANTONE
2 ore
In Ticino non ci sono più cabine (funzionanti)
Le ultime sono state disattivate negli ultimi mesi da Swisscom, che sta procedendo a rimuovere le postazioni rimaste
CANTONE
4 ore
Appartamenti sfitti? «Sfruttateli come Airbnb»
L’esperienza di Milo Chiocca, a caccia di proprietari disposti a lanciarsi sulla piattaforma per locazioni a breve termine
LAVENA PONTE TRESA
14 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
16 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
17 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
17 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
18 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
20 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile