Keystone
CANTONE
29.11.17 - 14:430

Passo avanti per il CCL di vendita al dettaglio

Alla SECO spetta ora il compito di verificarne i contenuti ed evidenziare gli articoli meritevoli di obbligatorietà vincolante

LUGANO - Il DFE ha trasmesso ieri alla SECO l’istanza per il conferimento dell’obbligatorietà cantonale per il CCL del personale di vendita al dettaglio valido per il cantone Ticino. Con questo atto, il competente ufficio cantonale conferma il raggiungimento delle premesse numeriche (quorum).

Si apre pertanto ora una nuova fase della procedura: alla SECO spetta infatti ora il compito di verificare i contenuti del CCL ed evidenziare gli articoli meritevoli di obbligatorietà vincolante (ad esempio, diritto alla 13esima mensilità e orario di lavoro).

La CPC vendita saluta con soddisfazione questo passaggio formale di competenze tra autorità cantonali e federali. La tenace attività della nuova comunità contrattuale, la verifica meticolosa nel censire i negozi attivi in Ticino ed in particolare la difficile raccolta delle firme necessarie per quorum dei datori di lavoro, vista l’eterogeneità del settore, sono stati ora convalidate dall’autorità cantonale.

Il CCL entrerà in vigore allorquando il decreto di obbligatorietà cantonale sarà cresciuto in giudicato. Con esso, entrerà parallelamente in vigore la nuova Legge sulle aperture ticinesi in occasione del referendum posto in votazione lo scorso mese di febbraio 2016.

La CPC vendita – prendendo atto con serenità dei ricorsi annunciati da più parti – continua la sua attività nell’ipotesi di una entrata in vigore del CCL e della nuova LAN verso la metà dell’anno 2018.

TOP NEWS Ticino
LUGANO / MILANO
11 ore

19enne anarchico di Lugano si consegna alla Polizia

Il giovane farebbe parte del gruppo che lo scorso 9 febbraio a Torino, durante un corteo, mise a ferro e fuoco la città

CANTONE
11 ore

Si cerca Danial Tekinov

Classe 2005, il ragazzo è scomparso durante il tragitto casa/scuola

LUGANO
13 ore

La vie en rose di Plein a Milano con citazione finale in Pretura a Lugano

La Barzanò & Zanardo, società leader nella tutela dei marchi, reclama dallo stilista oltre 400mila franchi per fatture non saldate. Si presenterà? «Il personaggio è imprevedibile» dicono

CANTONE
13 ore

Tutto il Ticino sotto l'occhio vigile dei radar

Nessun distretto sarà escluso dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari della prossima settimana

FOTO E VIDEO
CANTONE
15 ore

Evacuata l'Ikea di Grancia

Sul posto 4 veicoli del Pompieri. L'allarme è rientrato dopo una manciata di minuti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile