TiPress
CANTONE
27.11.17 - 08:040
Aggiornamento : 10:00

Argo 1, Dadò scrive ai ticinesi «moderati e non rancorosi»

Il presidente del PPD ha deciso di spedire una lettera personale sul caso a tutte le economie domestiche del cantone

BELLINZONA - Una lettera personale indirizzata ai ticinesi sul caso Argo 1. È in questo modo che Fiorenzo Dadò ha scelto di dire ciò che pensa sulla vicenda scoppiata nove mesi fa e che ha travolto la sua vita privata e di politico.

La lettera - che sarà trasmessa in 200’000 copie alle economie domestiche del cantone - è stata preannunciata dal Corriere del Ticino. Dadò si rivolge al «Ticino moderato, non rancoroso», con una domanda retorica: «Perché tanta cattiveria?».

La sua difesa, a 360 gradi, è di essere stato coinvolto in uno scandalo in cui «non c’entra assolutamente nulla», di essere stato travolto da una «campagna d’odio e disinformazione». Dadò accusa di mobbing «politici, organi di stampa e giornalisti» che «presentano Argo 1 facendo credere di aver individuato i responsabili» prima che le inchieste si concludano, che «colpiscono con il bazooka chi non ha nessuna responsabilità». La conseguenza che Dadò sostiene di vivere sulla sua pelle è il «danno all’immagine e alla salute delle persone innocenti e dei rispettivi familiari». A questo proposito riprende il caso della sua compagna Carmela Fiorini, sulla quale ritiene che «ci si accanisca» nonostante i dubbi sul suo comportamento siano caduti.

Fiorenzo Dadò nel suo lungo sfogo punta il dito contro la stampa ticinese - in particolare laRegione, il Caffé e la Rsi - che «presi da una foga compulsiva sono stati in grado di tirarmi in causa centinaia di volte». Un comportamento definito nella lettera «accanimento e giornalismo da lavanderia».

Il presidente del PPD conclude augurando di trovare la pace interiore a chi ha mostrato «astio e accanimento» con «odio e cattiveria», promettendo di continuare a impegnarsi con il suo partito per affrontare le sfide del cantone e le difficoltà delle famiglie.

Leggi il Focus su Argo 1, tutto quello che c'è da sapere sulla vicenda.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Un solo caso in Ticino. Stop ai carnevali, partite a porte chiuse
Il Governo e il DSS hanno aggiornato la popolazione sulla situazione. Le scuole riapriranno. Il 70enne «sta bene»
CANTONE
1 ora
Tornano le mascherine in farmacia, sul web c’è chi ne approfitta
Un fornitore sta facendo il giro del Ticino. Su tutti.ch si arriva a offrirle anche a 50 franchi l’una
CANTONE
3 ore
Influenza, Ticino e Grigioni sono i più colpiti
La nostra regione è di gran lunga quella in cui sono stati segnalati più casi
FOTO E VIDEO
BRUSINO ARSIZIO
3 ore
Incendio alle pendici del San Giorgio
Le operazioni di spegnimento sono rese difficili dal forte vento.
CONFINE
5 ore
In quarantena per un chilo di cocaina
Una donna è stata arrestata per spaccio, ma ha raccontato di essere stata nella "zona rossa"
LOSONE
6 ore
La valigetta non era pericolosa, fermato un uomo
Si tratta di un 55enne cittadino svizzero domiciliato nel Locarnese
FOTO E VIDEO
LOSONE
8 ore
Valigia sospetta, isolata la zona attorno alla Raiffeisen
È successo questa mattina verso le 8.30. Un uomo con volto coperto avrebbe preso a calci la borsa
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
8 ore
Volo di 6 metri nel teatro, rischia la vita
Grave un addetto alla manutenzione. Da chiarire le cause dell'incidente
CANTONE
9 ore
Coronavirus: «Necessari esami rapidi, il Ticino sarà d'esempio»
Lo specialista basilese: «La chiusura delle frontiere o i controlli alle dogane sono inutili»
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
9 ore
Boato a scuola: usato un ordigno artigianale
Una trentina le finestre rotte. I danni? Tra i 30 e i 50 mila franchi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile